Sei dimensioni spiegano la variabilità di sintomo di mania

Published on March 21, 2014 at 5:10 PM · No Comments

Dal Pifferaio di Lucy, Reporter Senior dei medwireNews

I Ricercatori hanno identificato una struttura latente di sei-fattore che dicono che il meglio descrive la sintomatologia dei pazienti ospedalizzati con mania bipolare.

La Loro analisi fattoriale esplorativa (EFA) dei dati ottenuti da 117 ricoverati maniaci che hanno completato il Programma per i Disordini Affettivi e la Schizofrenia ha rivelato una soluzione di sei-fattore che ha compreso la depressione, il suicidio, l'insonnia, la mania, la psicosi e l'ansia.

La soluzione è stata confermata in un'analisi fattoriale confermativa che ha esaminato i dati correnti accanto altri a tre modelli da Johnson ed altri, da Swann ed altri e da Rogers et al.

Una soluzione di sei-fattore è in accordo il modello di Swann ed altri, ma i ricercatori, piombo da Alberto Filgueiras (Pontifícia Universidade Católica fa Rio de Janeiro, il Brasile), nota che le dimensioni del modello corrente erano molto differenti e più simili alla struttura proposta da Rogers ed altri, che consiste di appena quattro fattori.

Effettivamente, l'ansia/il pessimismo e psicosi ansiosi erano le sole dimensioni nella soluzione corrente che si sovrapponeva con il modello di Swann et al.

A Differenza di psicosi, l'ansia non è considerata tipica per i pazienti con mania, in modo dai ricercatori postulano che i pazienti maniaci possono o avvertire l'ansia implicita causata dall'episodio maniaco stesso o alcuni pazienti ritengono ansioso dovuto uno stato di relegazione durante l'episodio maniaco.

Dicono che entrambe le ipotesi sono plausibili e che ulteriore ricerca è necessaria determinare il ruolo di ansia nella mania.

La soluzione corrente del EFA ha compreso la mania, la depressione e la psicosi, che era in accordo i modelli di Johnson ed altri e di Rogers ed altri e come i Rogers ed altri modella i sintomi anche inclusi di insonnia.

Questi non sono insoliti in pazienti maniaci, ma i ricercatori interrogano perché l'insonnia non ha caricato nel fattore maniaco. Suggeriscono che i pazienti maniaci possano avvertire diversamente l'insonnia; alcuni possono ritenere che non stiano dormendo bene, ma non importa a loro, o siano ignare della loro propria insonnia. Alternativamente, l'insonnia ha potuto essere associata con la severità di disordine bipolare.

La soluzione corrente del EFA egualmente ha identificato il suicidio come dimensione specifica. “Questo era un risultato inatteso perché i sintomi suicidi tendono a comparire fra i sintomi depressivi,„ scrive il gruppo in Psichiatria Europea.

Propongono che i pazienti maniaci potrebbero mostrare le tendenze suicide dovuto comportamento, il rifiuto di impulsivity o il dolore aggressivo come pure la depressione.

I ricercatori non potevano trovare un modello parsimonioso per spiegare la varianza nei sintomi durante la mania, ma suggeriscono che i sintomi potessero essere troppo diversi essere spiegato in quattro o cinque fattori.

“Il modello di Swann ed altri […] ha mostrato lo stesso numero delle dimensioni del EFA nello studio presente,„ essi precisano. “Questo probabilmente significa che la mania è più complessa e presenta più gruppi di sintomi che la schizofrenia - che mostra normalmente tre dimensioni.„

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski