la scoperta In relazione con il cervello ha potuto rivoluzionare il trattamento per i disturbi da deficit di attenzione

Published on April 19, 2014 at 11:40 AM · No Comments

Due psicologi di Simon Fraser University hanno fatto una scoperta in relazione con il cervello che potrebbe rivoluzionare la percezione ed il trattamento di medici dei disturbi da deficit di attenzione.

Questa scoperta apre la possibilità che i fattori ambientali e/o genetici possono ostacolare o sopprimere un'attività di cervello specifica che i ricercatori hanno identificato mentre aiutando noi impediamo la distrazione.

Il Giornale della Neuroscienza ha pubblicato appena un documento circa la scoperta da John McDonald, un professore associato della psicologia ed il suo studente di laurea John Gaspar, che hanno fatto la scoperta durante la sua ricerca della tesi del supervisore.

Ciò è il primo studio per rivelare i nostri cervelli conta su un meccanismo attivo di soppressione per evitare essere distratto dalle informazioni irrilevanti salienti quando vogliamo mettere a fuoco su un elemento o su un compito particolare.

McDonald, una Presidenza della Ricerca del Canada in Neuroscienza Conoscitiva ed altri scienziati in primo luogo hanno scoperto l'esistenza dell'indice analitico neurale specifico di soppressione nel suo laboratorio nel 2009. Ma, finora, piccolo è stato conosciuto circa come ci aiuta a trascurare le distrazioni visive.

“Questo è una scoperta importante per i neuroscenziati e psicologi perché la maggior parte delle idee contemporanee dell'attenzione evidenziano i trattamenti del cervello che sono compresi nella selezione degli oggetti pertinenti dal campo visivo. È come l'individuazione del Waldo in Dove è l'illustrazione di Waldo,„ dice Gaspar, l'autore principale dello studio.

“I Nostri risultati indicano chiaramente che questa è soltanto una parte dell'equazione e che la soppressione attiva degli oggetti irrilevanti è un altro Divisorio importante„

Dato la proliferazione di distrarre le unità del consumatore nella nostra società orientata verso la tecnologia e di andatura veloce, gli psicologi dica che la loro scoperta potrebbe aiutare meglio gli scienziati ed i professionisti di sanità a curare le persone con i deficit attentional in relazione con la distrazione.

“La Distrazione è una causa principale della lesione e della morte nell'azionamento ed altri ambienti con un'alta posta in gioco,„ note McDonald, l'autore senior dello studio. “Ci sono diverse differenze nella capacità di occuparsi della distrazione. I Nuovi prodotti elettronici sono destinati per afferrare l'attenzione. La Soppressione dei tali segnali cattura lo sforzo ed a volte la gente non può sembrare farlo.

“Inoltre, i disordini connessi con i deficit di attenzione, quali ADHD e la schizofrenia, possono risultare essere dovuto le difficoltà nella soppressione degli oggetti irrilevanti piuttosto che la difficoltà che seleziona quei pertinenti.„

I ricercatori ora stanno rivolgendo la loro attenzione a capire come ci occupiamo della distrazione. Stanno esaminando quando e perché non possiamo sopprimere potenzialmente distrarre gli oggetti, se alcuni di noi sono migliori a agire in tal modo e perché quello è il caso.

“È provato che le abilità attentional diminuiscono con l'età e quella donne è migliore di uomini a determinate mansioni attentional visive,„ dice Gaspar, il primo autore dello studio.

Lo studio è stato basato su tre esperimenti in cui 47 studenti hanno eseguito un compito attenzione-richiedente di ricerca visiva. La Loro età media era 21. I ricercatori hanno studiato i loro trattamenti neurali relativi all'attenzione, alla distrazione ed alla soppressione registrando i segnali elettrici del cervello dai sensori incassati in un cappuccio che hanno indossato.

Sorgente: Simon Fraser University

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski