I presente di Amgen hanno esteso l'analisi dei dati DI PUNTA di studio a ASCO

Published on May 31, 2014 at 9:44 AM · No Comments

Amgen (NASDAQ: AMGN) oggi ha annunciato i risultati dallo studio DI PUNTA di Fase 2 che rinforzano il vantaggio globale migliore (OS) di sopravvivenza di panitumumab (Vectibix®) una volta utilizzati congiuntamente a FOLFOX, ad un regime basato a oxaliplatino della chemioterapia, rispetto a bevacizumab (Avastin®) più FOLFOX come trattamento prima linea in pazienti al cancro colorettale metastatico selvaggio tipo di RAS (mCRC). I dati sono stati presentati oggi alla Riunione Annualeth 50 della Società Americana dell'Oncologia Clinica (ASCO) in Chicago (No. 3629 dell'Estratto).

I dati presentati a ASCO erano un'analisi estesa dello studio DI PUNTA che supporta l'uso di panitumumab congiuntamente a FOLFOX per i pazienti con il CCRm selvaggio tipo di RAS (assenza di mutazioni di KRAS degli esoni 2, 3, o 4 o delle EKA).

In questa analisi esplorativa, i pazienti che hanno ricevuto il panitumumab più FOLFOX e poi sono stati trattati con ad un trattamento basato a inibitore di VEGF (bevacizumab compreso) hanno avuti un miglioramento mediano di OS di 41,3 mesi. Tramite il confronto, i pazienti che hanno ricevuto il bevacizumab più FOLFOX e poi sono stati trattati con ad un trattamento basato a inibitore anti--EGFR (panitumumab/cetuximab compreso), hanno avuti un miglioramento mediano di OS di 29,0 mesi. Per entrambe le armi, i risultati erano simili a quelli osservati nella popolazione curata camice con il CCRm selvaggio tipo di RAS.

“I dati DI PUNTA iniziali rinforzano l'importanza potenziale di panitumumab per i pazienti selezionati, ma abbiamo voluto valutare se questo vantaggio dipendesse dall'amministrazione con FOLFOX e se altri trattamenti successivi potessero urtare i risultati di sopravvivenza,„ abbiamo detto Fernando Rivera, M.D., Instituto Medico dell'Oncologia, l'Ospedale Universitario Marques de Valdecilla, Santander, Spagna e un principale inquirente nello studio. “Questi dati suggeriscono che una strategia di prima linea del trattamento con panitumumab congiuntamente a FOLFOX possa offrire il vantaggio clinico in pazienti con il cancro colorettale metastatico selvaggio tipo di RAS confrontato ai regimi basati bevacizumab in questa impostazione del trattamento.„

“Lo studio DI PUNTA non solo mostra il vantaggio di sopravvivenza di panitumumab in pazienti che hanno cancro colorettale metastatico con i tumori selvaggio tipi di KRAS, ma egualmente ci ottiene un altro punto più vicino a capire come i marcatori genetici unici possono cambiare il modo che trattiamo i cancri,„ ha detto Sean E. Harper, M.D., vice presidente esecutivo di Ricerca e sviluppo a Amgen. “Ogni studi che intraprendiamo come componente del nostro programma di sviluppo globale del panitumumab aggiungono ad una comprensione crescente di come personalizzare la cura per i malati di cancro.„

Il cancro Colorettale è il terzo la maggior parte del cancro comune negli Stati Uniti ed è la seconda causa principale delle morti del cancro. Circa 1,2 milione casi di cancro colorettale si pensano che accadano globalmente.

SORGENTE Amgen

 

 

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski