Infezione di Influenza in Animali

Da Dott. Tomislav Meštrović, MD, PhD

L'Influenza è una malattia respiratoria comune agli esseri umani e un numero limitato delle specie animali - vale a dire uccelli nazionali e selvaggi, maiali, mammiferi acquatici selvaggi (sigilli e balene), visoni e carnivori coltivati. Fra i tre tipi di virus dell'influenza, digiti il virus di A è quello importante per quanto le infezioni di inter-specie.

Sebbene ci sia determinato grado di host-specificità fra i virus dell'influenza, le barriere fra le specie sono in nessun caso assolute. È, così, di assoluto la maggior parte della importanza per capire il potenziale zoonotico dei virus dell'influenza animali sicuri ed il ruolo degli animali nella generazione di virus dell'influenza umani novelli. L'Apprezzamento della natura zoonotica dei virus dell'influenza e la sorveglianza adeguata delle popolazioni animali sono punti chiave nell'affrontare le pandemie di influenza future.

Esempi di influenza zoonotica

I Virus dell'influenza inizialmente sono stati isolati dai maiali negli Stati Uniti nell'inizio degli anni 30 ed in quello rimanente il più delle volte delle malattie respiratorie incontrate dei maiali. Gli isolati erano del sottotipo H1N1 e la loro caratterizzazione ha seguito l'influenza Spagnola micidiale nel 1918. A questo giorno la domanda rimane aperta se questi virus in primo luogo sono comparso nella gente e poi si sono sparsi ai maiali, o vice versa.

In maiali, l'influenza presenta il più comunemente sotto forma di scoppi esplosivi di malattia respiratoria acuta caratterizzata da febbre e la letargia, scarico nasale ed oculare, tossire, la dispnea e perdita di appetito. La malattia dura soltanto una settimana, solitamente con il ripristino completo. Sebbene la mortalità sia bassa, l'influenza dei suini può causare una perdita economica dovuto l'obesità in ritardo.

La natura delle infezioni del virus dell'influenza in uccelli è fiduciosa sopra due fattori principali - le specie dell'uccello commovente e la patogenicità del virus. I virus causativi sono dei sottotipi H5 e H7. La malattia Clinica si sviluppa in polli ed in tacchini, mentre le infezioni in anatre e la maggior parte degli altri uccelli acquatici sono infracliniche, cioè senza alcuni sintomi evidenti.

La Letargia, perdita di appetito, perdita di peso, ha increspato le piume e le riduzioni della produzione di uova sono sintomi che seguono l'infezione con influenza aviaria di patogenicità relativamente bassa, rendenti la diagnosi nel campo difficile. D'altra parte, gli sforzi altamente virulenti causano la malattia sistematica interna (“peste dei gallinacei ") caratterizzata dall'edema, dalle emorragie e dall'infezione del sistema nervoso centrale.

L'influenza Equina è causata da due sottotipi dei virus di influenza A - H7N7 e H3N8. I segni Clinici comprendono la febbre estrema, scarico nasale e un duro asciuga la tosse; raramente la polmonite in giovani puledri ed asini e l'encefalite in cavalli possono svilupparsi.

Nel 2004, i casi di una malattia respiratoria sconosciuta in cani hanno cominciato emergere. Una ricerca ha indicato che la malattia è stata causata dal virus equino di influenza A H3N8, in modo da esperti crede che “saltasse„ dai cavalli. I Sintomi sono egualmente simili ad influenza equina e circa 80 per cento dei cani infettati hanno un modulo delicato della malattia.

Trasmissione dagli animali alla gente

Gli uccelli Selvaggi rappresentano il bacino idrico naturale primario per tutti i sottotipi dei virus di influenza A e sono considerati come sorgente dei virus di influenza A in tutti gli altri animali. Oltre ai virus di influenza dei suini, i maiali possono essere infettati con sia i virus di influenza aviaria che dell'essere umano.

A causa di tale predisposizione alla varietà di virus dell'influenza, i maiali sono considerati spesso come i host intermedi o imbarcazioni mescolantesi. Possono essere infettati con i virus dell'influenza dalle specie differenti allo stesso tempo, così creando un ambiente per i geni di questi virus per mescolare e generare un nuovo virus. Questo evento è chiamato reassortment.

Tale nuovo virus potrebbe adattarsi al host mammifero e spargersi da personale, ma le sue proteine di superficie (hemagglutinin e neuraminidasi) precedentemente non sarebbero vedute in virus dell'influenza che infettano gli esseri umani. Questo tipo di brusco, cambio principale nei virus di influenza A è conosciuto come spostamento antigenico e può provocare una pandemia di influenza mondiale.

Il virus Altamente patogeno di influenza aviaria A (H5N1) (citato spesso come HPAI H5N1) è un virus che si presenta principalmente in uccelli, trasmette facilmente in questi animali e può essere micidiale a loro, particolarmente a pollame nazionale. Anche se sono relativamente rare, le infezioni umane sporadiche con questo virus hanno accaduto e la morbosità e la mortalità significative causate. Sebbene non ci sia prova che suggerisce la trasmissione da uomo a uomo efficiente di HPAI H5N1, ricercare questo virus è una delle massime priorità.

Finora non c'è prova della trasmissione canina del virus dell'influenza dai cani alla gente ed a nessun infezioni umane riferite. Come vicino contatti fra gli animali, sforzo, i fattori ambientali e meteorologici sono stati indicati per contribuire alla diffusione del virus dell'influenza, le misure adeguate di salute pubblica e la consapevolezza di malattia rimane critica.

Sorgenti

  1. http://www.cdc.gov/flu/about/viruses/transmission.htm
  2. http://www.who.int/zoonoses/diseases/animal_influenza/en/
  3. http://www.oie.int/fileadmin/Home/eng/Health_standards/tahm/2.05.07_EQ_INF.pdf
  4. http://www.vetmed.wisc.edu/pbs/zoonoses/influenza/influenzaindex.html
  5. http://www.scielo.br/scielo.php?pid=S0074-02762013000500548&script=sci_arttext
  6. Nicholson CHILOGRAMMO, Webster RG, Rivolta Il Fieno AJ. Manuale di Influenza. Blackwell Science, Oxford, 1998.

[Ulteriore Lettura: Influenza]

Last Updated: Nov 9, 2014

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski
Comments
The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post