Advertisement
Advertisement

Controindicazioni della Metformina

Da Dott. Tomislav Meštrović, MD, PhD

La metformina di biguanide (dimethylbiguanide) inizialmente è stata presentata per uso nel trattamento del diabete di tipo 2 mellito verso la fine degli anni 50. Oggi questa droga è considerata come l'agente di primo scelta e “il sistema monetario aureo„ per la maggior parte della gente con il diabete di tipo 2. È stato stimato che il numero annuale della gente che riceve le prescrizioni per metformina universalmente fosse più di 120 milioni.

L'efficacia ed i vantaggi del trattamento della metformina in diabete di tipo 2 sono stati confermati dagli studi su grande scala e sono stati riconosciuti da molte istruzione di consenso. Eppure, una grande lista delle controindicazioni può aumentare l'incidenza degli effetti contrari seri, che preclude molti pazienti dalla cattura della metformina.

Intolleranza e controindicazioni a metformina

Tre controindicazioni particolari all'uso di metformina sono state suggerite. Comprendono il danno renale con i livelli elevati della creatina del siero (cioè più di 136 mmol/l in uomini e 124 mmol/l in donne) o la rimozione anormale della creatinina, infarto congestivo che richiede il trattamento farmacologico e l'età avanzata (più di 80 anni).

Il danno Renale rappresenta una controindicazione ad uso della metformina dovuto il rischio aumentato di acidosi lattica (un modulo di acidosi metabolica dovuto la distanza insufficiente di acido lattico dal sangue). Sebbene l'acidosi lattica collegata a metformina sia uno stato raro, con una prevalenza stimata di un - cinque casi per 100 popolazione del   000, ha una mortalità riferita di 30-50%.

Tuttavia, gli studi recenti hanno suggerito che la metformina potesse essere usata sicuro, a meno che il grado di filtrazione glomerulal stimato (il volume di liquido che è filtrato dai capillari dei glomeruli nei tubuli del rene a tempo di unità) scendesse sotto 30 ml/min, con una riduzione della dose consigliata a 45 ml/min.

L'infarto Congestivo è considerato tipicamente come una controindicazione per il trattamento della metformina, così la droga è trattenuta da tantissimi pazienti con il diabete di tipo 2 e l'errore cardiaco coincidente. Gli studi Più recenti suggeriscono che la metformina non possa assolutamente essere controindicata e potrebbero essere utili in tali pazienti.

Il contrassegno della droga specifica che il trattamento della metformina non dovrebbe essere iniziato durante i più vecchi di 80 anni dei pazienti, a meno che la loro rimozione della creatinina sia normale. Eppure, parecchi studi dei pazienti con il diabete di tipo 2 (quelli compresi in 70 anni) hanno indicato che il trattamento della metformina non è associato con i livelli significativamente aumentati del lattato del plasma.

Di Conseguenza un approccio ragionevole è di cominciare con una dose bassa (250 mg due volte al giorno) e di aumentare il settimanale della dose, in base a tolleranza e ad effetto della droga sul punto finale sostitutivo del livello del glucosio di sangue, ad una dose massima di mg 2000-2500 al giorno. La terapia della Metformina dovrebbe essere interrotta se i cambiamenti acuti nella funzione renale sorgono.

Linee guida per l'uso clinico

L'istruzione di Consenso dell'Associazione Europea per lo Studio sul Diabete e dell'Associazione Dentaria Americana raccomanda che la metformina sia iniziata insieme alla dieta ed all'esercizio quando i pazienti sono stati diagnosticati con il diabete di tipo 2. Gli agenti antihyperglycemic Supplementari sono selezionati in base alle emissioni clinicamente pertinenti (quale glucosio che abbassa efficacia, rischio di ipoglicemia ed effetto sul peso corporeo).

È egualmente la droga della scelta per il trattamento farmacologico nelle persone diabetiche resistenti ed obese dell'insulina. Eppure, poichè gli effetti antihyperglycemic di metformina sono simili negli oggetti magri ed obesi, può anche essere raccomandato come trattamento prima linea anche senza obesità.

L'aggiunta di metformina ad insulina è vantaggioso confrontata ad insulina da solo. Ancora, l'aggiunta di metformina ai sulfonylureas in pazienti con l'errore secondario del sulfonylurea è ragionevole in considerazione dei loro meccanismi sinergici di atto. Tutti questi effetti favorevoli piombo alla raccomandazione diffusa alle nelle linee guida basate a prova di molti paesi usare la metformina come agente prima linea.

Sorgenti

  1. http://homepage.vghtpe.gov.tw/~jcma/73/12/615.pdf
  2. https://www.utexas.edu/pharmacy/divisions/pharmaco/rounds/lu11-09-12.pdf
  3. http://www.nps.org.au/publications/health-professional/nps-radar/2008/april-2008/pioglitazone/pioglitazone-webextra-1
  4. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1971167/
  5. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4214027/
  6. Stumvoll M., Haring HU, Matthaei S. Metformin. In: Goldstein BJ, Diabete Di Tipo 2 di Mueller-Wieland D.: Principi e Pratica, Seconda Edizione. Il CRC Stampa, Il 14 novembre 2007; pp. 107-120.

[Ulteriore Lettura: Metformina]

Last Updated: Jan 19, 2015

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski
Comments
  1. Mario Gabriel Mario Gabriel Macao S.A.R. says:

    Metformin can cause pheriferal Neuralgia ?

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post