Omalizumab digiuna, sicuro e ben-tollerato negli anni dell'adolescenza ed in adulti con orticaria spontanea cronica

Published on February 25, 2013 at 7:13 AM · No Comments

Nello studio, il gruppo dei ricercatori Americani ed Europei ha iniettato una dose da 300 milligrammi della droga, venduta nell'ambito della marca Xolair, una volta al mese per tre mesi. Saini dice che il sollievo iniziale dai sintomi era rapido ed accaduto dopo una settimana. Dopo tre mesi, 53 per cento della gente hanno avvertito un'eliminazione totale di tutti gli alveari e 44 per cento non hanno avuti ulteriori incidenti degli alveari o del prurito. Le dosi Più Basse della droga, a 150 milligrammi e 75 milligrammi ed il placebo (o milligrammi 0) hanno provato la metà efficace quanto la più grande dose seguente, o non hanno avuti quasi effetto affatto, i ricercatori dicono.

Saini, che egualmente servisce da Direttore del programma di formazione medico dell'amicizia di Johns Hopkins in allergia ed immunologia clinica, aveva condotto la ricerca più iniziale sulle dosi della prova, che sono differenti da quelle utilizzate nella terapia del omalizumab per asma. Le Singole, dosi costanti di omalizumab possono essere usate per trattare gli alveari, mentre dosare per l'asma è calcolato in base al peso del paziente ed ai livelli di sangue di anticorpi di IgE, conosciuti per svolgere un ruolo chiave nelle reazioni allergiche.

I Ricercatori dicono che rimane poco chiaro quanto a precisamente come il omalizumab, in primo luogo approvato negli Stati Uniti nel 2003 come trattamento per asma severa, ferma le reazioni del tipo di allergia di instabilità che sostengono gli alveari cronici ed itching. Che Cosa è conosciuto, dice, è che il omalizumab lega IgE libero che circola nell'organismo ed abbassa il numero dei ricevitori di IgE su altre celle di sistema immunitario ditrasporto. Saini dice che in una reazione allergica tipica, gli allergeni, quali coregone lavarello e le particelle di polvere, legano ai ricevitori di IgE che si siedono su queste celle di sistema immunitario. Questo trattamento provoca rapidamente una versione controllata e ondulata di istamina, un prodotto chimico d'avviamento chiave in questione nell'infiammazione. Ma nell'eruzione che prude degli alveari cronici, la versione dell'istamina sembra essere più spontanea, suggerendo che i mastociti e le cellule basofile ditrasporto siano anormali.

Pianificazioni che seguenti di Saini più studia sugli effetti dei omalizumab su IgE e come contribuisce agli alveari ed all'eruzione cronici. Dice che il suo scopo è di capire il meccanismo di fondo della malattia e di spiegare perché la droga è efficace.

Sorgente: Medicina di Johns Hopkins

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski