La prova ripartita con scelta casuale di Zilver PTX degli stents d'eluizione per la malattia femoropopliteal dimostra i risultati superiori

Published on February 14, 2014 at 8:30 AM · No Comments

I risultati Quadriennali della Prova® Gestita® Ripartita Con Scelta Casuale PTX di Zilver degli Stents d'Eluizione per la Malattia di Femoropopliteal continuano a dimostrare i risultati coerenti e superiori una volta confrontati agli stents nudi del metallo (BMS) ed all'angioplastia transluminal percutanea (PTA) in termini di evidenza primaria, la riduzione di restenosis e le tariffe del maggiore. Ha Progettato per valutare BMS e la PTA ha ricoperto gli stents come trattamenti per la malattia arteriosa periferica (PAD) nell'arteria femorale superficiale (SFA), lo studio è la prima del suo genere con i dati a lungo termine. I Risultati sono stati presentati per la prima volta durante le Controversie e gli Aggiornamenti nel Congresso 2014 della Chirurgia Vascolare (CACVS) in Francia.

I dati Quadriennali hanno confermato le indicazioni dai risultati precedenti di studio ad un, due e tre anni in termini di

  • evidenza primaria: I Pazienti hanno trattato con lo stent d'eluizione Medico del Cuoco, Zilver PTX, dimostrato 75,0 per cento di evidenza primaria nello SFA. Ciò paragona a 57,9 per cento di evidenza per i pazienti al collocamento provvisorio di BMS nello studio.
  • riduzione di restenosis:  Il restenosis Quadriennale è stato diminuito da 41 per cento con il rivestimento del paclitaxel nel confronto testa a testa del collocamento d'eluizione provvisorio dello stent contro il collocamento di BMS.
  • tariffa del maggiore: 83,2 per cento dei pazienti con le lesioni femoropopliteal che sono state trattate con Zilver PTX non hanno richiesto il maggiore dopo quattro anni. In confronto, 69,4 per cento dei pazienti curati con la PTA acutamente riuscita o il collocamento provvisorio di BMS non hanno richiesto il maggiore.

“Questi risultati a lungo termine indicano che questo stent d'eluizione ha coerente un più alto profilo di efficacia confrontato agli stents nudi del metallo nel trattamento della malattia femoropoliteal in lesioni di meno di 14cm. Restenosis, che può riapparire nel primo anno, è una questione importante nella cura dei questi pazienti. Significativo riduzione di restenosis indicato in questo studio, in particolare claudicants, con 3 pazienti del CUSCINETTO su 4 che rimangono liberamente dal restenosis su un periodo quadriennale, sottolinea l'interesse terapeutico di questo approccio del trattamento alla malattia femoropoliteal,„ ha detto il Professor Patrick Lermusiaux, chirurgo vascolare a CHU Lione, che ha presentato i dati a CACVS a Parigi.

Il Dott. Bertrand Le Halle, chirurgo vascolare alla Clinica Louis Pasteur a Nancy, Francia egualmente ha partecipato al simposio che presenta le sue esperienze facendo uso di Zilver PTX in pazienti diabetici.

“Con il diabete che è una causa principale dell'amputazione e con 10 per cento dei diabetici a rischio dell'amputazione, il maggiore in anticipo con uno stent d'eluizione è di interesse terapeutico reale sia nella prevenzione dell'amputazione che nel miglioramento della gestione a lungo termine globale della malattia. Una Volta Che curati, i pazienti con il diabete possono cominciare aumentare la loro attività fisica che è molto importante nella gestione della questa malattia cronica,„ hanno detto il Dott. il Le Halle.

I dati quinquennali della Prova Ripartita Con Scelta Casuale di Zilver PTX degli Stents d'Eluizione per la Malattia di Femoropoliteal nei pazienti del CUSCINETTO saranno rivelati dalla società questo autunno.

Sorgente: https://www.cookmedical.com/

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski