Ingrossamento della prostata: dutasteride-tamsulosina terapia di combinazione più efficace

Published on March 3, 2010 at 1:31 AM · No Comments

Come ogni lavoro di squadra di successo, le migliori qualità di due farmaci comunemente prescritti per l'ingrossamento della prostata ha dato risultati migliori rispetto ad entrambi i farmaci da solo, secondo un nuovo studio condotto da UT Southwestern Medical Center.

I risultati, pubblicati in un recente numero della rivista European Urology, i trattamenti confrontati per tre gruppi di partecipanti allo studio con ingrossamento della prostata in quattro anni. Lo studio, che comprendeva oltre 4.800 uomini, è uno dei primi a comparare regimi singolo farmaco e combo in un grande gruppo.

Il primo gruppo di partecipanti allo studio hanno ricevuto il farmaco dutasteride, il secondo gruppo ha ricevuto tamsulosina, e il terzo ha ricevuto una combinazione dei due farmaci.

"Abbiamo trovato la terapia combinata di essere superiori a ridurre il rischio di progressione della BPH", ha detto il dottor Claus Roehrborn, presidente di urologia del Southwestern e autore principale dello studio. "I due farmaci hanno unito le forze in termini di controllo dei sintomi. Sui punti di forza di entrambi i dutasteride e tamsulosina, i partecipanti hanno riferito un minor numero di sintomi, e abbiamo osservato una riduzione del 25 per cento del volume della prostata".

Dr. Roehrborn aggiunto che i soggetti che hanno ricevuto la terapia di combinazione ha anche mostrato una riduzione del 50 per cento della prostata-specifico (PSA), una proteina prodotta da entrambi i tessuti tumorali e non tumorali della prostata. Livelli di PSA può essere un'indicazione di aumento del rischio di cancro perché le cellule tumorali di solito fanno più PSA di quanto non facciano le cellule benigne, causando livelli di PSA nel sangue a salire. In caso di livelli di PSA continuano ad aumentare dopo la terapia di inizio, i pazienti devono essere attentamente monitorati perché la combinazione di farmaci non inferiori letture PSA, il Dott. Roehrborn detto.

Ingrossamento della prostata, chiamato anche iperplasia prostatica benigna (BPH), è una condizione comune urologica che colpisce circa il 50 per cento degli uomini di età compresa tra 51 e 60 e fino al 90 per cento degli uomini di età superiore ai 80 anni.

I sintomi della condizione può essere prolungata e severa. Ingrossamento della prostata crea una pressione sull'uretra, il che rende difficile urinare, che può portare a ritenzione urinaria acuta. Questo provoca ritenzione di una serie di altri problemi, tra cui il disagio estremo e infezioni.

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Dansk | Nederlands | Русский | Svenska | Polski