La gente Più Anziana può migliorare la loro memoria e posporre la demenza con l'esercizio

Uno studio dai ricercatori Australiani ha trovato che il regular, esercizio moderato può contribuire a migliorare la memoria in gente più anziana ed a ritardare l'inizio di demenza.

Lo studio dai ricercatori all'Università di Melbourne ha trovato che camminare per l'equivalente di 2 e 1/2 ore un la settimana può migliorare significativamente i problemi di memoria nel over-50s.

Lo studio, Forma Fisica per il Cervello di Invecchiamento, piombo dal Professor Nicola T. Lautenschlager, la Presidenza della Psichiatria di Vecchiaia All'università ed è stato compreso 170 partecipanti invecchiati 50 e più, che hanno avuti alcuni problemi di memoria ma non ha avuto demenza.

Lo studio è stato effettuato su un periodo di 18 mesi all'Università di Australia Occidentale ed è il primo per indicare che l'esercizio del moderato può pregiudicare positivamente la funzione conoscitiva.

I 170 partecipanti sono stati divisi in due gruppi - un gruppo ha continuato le loro attività usuali - l'altro hanno partecipato ai 24 programmi di attività fisica da casa di settimana di camminata per tre 50 sessioni minute o di fare l'altro esercizio moderato ogni settimana.

I partecipanti al gruppo di esercizio hanno fatto una media di 142 nuovi minuti in una settimana, o 20 minuti in un giorno, che quelli nel gruppo di controllo.

Il Professor Lautenschlager dice per la fine dello studio, partecipanti al gruppo di esercizio eseguito meglio sulle prove conoscitive e meglio aveva ritardato il richiamo ed egualmente ha avuto punteggi clinici più bassi di classificazione di demenza.

Il Professor Lautenschlager dice che la prova è la prima per dimostrare che l'esercizio migliora la funzione conoscitiva in adulti più anziani con soggettivo ed il danno conoscitivo delicato obiettivo ed i vantaggi di attività fisica erano evidenti dopo 6 mesi e sono stati persistiti per almeno un altro 12 mesi dopo che l'intervento era stato interrotto.

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità 37 milione di persone stimato universalmente ora vivono con demenza, con il Morbo di Alzheimer che compone la maggior parte delle casse e quella figura si pensa che aumenti rapido nel corso dei 20 anni futuri.

Ciò significa i ricercatori devono sotto pressione trovare che i modi di ritardo dell'inizio di demenza e dell'aiuto della gente più anziana restano l'attivo e l'indipendente.

Il Professor Lautenschlager dice che i risultati molto stavano promettendo perché da farmaco dissimile, che non ha effetto significativo su danno conoscitivo delicato, attività fisica presenta il vantaggio di altre indennità-malattia come impedire la depressione, il miglioramento della qualità di vita, impedire le cadute, il miglioramento della funzione cardiovascolare e diminuzione dell'inabilità.

Il Professor Lautenschlager dice se l'inizio di demenza potesse essere ritardato entro 12 mesi, là sarebbe 9,2 milioni meno casi universalmente.

Lo studio è pubblicato nel Giornale di American Medical Association.

Advertisement