I petroli Essenziali hanno potuto trattare l'infiammazione del polmone e del fegato indotti da inquinamento atmosferico

Determinati ingredienti in petroli essenziali fatti dagli impianti quali i chiodi di garofano, l'anice, il finocchio e l'ilang-ilang hanno potuto servire da trattamento naturale degli stati del fegato e del polmone causati da inquinamento atmosferico. Ciò è secondo Miriana Kfoury del sur le Vivant di Unité de Chimie Environnementale et di Interazioni, del d'Opale di Université du Littoral Côte in Francia e dell'Università Libanese nel Libano. È l'autore principale di uno studio nelle Lettere Ambientali di Chimica del giornale di Springer. È la prima del suo genere per valutare il valore di usando determinati composti del petrolio essenziale per trattare l'infiammazione causata dalle particelle fini che sono tipiche di aria nebbiosa e inquinante e che sono conosciute per essere cancerogene.

Le Piante contengono naturalmente i vari petroli essenziali che si compongono dei composti differenti. Alcuni di questi sono stati trovati per avere valore antiossidante ed anche per potere combattere l'infiammazione. Un gruppo di composti organici chiamati fenilpropanoidi è trovato nei petroli essenziali di alcuni impianti e mostra la promessa come sostanze antinfiammatorie possibili. Fra questi è l'trans-anetolo (una componente di sapore di anice e finocchio), estragole (trovato in basilico), eugenolo (che si presenta in petrolio del germoglio del chiodo di garofano) e isoeugenol (contenuto nel ylang del ylang).

Kfoury ed i suoi collaboratori in primo luogo hanno raccolto i campioni dell'agente inquinante di aria che contengono le particelle fini a Beirut, Libano. Nelle prove di laboratorio, i campioni poi sono stati presentati alle culture della cellula umana delle celle epiteliali bronchiali normali (BEAS-2B) ed il cancro ha derivato le celle epatiche (HepG2). La materia della particella fine è stata trovata per indurre l'infiammazione nelle celle - queste iniziata per secernere le citochine pro-infiammatorie IL-6 e IL-8 (sostanze che sono secernute durante le infezioni ed il danno di tessuto). I livelli di Cytokin aumentano normalmente quando il sistema immunitario dell'organismo sta combattendo un'infezione specifica.

Dopo, i ricercatori hanno stabilito che l'trans-anetolo, il estragole, l'eugenolo e il isoeugenol tutto avessero cosiddetta citotossicità, in modo da significa che potrebbero causare relativamente la morte delle cellule alle alte concentrazioni. In questa valutazione, potevano determinare il livello di citotossicità di questi lubrificano i composti. Ciò era importante per stabilire la dose massima da selezionare al punto seguente, vale a dire la valutazione per i beni antinfiammatori. Nel secondo giro delle prove, i quattro composti sono stati presentati alla combinazione di linee cellulari e di inquinanti atmosferici per vedere se questi potrebbero proteggere le celle del polmone e del fegato nocive dagli inquinanti atmosferici della particella fine. È stato trovato che i composti del petrolio essenziale provati fanno diminuire i livelli dei due tipi di citochine nei campioni. I livelli di citochina IL-6 hanno fatto diminuire fino a 96 per cento ed i livelli di citochina IL-8 da 87 per cento.

“I risultati forniscono la prima prova che le componenti naturali del petrolio essenziale neutralizzano gli effetti infiammatori del particolato, come quello contenuto in aria inquinante,„ dice Kfoury.

Sorgente: Springer

Advertisement