Le credenze Attitudinali alimentano i sintomi negativi della schizofrenia

Da Eleonor McDermid, Reporter Senior dei medwireNews

Gli atteggiamenti Disfunzionali e l'auto-efficacia bassa sono associati con il funzionamento più difficile nei pazienti con la schizofrenia iniziale e questa relazione è mediata parzialmente dai sintomi negativi, mostra la ricerca.

I risultati supportano un modello in cui le credenze attitudinali disfunzionali contribuiscono ai sintomi negativi, che a loro volta urtano sul funzionamento quotidiano, dicono lo studio l'autore Joseph Ventura (Università di California, Los Angeles, U.S.A.) del cavo ed i colleghi.

“Un'Altra interpretazione è che i livelli più bassi degli atteggiamenti disfunzionali contribuiscono ad assenza di sintomi negativi, che a sua volta piombo a più ben funzionante,„ essi scrive nel Bollettino della Schizofrenia.

Il gruppo ha identificato queste associazioni in pazienti con la schizofrenia iniziale; i sintomi psicotici nel 71 partecipante di studio avevano cominciato precedentemente 5,9 mesi, in media.

Ciò suggerisce che gli atteggiamenti disfunzionali e l'auto-efficacia bassa “stiano resistendo a, funzionalità di memoria della schizofrenia„ e potrebbero influenzare il corso di malattia, dicono i ricercatori.

I pazienti hanno avuti auto-efficacia significativamente più bassa che 20 comandi mentalmente sani di pari età, come valutato con il Disgaggio di Auto-Efficacia. In particolare, i pazienti hanno ritenuto forniti male per invitare qualcuno ad una data.

I Pazienti egualmente hanno avuti punteggi più bassi che i comandi sul Disgaggio Disfunzionale di Atteggiamenti, particolarmente per il subscale Disfattista di Atteggiamenti della Prestazione. Nessun elemento stato fuori, dice il gruppo, con i pazienti che segnano costante in basso su tutti gli elementi.

Sia l'auto-efficacia che gli atteggiamenti disfunzionali sono stati associati con i punteggi globali dei pazienti' sull'Indice Analitico di Funzionamento di Ruolo e con parecchi diversi domini, come erano il funzionamento premorbid, il neurocognition ed i sintomi negativi. l'Auto-Efficacia e gli atteggiamenti disfunzionali, specialmente disfattismo, egualmente sono stati collegati con i sintomi negativi.

Nei modelli della mediazione, gli atteggiamenti e l'auto-efficacia disfunzionali hanno avuti influenze parziali sui sintomi negativi ed i sintomi negativi hanno avuti un impatto significativo sul funzionamento. l'Auto-Efficacia egualmente ha avuta un impatto sul neurocognition, che a loro volta ha pregiudicato il funzionamento.

“Questi risultati hanno implicazioni potenziali per applicare gli efficaci interventi che mirano a migliorare il quotidiano che funziona nei pazienti in anticipo della schizofrenia di corso,„ dicono Ventura et al.

Dicono che nessun intervento finora ha avuto più di un effetto limitato sui sintomi o sulla cognizione negativi, ma gli atteggiamenti disfunzionali e l'auto-efficacia bassa “possono essere obiettivi supplementari, ma meno prossimali„ per la terapia conoscitiva, fornenti “un modo indiretto migliorare il funzionamento diminuendo i sintomi negativi.„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.

Advertisement