Lo Studio rivela come il virus del HIV sparge l'infezione

Published on July 10, 2014 at 9:05 AM · No Comments

La Ricerca piombo dall'Università di Adelaide ha fornito le nuove comprensioni in come il virus del HIV notevolmente amplifica le sue probabilità dell'infezione di diffusione ed in perché il HIV è così duro da combattere.

Il HIV infetta le celle immuni umane trasformando le proteine di infezione-combattimento di queste celle “in un tasto segreto„ che lascia il virus dentro. La ricerca Recente ha trovato che un'altra proteina è compresa pure. Un peptide in seme che attacca insieme e nei moduli struttura conosciuto come “le fibrille dell'amiloide„ migliora il grado di infezione del virus dal fino a 10.000 volte incredibili.

Come e perché queste fibrille migliorano la tossicità di causa e di infezione nei somatociti rimane sconosciuta.

Le fibrille del HIV - conosciute come “i rinforzatori seme-derivati dell'infezione virale„ (SEVI) - sono state studiate vicino

“Le fibrille dell'Amiloide svolgono un ruolo importante in una serie di malattie prominenti, come Parkinson, Alzheimer ed altri ed è assolutamente essenziale che capiamo come funzionano se abbiamo di speranza di sviluppare le nuove droghe per fermarle,„ dicono l'autore principale

Nelle ricerche di laboratorio, il gruppo ha trovato che le fibrille del HIV sono tossiche verso le celle dal sistema nervoso. Egualmente hanno trovato che anche quando la fibrilla è separata, i sui elementi costituenti continuano ad essere tossici.

“Questo suggerisce che non possiate impedire appena una parte di SEVI il cumulo ed essere tossico alle celle. Dovete chiudere l'intero affare giù o fermarlo dalla formazione in primo luogo,„ il Dott. Musgrave dice.

I Ricercatori egualmente hanno provato le fibrille contro un altro tipo principale di tessuto dell'organismo, celle epiteliali e trovato non erano tossici a queste celle.

“Le celle Epiteliali sono una barriera importante all'entrata del HIV. Ci sono stati teorie che le fibrille possono danneggiare il livello epiteliale, rendente li molto più facili affinchè il virus entrassero nell'organismo ed infettare le celle immuni, ma i nostri risultati mostrano che le celle epiteliali in buona salute sono resistenti,„ il Dott. Musgrave dice.

“Questa è un'individuazione importante perché potrebbe significare che la tossicità dalle fibrille dipende dal tipo di tessuto che contattano,„ il Dott. Musgrave dice.

“Ora abbiamo una migliore comprensione del ruolo di questi rinforzatori della proteina nell'Infezione HIV. Tuttavia, è chiaro che la molto più ricerca è necessaria in questa area,„ lui dice.

Sorgente: Università di Adelaide

Read in | English | Español | Français | Deutsch | Português | Italiano | 日本語 | 한국어 | 简体中文 | 繁體中文 | Nederlands | Русский | Svenska | Polski