La Vaccinazione contro il diabete di tipo 1 può presto essere a disposizione dei bambini piccoli

Una vaccinazione contro il diabete di tipo 1 presto egualmente sarà a disposizione dei bambini piccoli: lo studio Pre--POINTearly della vaccinazione farà partecipare i bambini fra le età di sei mesi e due anni dall'altro lato della Germania che hanno un parente di primo grado con il diabete di tipo 1. Nello studio Pre PUNTI precedente una risposta immunitaria positiva è stata avviata in bambini invecchiati fra due e sette anni con l'aiuto di insulina in polvere. Lo studio Pre--POINTearly di seguito ora proverà se questo effetto può essere confermato dando molto a bambini piccoli l'insulina orale e se il diabete di tipo 1 può essere impedito a lungo termine.

La prova della vaccinazione dell'insulina è un esempio tipico della cooperazione eccellente fra le università e gli istituti di ricerca. I Partecipanti allo studio sono l'Istituto della Ricerca del Diabete al Helmholtz Zentrum München, l'Istituto Dresda di Paul Langerhans al Technische Universität Dresda, il Centro Tedesco per la Ricerca del Diabete (DZD), l'Università di Monaco Di Baviera Tecnica (TUM) e l'Università di Ludwig Maximilians di Monaco Di Baviera (LMU).

Il nuovo studio Pre--POINTearly della vaccinazione curerà i bambini fra le età di sei mesi e due anni che portano un rischio genetico di sviluppare il diabete di tipo 1 o hanno una storia della famiglia della malattia, ma chi ancora non hanno sviluppato una risposta autoimmune. Come nello studio Pre PUNTI precedente, i partecipanti richiederanno all'insulina nel modulo della polvere con il loro alimento ogni giorno per dodici mesi. La dose quotidiana sarà aumentata gradualmente da 7,5 mg a 67,5 mg. Gli Esami medici saranno condotti ad intervalli di tre mesi per riflettere la salubrità generale dei partecipanti. Nello studio precedente, l'insulina orale è stata indicata per essere tollerata bene e cassaforte. L'Ipoglicemia o altri effetti contrari quali le allergie non ha accaduto.

Perché insulina orale come vaccino?

Quando l'insulina è data oralmente, è assorbita tramite le mucose della bocca e degli intestini ed è divisa in più piccole componenti durante il trattamento digestivo. Ecco perché l'insulina orale - contrariamente ad insulina che è iniettata - non ha influenza qualunque alle glicemie. Invece agisce come un vaccino che prepara il sistema immunitario. “La risposta autoimmune che causa il diabete di tipo 1 nell'infanzia spesso inizialmente è diretta all'insulina, “spiega Prof. Anette-Gabriele Ziegler, Direttore dell'Istituto della Ricerca del Diabete. Lo scopo dello studio Pre--POINTearly è quindi di sviluppare la tolleranza immunitaria ad insulina e di bloccare così il trattamento autoimmune.„ È sperato che l'insulina nel modulo della polvere stimoli la crescita delle celle immuni protettive e così impedisca la distruzione di beta celle.

Il gruppo di lavoro intestato dal Professor Joerg Hasford dell'Istituto per Elaborazione delle Informazioni, la Biometria e l'Epidemiologia Mediche a LMU Monaco Di Baviera è responsabile della metodologia, del coordinamento di dati e della valutazione statistica degli studi Pre PUNTI e Pre--POINTearly.

Sorgente: https://www.helmholtz-muenchen.de/

Advertisement