Gli Scienziati sviluppano il chip per rilevazione del filo del RNA del virus delle dengue

Published on July 7, 2014 at 5:25 AM · No Comments

Gli Scienziati al Centro per la Ricerca e gli Studi Avanzati (Cinvestav) nel Messico hanno sviluppato un chip (anche conosciuto come il microarray del cDNA) che permette la rilevazione del filo del RNA del virus delle dengue. Le informazioni genetiche contenute in questo strumento scientifico segnano il sierotipo con esattezza esatto di malaria che una persona o una zanzara infettata sta portando.

Secondo Maria il de Lourdes Muñoz Moreno, ricercatore al Dipartimento della Genetica e della Biologia Molecolare a Cinvestav, il problema è che a volte le casse delle dengue sono diagnosticate impropriamente. “Un'influenza semplice ha potuto essere confusa dengue; o al contrario, gli ultimi potrebbero essere diagnosticati come freddo,„ ha detto lo specialista.

Il chip permette l'analisi del filo complementare di DNA (cDNA) ottenuto dal virus delle dengue che è portato dal paziente infettato. Lo specialista di Cinvestav spiega che ha detto che il cDNA in covalenza è collegato ad una diapositiva (substrato) che può essere un vetro o un documento.

Attraverso le sonde segnate con gli elementi fluorescenti, chiamati fluorocromi, possono percepire nei colori differenti del chip secondo il sierotipo di dengue che il paziente sta sopportando. Ulteriormente, il microarray del cDNA può video più di un colore se il paziente porta due sierotipi.

Muñoz Moreno ha aggiunto che una diagnosi sbagliata di dengue potrebbe avviare la progressione della malattia. “Se un antidolorifico o un antistaminico è prescritto al paziente infettato dal virus, tali droghe potrebbero causare un assottigliamento delle pareti dei vasi sanguigni, così avviando la febbre emorragica„ il ricercatore ha detto.

Lo scienziato ha detto che quello che conosce il sierotipo preciso del virus delle dengue il paziente è carryng, la progressione della malattia si fermerebbe e seguito ottimale del trattamento sarebbe tenuto. “Quando si tratta di una seconda infezione con un altro sierotipo, gli anticorpi che proteggono l'organismo da dengue nella prima infezione, potrebbe ora aderire al virus di nuovo sierotipo, inducente le celle ad essere infettato più facilmente,„ Muñoz Moreno spiegato.

Corrente, il gruppo di ricerca a Cinvestav sta lavorando per raggiungere un microarray che differenzia le dengue da Chikungubya, una malattia virale recentemente riferita in America Latina Che è trasmessa in un modo del tipo di febbre rompiossa, causante una fase febbrile acuta che dura i due - cinque giorni. (IDENTIFICAZIONE di Agencia).

Sorgente: Centro per Ricerca e gli Studi Avanzati

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski