Microbiologia di Staphylococcus Aureus

Da Dott. Ananya Mandal, MD

i batteri dello stafilococco aureo sono agenti patogeni sia all'uomo che ad altri mammiferi. Sono batteri gram-positivi che sono piccolo di forma rotonda (cocchi) e si presentano come cluster che compaiono come un mazzo di uva su microscopia elettronica.

Microbiologia dello Stafilococco: -

Reazione della Coagulasi

Lo Stafilococco più presto è stato diviso in due gruppi in base alla loro abilità al plasma sanguigno del grumo. Gli stafilococchi positivi alla coagulasi costituiscono le specie più patogene S auree. Gli stafilococchi negativi alla coagulasi (CNS) ora sono conosciuti per comprendere oltre altre 30 specie. È lo SNC che è presente come batteri inoffensivi su interfaccia ma alcuni di questi possono causare le infezioni pure.

Attualmente la reazione della coagulasi più non è usata per classificare S.aureus. Ciò è perché la coagulasi è un indicatore per la S aurea ma là non è prova diretta che è un fattore di virulenza. Tuttavia, il termine è ancora nell'uso molto diffuso fra i microbiologi clinici.

Proteine e virulenza

S.aureus Esprime le determinati proteine e polisaccaridi sulla sua superficie. Ciò è correlata con virulenza. La Virulenza è l'effetto di molti fattori espressi durante l'infezione. I batteri egualmente producono determinate tossine. Nell'organismo gli anticorpi neutralizzano le tossine e gli enzimi stafilococcici.

Tassonomia e convenzioni di denominazione

Almeno 30 specie di stafilococchi sono state riconosciute dall'analisi biochimica. Ciò è specialmente così con l'ibridazione di DNA-DNA. Di questi, 11 sono trovati in esseri umani come batteri inoffensivi su interfaccia, nella punta e nella gola. Questi possono causare la malattia e le infezioni in determinate situazioni.

Identificazioni sotto il microscopio

Questi batteri sono cocchi Gram-positivi circa μm 0,5 - 1,0 di diametro. Sono presenti come uva come i cluster. Possono anche accadere nelle paia ed occasionalmente in brevi catene. I cluster sorgono perché gli stafilococchi si dividono in due aerei. Ciò che ragruppa contribuisce a distinguere gli stafilococchi dagli streptococchi, che si sviluppano solitamente in catene.

Crescendo sulle colonie di media solido di s.aureus Queste compare come mucchi dorati.

Prova della Catalisi

Questa prova contribuisce a distinguere fra gli streptococchi (che è catalisi-negativa) e stafilococchi (che sono attentamente). Su un tubo obliquo agarico o su una cultura del brodo dei batteri parecchie gocce del perossido di idrogeno di 3% sono applicate. Le culture Attentamente bollono immediatamente. Ciò non può essere fatta sull'agar di sangue poiché il sangue stesso produrrà le bolle.

Identificazione di S.aureus

Dopo Che il campione dalle lesioni è prelevato, possono essere macchiate con Colorazione di Gram. S. Aureo è Gram-positivo. L'organismo dall'esemplare clinico da emocoltura o da pus poi è striato sopra i media solidi quali l'agar di sangue, l'agar trittico della soia o l'agar di infusione del cuore. Se l'esemplare è sospettato per essere contaminato è placcato sull'agar del sale del mannitolo che contiene il cloruro di sodio 7,5%.

Un'Altra prova è produzione della desossiribonucleasi termostabile. La S aurea può essere confermata verificando le colonie ad agglutinazione con le particelle del lattice ricoperte rispettivamente d'immunoglobulina G e fibrinogeno che legano la proteina A ed il fattore d'agglutinamento.

Le celle si presentano Microscopicamente separatamente e nelle paia, in brevi catene e nei cluster del tipo di uva. La parete cellulare dei batteri contiene l'acido teichoic. L'acido teichoic di Ribitol (Polisaccaride A) è presente in Staphylococcus aureus. La Proteina A ricopre costante la superficie di s.aureus Ed è solitamente quantità negativa dell'ossidasi.

Da ora ad aprile Cashin-Garbutt, SEDERE Esaminato Hons (Cantab)

Sorgenti

  1. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK8448/
  2. http://www.biomedcentral.com/1471-2180/9/229
  3. http://www.life.umd.edu/classroom/bsci424/pathogendescriptions/Staphylococcus.htm
  4. http://www.bioquell.com/technology/microbiology/staphylococcus-aureus/
  5. http://www.sigmaaldrich.com/content/dam/sigma-aldrich/docs/Fluka/Brochure/1/mibi_focus_3_4.pdf

Ulteriore Lettura

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski
Comments
The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post