Terapia cellulare di HUCPVC più efficace nel ripristino della funzione del cuore dopo infarto miocardico

Published on November 16, 2012 at 6:47 AM · No Comments

Uno studio ha pubblicato questo mese dai ricercatori all'Università di Toronto e l'Ospedale di Principessa Margaret di Toronto ha indicato che le celle derivate dal cordone ombelicale, “Celle Perivascolari del Cordone Ombelicale Umano„ (HUCPVCs), sono più efficaci nel ripristino della funzione del cuore dopo un infarto miocardico acuto (gergo in comune, un attacco di cuore) in un modello preclinico che una simile popolazione delle cellule derivata dal midollo osseo.

Attualmente, le celle mesenchymal, conosciute per rilasciare una serie di fattori che stimolano la riparazione del tessuto e gestiscono l'infiammazione, il più comunemente sono raccolte dal midollo osseo. Ma il nuovo studio, intestato dal Dott. Armand Keating, ora suggerisce che le celle del cordone ombelicale superino le celle del midollo osseo nel miglioramento della funzione di muscolo del cuore.

Lo studio, rilasciato nel Trapianto delle Cellule questo mese, dimostra che le celle che provengono dai tessuti che circondano i vasi sanguigni del cordone ombelicale umano, anche conosciuti come “la Gelatina di Wharton,„ hanno superato il sistema monetario aureo corrente per le terapie della cellula staminale per la riparazione del danneggiamento dei muscoli di cuore, dopo un attacco di cuore indotto una volta iniettato direttamente nell'area commovente. Il Dott. Keating chiama il HUCPVC risulta “statisticamente e significativamente migliora„ che le celle del midollo osseo.

Le analisi funzionali Standard del cuore hanno misurato l'effetto della terapia dopo che le celle sono state iniettate. La terapia cellulare di HUCPVC era due volte efficace a riparare il danneggiamento del tessuto del cuore che il trattamento.

“Stiamo sperando che questo traduca in meno complicazioni di sviluppo della gente di infarto perché la loro funzione di muscolo dopo che un attacco di cuore è migliore,„ indica Keating.

Keating ed il suo gruppo ora completeranno gli studi preclinici supplementari e la speranza cominciare i test clinici delle celle di HUCPVC sui pazienti entro 12-18 mesi.

Keating egualmente si interessa a ricerca ulteriore la conduzione con le celle del cordone ombelicale sormontare gli effetti offensivi della chemioterapia sul tessuto del cuore, un problema agonizzante per alcuni pazienti che possono essere fatti maturare del loro cancro per confrontare soltanto l'infarto come conseguenza del trattamento.

Oltre alla malattia di cuore, i test clinici con le celle mesenchymal sono condotti intorno al mondo per studiare il trattamento di varie malattie, compreso una complicazione seria della malattia del trapianto contro l'ospite chiamata trapianto del midollo osseo, dei disordini autoimmuni, delle malattie neurologiche e della ferita del tessuto in seguito al polmone ed all'affezione epatica. Oggi, più di 250 test clinici corrente stanno conducendi universalmente facendo uso delle celle mesenchymal.

Sorgente: Università di Toronto

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski