Sprifermin diminuisce la perdita della cartilagine in pazienti con l'osteoartrite del ginocchio

Published on April 18, 2014 at 9:42 AM · No Comments

In un nuovo studio in pazienti con l'osteoartrite (OA) del ginocchio, a 12 mesi, la perdita femorotibial di spessore della cartilagine di totale è stata diminuita in sprifermin (fattore di crescita umano recombinante del fibroblasto 18) - ginocchia trattate confrontate alle ginocchia placebo-trattate, con gli effetti che sono significativi nel compartimento femorotibial laterale ma non nel compartimento femorotibial centrale.

Risultati pubblicati in Artrite & Reumatologia, un giornale dell'Istituto Universitario Americano di Reumatologia (ACR), indicato che lo sprifermin dosato a 100µg ha diminuito la perdita di spessore della cartilagine ed il volume nella giuntura femorotibial totale e nel compartimento laterale del ginocchio (fuori del ginocchio).

Il Carico Globale 2010 dello Studio di Malattia stima che l'OA pregiudichi 150 milione persone in tutto il mondo, con il ACR che riferisce 27 milione Americani in 25 anni diagnosticati con la malattia. Mentre l'OA è la maggior parte della causa comune dell'inabilità fisica in adulti più anziani, gli studi suggeriscono che l'età media alla diagnosi sia di 55 anni. Nessun trattamento di alternativa o del farmaco (glucosammina, condroitina) ha indicato gli effetti positivi sull'impedire o sull'inversione dei mutamenti strutturali di danno unito causati da OA. 

“Corrente, nessun trattamento dimodificazione è stato approvato dagli Stati Uniti o enti competenti dell'Unione Europea,„ dice il ricercatore L.S. Lohmander, M.D., Ph.D. del cavo, dall'Università di Lund in Svezia. “La Nostra prova studia la sicurezza e l'efficacia dello sprifermin nell'impedire la perdita di cartilagine dovuto OA nel ginocchio.„

Questo studio in doppio cieco del proof of concept ha reclutato 192 pazienti del ginocchio OA che sono stati ripartiti con scelta casuale all'iniezione intra-articolare delle dosi unico ascendenti dello sprifermin o del placebo (n= 24) o alle dosi multiplo-ascendenti dello sprifermin o del placebo (n= 168). Le Dosi della droga sono state amministrate a 10, a 30 e a 100μg. I Ricercatori hanno misurato lo spessore della cartilagine a 6 e 12 mesi facendo uso di imaging a risonanza magnetica (MRI); la larghezza unita dello spazio dai raggi x ed il dolore sono stati segnati facendo uso dell'indice analitico Occidentale delle Università di Ontario McMaster (WOMAC) OA. 

Dei pazienti reclutati, 180 hanno completato la prova e 168 sono stati valutati per i cambiamenti della cartilagine. A 12 mesi, i ricercatori non hanno trovato cambiamento nello spessore di cartilagine nel compartimento femorotibial mediale centrale in pazienti iniettati con lo sprifermin. Tuttavia, una riduzione della perdita di spessore e di volume femorotibial totali e laterali della cartilagine è stata notata di pazienti iniettati con 100μg dello sprifermin contro placebo. La Limitazione della larghezza unita dello spazio egualmente è stata diminuita nel compartimento femorotibial laterale per i pazienti di OA che hanno ricevuto della stessa dose. Il punteggio di dolore di WOMAC è migliorato in tutti i pazienti, con meno miglioramento indicato a 12 mesi per i pazienti che hanno ricevuto lo sprifermin 100μg confrontato a placebo.

Il Dott. Lohmander conclude, “Mentre la nostra prova non ha trovato riduzione di spessore della cartilagine nel compartimento femorotibial centrale fra gli oggetti nel gruppo del trattamento, riduzioni dipendenti dalla dose dei mutamenti strutturali è stato trovato in partecipanti curati con lo sprifermin.„ Gli autori non hanno trovato la sicurezza o emissioni del sito iniezione con lo sprifermin. Gli studi clinici Supplementari saranno necessari ripiegare questi risultati e confermare il dosaggio ottimale.

Sorgente: http://www.wiley.com

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski