Musica popolare di uso dei Ricercatori per aiutare i pazienti severamente cervello-danneggiati a richiamare le memorie personali

Published on December 10, 2013 at 6:19 AM · 2 Comments

Nel primo studio sul suo genere, due ricercatori hanno usato la musica popolare per aiutare i pazienti severamente cervello-danneggiati a richiamare le memorie personali. Amee Baird e Séverine Samson descrivono i risultati e le conclusioni della loro ricerca aprente la strada nell'emissione recente del Ripristino Neuropsicologico del giornale.

Sebbene il loro studio copra un piccolo numero di casi, è il primissimo per esaminare “le memorie autobiografiche musica-evocate„ (MEAMs) in pazienti con i traumi cranici acquistati (ABIs), piuttosto che coloro che è in buona salute o soffre dal Morbo di Alzheimer.

Nel loro studio, Baird e Samson hanno giocato gli estratti “dalle canzoni di numero-un di Piccante 100 del Tabellone Per Le Affissioni„ nell'ordine casuale a cinque pazienti. Le canzoni, catturate dal tutto della durata della vita del paziente dall'età cinque, egualmente sono state giocate a cinque oggetti di controllo senza il trauma cranico.  Tutti sono stati chiesti per registrare come il familiare essi era con una canzone data, se la hanno gradita e che memorie ha invocato.

I Dottori Baird e Samson hanno trovato che la frequenza di MEAMs registrato era simile per i pazienti (38%-71%) ed i comandi (48%-71%). Soltanto uno dei quattro pazienti di ABI non ha registrato MEAMs. Infatti, il più alto numero di MEAMs nell'intero gruppo è stato registrato da uno dei pazienti di ABI. In Tutto quelli studiati, la maggior parte di MEAMs erano di una persona, della gente o di un periodo di vita ed erano in genere positivi. Le Canzoni che hanno evocato una memoria sono state notate come più esperto e gradito di quelli che non hanno fatto.

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski