I sintomi negativi Primari peggiorano il funzionamento nella schizofrenia

Published on March 19, 2014 at 9:10 AM · No Comments

Da Laura Cowen, Reporter dei medwireNews

I sintomi negativi Primari pregiudicano avversamente il funzionamento professionale e ricreativo del sociale, nei pazienti con la schizofrenia, anche quando l'influenza potenziale dei sintomi negativi secondari è stata rappresentata, rapporto Canadese dei ricercatori.

Sebbene i sintomi negativi della schizofrenia siano stati collegati coerente a risultato funzionale difficile, distinguere fra i sintomi negativi non idiopatici idiopatici e secondari primari è “un'emissione clinica importante,„ dica Gagan Fervaha e colleghi dall'Università di Toronto, in Ontario. Ciò è perché “la patofisiologia di fondo e quindi i trattamenti potenziali differisce per ciascuno di questi„, essi spiega.

Nel loro studio di 1427 persone con la schizofrenia (età media 40,6 anni, uomini di 74%), i ricercatori hanno trovato che i sintomi negativi - valutati con il Disgaggio Positivo e Negativo di Sindrome, il Disgaggio di Depressione di Calgary per Schizofrenia ed il disgaggio di Simpson-Angus per gli effetti secondari extrapiramidali - sono stati associati significativamente con stato funzionale, come valutato dal Disgaggio di Qualità di Vita del Heinrichs-Carpentiere.

Effettivamente, mentre il carico negativo di sintomo sono aumentato, la funzione all'interno delle relazioni interpersonali dei domini (sociale), il ruolo strumentale (professionale) e l'uso degli oggetti comuni e delle attività (ricreativi) è diminuito significativamente.

Quando i ricercatori hanno esaminato le influenze secondarie sul carico negativo di sintomo, hanno trovato che la severità negativa di sintomo è aumentato significativamente con l'aumento della severità di psicosi, della depressione, dell'ansia e dei sintomi extrapiramidali.

Tuttavia, rappresentare questi sintomi secondari nelle analisi statistiche non ha attenuato la relazione fra i sintomi negativi primari ed il risultato funzionale, né ha fatto escludendo i pazienti con psicosi moderato-severa, la depressione, l'ansia e/o i sintomi extrapiramidali.

La relazione fra i sintomi negativi primari ed ogni dominio funzionale di risultato egualmente è rimanere significativa quando i ricercatori hanno incluso soltanto i pazienti con i sintomi secondari delicati che hanno riferito essere antipsicotico libero per almeno 2 settimane prima dell'entrare nello studio (n=56).

Scrivendo in Psichiatria Europea, Fervaha ed i co-author evidenziano che i sintomi negativi hanno spiegato un grande grado di varianza nello stato funzionale, specialmente per sociale e ricreativo funzionando dove la varianza rappresentata dai sintomi negativi da solo era insieme maggior di quella per psicosi, la depressione, l'ansia ed i sintomi extrapiramidali.

“Mentre i sintomi negativi della schizofrenia sempre più stanno abbracciandi come multidimensionali, con determinate sfaccettature (per esempio, amotivation/apatia) dimostranti il maggior impatto sui risultati funzionali, sarà un'area importante della ricerca per discernere le sorgenti secondarie potenziali dei sintomi negativi che differenziale pregiudicano un dominio dei sintomi negativi sopra un altro„, dice il gruppo.

“Ancora, egualmente sarà importante da esaminare se i risultati funzionali di influenza negativa primaria specifica di sintomi (per esempio, influenza smussata) dopo altre variabili possibili sono stati gestiti per.„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski