Advertisement
Advertisement

Sindromi di Ipotensione

Da Dott. Tomislav Meštrović, MD, PhD

L'Ipotensione o l'ipotensione è una circostanza caratterizzata da pressione anormalmente bassa nei vasi sanguigni. Una caduta nella pressione sanguigna arteriosa può provocare l'omissione di irrorare adeguatamente le reti capillari sistematiche. Le circostanze e le sindromi Differenti possono provocare l'ipotensione.

Ipotensione Ortostatica

L'ipotensione Ortostatica è definita come riduzione continua di una pressione sanguigna sistolica di 20 mmHg o di una pressione sanguigna diastolica di 10 mmHg in tre minuti stare o di inclinazione agile (più di 60 gradi). La circostanza (anche conosciuta come ipotensione posturale) non è pericolosa, ma può essere associata con la morbosità significativa.

Una funzione normale dei sistemi nervosi cardiovascolari ed autonomi è richiesta per raggiungere una risposta emodinamica normale ai cambiamenti nella posizione. L'ipotensione Ortostatica può sorgere come conseguenza di volume intravascolare insufficiente, di rendimento in diminuzione di sangue venoso, di disfunzione autonoma del sistema nervoso o dell'incapacità aumentare il volume del sangue arterioso in risposta ai cambiamenti posturali.

L'ipotensione Ortostatica può essere acuta o cronica in natura come pure sintomatica ed asintomatica. I sintomi che accadono sono probabilmente dovuto il hypoperfusion cerebrale secondario ad ipotensione sistematica.  La circostanza egualmente è associata con un'incidenza aumentata della malattia cerebrovascolare, della coronaropatia, della mortalità cardiovascolare e delle cadute.

Ipotensione Postprandiale

L'ipotensione Postprandiale è una riduzione della pressione sanguigna dopo un pasto sostanziale. Rappresenta uno stato prevalente nella popolazione anziana e sembra essere una causa comune di sincope e cade in persone anziane ipertese e delicate. Eppure, il rapporto esatto fra i sintomi e le riduzioni postprandiali della pressione sanguigna è poco chiaro.

L'epidemiologia e la patofisiologia di ipotensione postprandiale non sono definite completamente e gli approcci del trattamento in gran parte sono basati sulle osservazioni aneddotiche. Tuttavia, una serie di trattamenti patologici probabilmente sono compresi, compresi la funzione comprensiva anormale, funzione del baroreceptor come pure versione ed attività vasoactive del peptide.

La definizione corrente di ipotensione postprandiale usa una soglia di 20 Hg di millimetro come tagliata per la diagnosi, ma questa non può essere pertinente alla presenza o all'assenza di sintomi. Si presenta in due ore di un pasto e una grandezza della caduta postprandiale nella pressione sanguigna dipende dalla composizione nel pasto. L'Ingestione dei carboidrati (glucosio in particolare) ha il più grande effetto.

Altre sindromi

Una miriade dei disordini neurologici - compreso la sclerosi a placche, la lesione del midollo spinale e i dorsalis dei tabes (mielopatia sifilitica) - può causare la disfunzione ed il risultato autonomi nell'ipotensione sintomatica. La risposta Intensificata del baroreceptor agli stimoli afferenti e l'attività parasimpatica efferente migliorata egualmente piombo ad ipotensione.

La sindrome Timida-Drager rappresenta un disordine degenerante raro dei gangli comprensivi e basali che provoca la disfunzione autonoma del sistema nervoso e l'ipotensione ortostatica. Egualmente è chiamato atrofia del sistema multiplo e divide molti sintomi del tipo di malattia di Parkinson.

La sincope di Neurocardiogenic è il tipo più comune di sincope caratterizzato da una diminuzione acuta in pressione sanguigna arteriosa sistematica e flusso sanguigno cerebrale, risultando con una perdita improvvisa di coscienza e di tono posturale. Può essere avviata dallo sforzo ortostatico, specialmente negli ambienti caldi, dolore o sforzo emozionale, idratazione bassa e digiuno prolungato.

Sorgenti

  1. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/low-blood-pressure/basics/causes/con-20032298
  2. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2805932/
  3. http://www.scielo.br/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S0066-782X2014000300011&lng=en&nrm=iso&tlng=en
  4. http://www.aafp.org/afp/2011/0901/p527.html
  5. Humes HD. Gli Elementi Essenziali di Kelley di Medicina Interna. Lippincott Williams & Wilkins, 2001; pp. 64-71.
  6. Amico GK, Amico P. Textbook di Fisiologia Pratica - seconda Edizione. Oriente Blackswan, 2006; pp. 193-203.

[Ulteriore Lettura: Ipotensione]

Last Updated: Jan 11, 2015

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski
Comments
The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post