Omalizumab digiuna, sicuro e ben-tollerato negli anni dell'adolescenza ed in adulti con orticaria spontanea cronica

Published on February 25, 2013 at 7:13 AM · No Comments

Un gruppo internazionale dei ricercatori ha trovato che una volta al mese, l'iniezione della alto-dose di una droga comunemente usata di asma è altamente efficace nella cura gli anni dell'adolescenza e degli adulti cronicamente afflitti con gli alveari e l'eruzione severa e che prude. La droga, omalizumab, è stata provata su 323 persone a 55 centri medici per cui la terapia standard dell'antistaminico non è riuscito ad acquietare la loro reazione stante alla base e del tipo di allergia, conosciuta come orticaria idiopatica cronica o orticaria spontanea cronica.

“I Medici ed i pazienti possono ora avere un veloce, l'opzione sicura e ben-tollerata del trattamento da considerare prima della prescrizione dei ancor più antistaminici, che possono altamente calmare,„ dice Sarbjit (Romi) Saini, M.D., un allergist e un immunologo di Johns Hopkins e co-ricercatore di studio. I risultati del gruppo di ricerca sono preveduti per essere pubblicati In New England Journal Medicina del 24 febbraio online, per coincidere con la loro presentazione iniziale alla riunione annuale dell'Accademia Americana dell'Allergia, dell'Asma & dell'Immunologia a San Antonio, il Texas.

I Partecipanti allo studio, che ha funzionato dal 2009 al 2011, erano principalmente donne e fra le età di 12 e di 75. Ciascuno è stato definito a caso per catturare uno di tre regimi di dosaggio di omalizumab, o il placebo, dopo di che sono stati riflessi con i controlli regolari per quattro mesi. Nè i ricercatori nè i partecipanti erano informati di che dose specifica stava catturanda da cui sottopone durante lo studio.

Tutti I partecipanti di studio hanno avuti gli alveari ed eruzione cronici per almeno sei mesi, con molti che soffrono dal termine per più di cinque anni. Tutti avevano continuato a sperimentare gli alveari o un'eruzione che prude severa per una settimana completa mentre catturavano gli antistaminici.

“I Pazienti che soffrono con questa circostanza hanno bisogno più e di migliori opzioni del trattamento perché gli alveari e l'eruzione cronici sono profondo difficili da trattare e possono essere molto debilitanti,„ dice Saini, un professore associato alla Scuola di Medicina di Johns Hopkins University. Saini, che ha studiato il omalizumab dal 2005, precisa che meno che la metà di quelli trattata reagiscono ai trattamenti tradizionali della droga con gli antistaminici.

Saini dice la prova sostanziale di nuova di studio offerta di risultati che questa prima opzione del trattamento dell'iniezione non solo funziona, ma agisce in tal modo più sicuro di altre droghe, quali i corticosteroidi e la ciclosporina del immunosoppressore, che portano il rischio di effetti secondari potenzialmente severi e tossici, compreso ipertensione, l'assottigliamento dell'osso e perfino l'infezione. Al Contrario, l'emicrania era l'effetto secondario più severo osservato con la terapia del omalizumab. Nessun partecipante di studio è morto o sofferto lo shock anafilattico, o ha dovuto ritirarsi a causa di tutti gli effetti contrari o eventi.

Secondo Saini, le influenze idiopatiche croniche di orticaria circa 3 milione Americani e possono o non possono comprendere gonfiare, con due volte altrettante donne come uomini che soffrono dai questi spesso socialmente isolare condiziona. Saini dice che alcuni pazienti avvertono tale gonfiamento severo dei loro occhi, mani, viso, orli e gola che incontrano difficoltà respirare. I Certi rifiuti da andare via di casa, perdendo parecchi giorni per volta a partire da lavoro durante le fiammate.

Nello studio, il gruppo dei ricercatori Americani ed Europei ha iniettato una dose da 300 milligrammi della droga, venduta nell'ambito della marca Xolair, una volta al mese per tre mesi. Saini dice che il sollievo iniziale dai sintomi era rapido ed accaduto dopo una settimana. Dopo tre mesi, 53 per cento della gente hanno avvertito un'eliminazione totale di tutti gli alveari e 44 per cento non hanno avuti ulteriori incidenti degli alveari o del prurito. Le dosi Più Basse della droga, a 150 milligrammi e 75 milligrammi ed il placebo (o milligrammi 0) hanno provato la metà efficace quanto la più grande dose seguente, o non hanno avuti quasi effetto affatto, i ricercatori dicono.

Saini, che egualmente servisce da Direttore del programma di formazione medico dell'amicizia di Johns Hopkins in allergia ed immunologia clinica, aveva condotto la ricerca più iniziale sulle dosi della prova, che sono differenti da quelle utilizzate nella terapia del omalizumab per asma. Le Singole, dosi costanti di omalizumab possono essere usate per trattare gli alveari, mentre dosare per l'asma è calcolato in base al peso del paziente ed ai livelli di sangue di anticorpi di IgE, conosciuti per svolgere un ruolo chiave nelle reazioni allergiche.

I Ricercatori dicono che rimane poco chiaro quanto a precisamente come il omalizumab, in primo luogo approvato negli Stati Uniti nel 2003 come trattamento per asma severa, ferma le reazioni del tipo di allergia di instabilità che sostengono gli alveari cronici ed itching. Che Cosa è conosciuto, dice, è che il omalizumab lega IgE libero che circola nell'organismo ed abbassa il numero dei ricevitori di IgE su altre celle di sistema immunitario ditrasporto. Saini dice che in una reazione allergica tipica, gli allergeni, quali coregone lavarello e le particelle di polvere, legano ai ricevitori di IgE che si siedono su queste celle di sistema immunitario. Questo trattamento provoca rapidamente una versione controllata e ondulata di istamina, un prodotto chimico d'avviamento chiave in questione nell'infiammazione. Ma nell'eruzione che prude degli alveari cronici, la versione dell'istamina sembra essere più spontanea, suggerendo che i mastociti e le cellule basofile ditrasporto siano anormali.

Pianificazioni che seguenti di Saini più studia sugli effetti dei omalizumab su IgE e come contribuisce agli alveari ed all'eruzione cronici. Dice che il suo scopo è di capire il meccanismo di fondo della malattia e di spiegare perché la droga è efficace.

Sorgente: Medicina di Johns Hopkins

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski