I Nuovi giochi di realtà virtuale creano la migliore paziente-esperienza per i capretti durante le infusioni

Come clinico dell'infermiere nel centro completo del trattamento di emofilia all'Ospedale Pediatrico Nazionale per quasi 30 anni, Charmaine Biega, MARINA MILITARE, ha guardato i suoi pazienti resistere alle centinaia di bastoni del ago di stampa per le infusioni ed altre procedure che possono significare gli strappi, frustrazione, wiggling e - in alcuni casi - ansia per tutta la vita circa il sistema sanitario ed i trattamenti di che i pazienti con emofilia hanno bisogno per sopravvivere a. Ma quando ha amministrato l'infusione di sei anni del Prodiere di Brody questo mese in clinica, stava facendo qualcosa che non lo avesse veduto mai fare prima di un bastone del ago di stampa: avere divertimento.

Quello è perché vari dei suoi pazienti sono iscritti ad uno studio pilota che sta provando un primo della sua esperienza gentile di realtà virtuale sviluppata dal gruppo di emofilia e dagli esperti in progettazione dai Bambini e dagli studenti Nazionali Dall'Ohio State University. La cacciagione di realtà virtuale, Campata di Voxel, specificamente è stata creata affinchè la sua popolazione paziente completamente li impegni in un ambiente immersive dei pinguini, dei pirati e dei paguri durante le infusioni e le altre procedure.

“Brody appena ha cominciato ottenere i suoi trattamenti con IV in maniera regolare e stava divertendo,„ ha detto Charmaine. “Ma la prima volta ha utilizzato la cacciagione in clinica, così completamente è stato impegnato nella cacciagione quando il IV è stato amministrato, lui appena a mala pena ha sussultato. La differenza in come i pazienti reagiscono durante la procedura quando stanno giocando questi giochi interattivi è notevole.„

Charmaine utilizza una compressa per interagire con la cacciagione e per vedere esattamente che cosa i suoi pazienti stanno vedendo in loro cuffia avricolare completamente su misura. Potere avere interazione fra l'infermiere ed il paziente era clinici importanti di una funzionalità ha sfidato il gruppo addetto alla progettazione a creare.

La cuffia avricolare è stata creata d'importanza dagli esperti in progettazione ai Bambini Nazionali, che hanno sviluppato un modello a perdere, leggero e adatto ai bambini che è stato destinato meditatamente per essere sicuro, di facile impiego e, per i pazienti che hanno bisogno delle infusioni, mani libere per la procedura dei pazienti.

Lo studio pilota, costituito un fondo per da una concessione dalle Fondamenta Nazionali di Emofilia, corrente sta verificando la possibilità di integrazione della tecnologia di realtà virtuale nell'impostazione della clinica. Il gruppo egualmente sta raccogliendo i dati preliminari sull'impiego possibile ed il likeability dai genitori, dai pazienti e dagli infermieri.

“Lavoro con i pazienti pediatrici con i disordini di spurgo e conosco tutti troppo bene i timori ed ansia che essi e la loro esperienza delle famiglie hanno collegato ai frequenti bastoni del ago di stampa,„ ha detto Amy Dunn, il MD, Direttore dell'Ematologia ai Bambini Nazionali. “Ho catturato questo problema al nostro gruppo addetto alla progettazione incredibile e chiesto loro per aiutare il nostro gruppo di emofilia a creare una soluzione che sarebbe stata redditizia, amichevole, sicura, impegnandosi per i bambini di tutta l'età e di guida con aderenza ai trattamenti infine che piombo per migliorare i risultati.„

Jeremy Patterson, cavo di R & S della Tecnologia di Esperienza Utente e progettista della testa per il progetto ai Bambini Nazionali, è aumentato a questa sfida ed il suo gruppo ha creato un ambiente di realtà virtuale che è personalizzato specificamente per i pazienti con emofilia. E, riconosce, è definitivamente divertimento.

“Ho fatto i lotti dei giochi e conosco che cosa gli appelli ai capretti e che cosa non fa, ma creando qualcosa che realmente abbia aiutato i bambini ad avere una migliore paziente-esperienza, c'è niente di maggior di quello,„ ho detto Patterson.

Il gruppo ai Bambini Nazionali corrente sta esplorando come questa tecnologia potrebbe essere utilizzata nell'impostazione domestica per le infusioni che multiple i pazienti con emofilia ottengono ogni settimana. Egualmente stanno provando come la tecnologia di realtà virtuale può fare una differenza nell'istruzione dei clinici.

“Il feedback che abbiamo ottenuto finora è stato realmente positivo,„ ha detto il Dott. Dunn. “Come “Un Gruppo„ abbiamo progettato un approccio che è vero impegnantesi e immersive per i capretti ed è personalizzato ai loro bisogni e crediamo che realmente faccia una differenza nel loro trattamento e risultati.„

Sorgente: Ospedale Pediatrico Nazionale

Advertisement