Prevalenza di ipertensione arteriosa polmonare caratterizzata nei pazienti di CHD

Published on June 6, 2014 at 5:15 PM · No Comments

Da Sara Pritchard, Reporter dei medwireNews

Le influenze arteriose Polmonari (PAH) di ipertensione appena più di 3% delle persone con la malattia di cuore congenita (CHD), rivelano i dati nazionali dai Paesi Bassi.

Ciò uguaglia ad una tariffa di incidenza di 100 casi in ogni milione della popolazione in genere, riferisce il gruppo di ricerca, piombo da Berto Bouma dall'Università di Amsterdam, nel Giornale Internazionale della Cardiologia.

I risultati di studio indicano che delle quattro classificazioni cliniche di PAH-CHD (sindrome di Eisenmenger [raggruppi A], PAH con gli scambi da sinistra a destra [gruppo B], PAH con CHD [gruppo coincidente C] e PAH [gruppo postoperatorio D]), il PAH postoperatorio era il più comune.

“[W] la e vorrebbe sottolineare che la consapevolezza del PAH in pazienti dopo che la chiusura dello scambio dovrebbe essere aumentata per garantire che il trattamento e l'assistenza medica ottimale e seguito cardiaco per tutta la vita è raccomandato in questi pazienti„, dice i ricercatori.

Il gruppo ha ricavato i dati dalla registrazione Congenita Olandese di Corvitia nel 2011, che ha incluso 12.624 adulti con CHD. Complessivamente 5487 persone sono state considerate a rischio del PAH a causa di avere una diagnosi iniziale dello scambio sistematico--polmonare e 1814 di questi pazienti è stato selezionato a caso per lo studio.

In Tutto, 135 pazienti hanno avuti PAH - una pressione arteriosa polmonare sistolica possibile almeno di 40 mmHg - dare una prevalenza stimata del PAH di 3,2% per l'intera popolazione di CHD. I preventivi Recenti di prevalenza di CHD a 3000 per milione adulti dà una tariffa di incidenza in relazione con CHD del PAH di 100 per milione della popolazione in genere, dicono Bouma ed i colleghi.

Meno casse del PAH possibile sono state classificate come gruppo A, B o C che il gruppo D, a 51, a 15 ed a cinque rispetto a 64, rispettivamente.

I ricercatori hanno calcolato “riguardo„ ad una tariffa del PAH di 5,7% fra tutti i pazienti nel campione che ha subito l'ambulatorio o l'intervento cardiaco correttivo e suggerisce che questo potrebbe dalla correzione in ritardo del difetto, “particolarmente se la malattia vascolare polmonare già si fosse sviluppata„.

Aggiungono che “la ricerca di uture [f] dovrebbe mirare a fornire più comprensione in cui i pazienti sono all'elevato rischio per sviluppare il PAH postoperatorio, per potere fornire la cura adattata ai pazienti sopportati gli scambi sistematico--polmonari„, notanti che non ogni paziente necessariamente trarrà giovamento da chiusura di un difetto.

Per Concludere, prevalenza del PAH aumentata con l'età, ad una prevalenza di circa 2,5% in anni under-30 rispetto a 35,0% in quelli di 80 anni o più vecchi.

Licensed from medwireNews with permission from Springer Healthcare Ltd. ©Springer Healthcare Ltd. All rights reserved. Neither of these parties endorse or recommend any commercial products, services, or equipment.

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski