Gruppo sanguigno, rischio di tromboembolismo di influenza di mutazioni della proteina del sangue

Published on February 20, 2013 at 9:15 AM · No Comments

Dalla Battuta Robertson, Reporter dei medwireNews

I Risultati da due studi Danesi hanno indicato quel gruppo sanguigno di ABO, sia da solo che congiuntamente alla presenza di fattore V e di mutazioni della protrombina, è associato con gli aumenti nel rischio per tromboembolismo venoso (VTE).

“Il gruppo sanguigno di ABO ha avuto un effetto additivo sul rischio di tromboembolismo venoso una volta combinato con il fattore V Leida R506Q e mutazioni della protrombina G20210A,„ dica Børge Nordestgaard (Ospedale Universitario di Copenhaghen, Danimarca) e colleghi.

Ancora, il gruppo sanguigno di ABO era il fattore di rischio più importante per VTE nella popolazione in genere, suggerente che il gruppo sanguigno dovrebbe essere incluso in schermi genetici per il thrombophilia, essi dice.

Il gruppo ha analizzato i genotipi per il gruppo sanguigno di ABO, il fattore V Leida R506Q e la protrombina G20210A fra 66.001 partecipante che sono stati continuati dal 1977 al 2010 ed ha trovato che il rischio per VTE era 1,4 volte maggior fra le persone con un gruppo sanguigno non-o che in quelle con un gruppo sanguigno della O.

Fra le persone con la mutazione di fattore V Leida R506Q, il rischio per VTE era rispettivamente 2,2 e 7,0 volte maggior fra le persone eterozigotiche ed omozigotiche, rispetto ai noncarriers. Per quelli con la mutazione della protrombina G20210A, i rischi corrispondenti di VTE erano 1,5 e 11,0 volte maggiori.

Come riportato nel Giornale Medico Canadese di Associazione, quando il gruppo sanguigno di ABO combinato gruppo con il fattore V Leida R506Q o il genotipo della protrombina G20210A, là era aumenti graduali nel rischio per VTE. I Simili aumenti sono stati veduti quando combina il fattore V Leida R506Q ed i genotipi della protrombina G20210A.

Ulteriore analisi degli studi combinati ha mostrato che il rischio popolazione-attribuibile per VTE era 20% per il gruppo sanguigno di ABO, 10% per il fattore V Leida R506Q e 1% per protrombina G20210A.

La mutazione di Fattore V Leida R506Q induce il fattore V ad essere inattivata ad un più a tariffa ridotta, piombo alla produzione aumentata di trombina, mentre la protrombina G2021A è una mutazione nella regione non tradotta del promotore del gene e piombo ad una produzione aumentata di protrombina, spiega il gruppo.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski