Lo Studio confronta il consumo dell'alcool durante la gravidanza attraverso i Paesi europei

Uno studio fra oltre 7000 donne in 11 manifestazione dei Paesi europei la percentuale di donne in Europa che bevono l'alcool quando sanno sono incinte sono le più basse in Norvegia e le più alte nel REGNO UNITO. I paesi con la proporzione elevata delle donne che hanno riferito il consumo dell'alcool durante la gravidanza erano il REGNO UNITO (28.5%), la Russia (26.5%) e la Svizzera (20.9%).

Ciò è il primo studio che confronta il consumo dell'alcool durante la gravidanza attraverso 11 Paese europeo. Lo studio usa lo stesso metodo per la raccolta dei dati, quindi rendente i risultati comparabili fra i paesi.

Risultati
In media, 16% delle donne nel 11 Paese europeo ha riferito che hanno bevuto l'alcool dopo che hanno saputo che erano incinte.

  • I paesi con la proporzione elevata delle donne che hanno riferito il consumo dell'alcool durante la gravidanza erano il REGNO UNITO (28.5%), la Russia (26.5%) e la Svizzera (20.9%).
  • I paesi con la percentuale più bassa di donne che hanno riferito il consumo dell'alcool erano la Norvegia (4.1%), la Svezia (7.2%) e la Polonia (9.7%).
  • Le Donne che hanno riferito il consumo dell'alcool durante la gravidanza erano più probabili essere più vecchie, più molto colte, nell'occupazione ed avevano fumato prima della gravidanza che le donne che non hanno riferito questo consumo.

Perché poche donne in Norvegia bevono durante la gravidanza confrontata nel REGNO UNITO?

Sebbene la popolazione Britannica nella bevanda generale più dei Norvegesi (riferimento: Rapporto: Le Droghe in Norvegia nel 2016, Fig. 2.6.2, P. 30), lo studio hanno trovato che i paesi con una cultura bevente comparabile nel REGNO UNITO - come la Polonia e la Francia - hanno avuti percentuali di donne relativamente basse che bevono durante la gravidanza.  Di Conseguenza, la cultura bevente nella popolazione globale non può necessariamente applicarsi a coloro che è incinto.

“Le Differenze nel comportamento bevente delle donne incinte fra i paesi possono avere molte spiegazioni oltre alle variazioni nella volontà delle donne di fornire informazioni sul loro consumo dell'alcool durante la gravidanza. Ci potrebbe essere differenze nelle linee guida nazionali o nelle campagne educative circa bere durante la gravidanza, differenze nella visita prenatale e negli atteggiamenti nei confronti di uso dell'alcool nella gravidanza, o una combinazione di tutti questi fattori,„ saysProfessor Hedvig Nordeng dall'Istituto della Salute pubblica Norvegese, che è il ricercatore principale dello studio in Norvegia.

Chi beve la maggior parte?

Di quelle donne che hanno detto hanno bevuto l'alcool durante la gravidanza, 39% hanno consumato almeno un'unità dell'alcool al mese. Coloro che ha bevuto il più delle volte (più di un'- due unità alla settimana) erano in Italia (7.8% delle donne ha detto che hanno bevuto durante la gravidanza) e nel REGNO UNITO (2.8%).

Coloro che ha bevuto i minimo (1-2 unità durante l'intera gravidanza) erano in Norvegia e la Svezia (più di 80% delle donne che li hanno detti ha bevuto durante la gravidanza) e la Francia, la Polonia, la Finlandia e la Russia (70- 80%).

Di Conseguenza, anche se una più grande percentuale di donne Russe continua a bere durante la gravidanza, confrontato agli altri paesi realmente non bevono che molto. Le donne che bevono durante la gravidanza in Italia sembrano bere molto più che le donne negli altri paesi. Di Nuovo, questo può essere dovuto una combinazione di fattori.

Invii il documento Angela che Lupattelli dall'Università di Oslo, che ha coordinato lo studio in Norvegia ed in Italia, spiega:

“Possiamo speculare che sia i fattori sociali che culturali svolgono un ruolo. Gli atteggiamenti delle Donne da un lato e le linee guida ed i criteri in relazione con l'alcool nazionali d'altro canto, possono influenzare il comportamento bevente delle donne durante la gravidanza,„ saysLupattelli.

I Fumatori e le donne molto colte bevono la maggior parte
L'associazione fra il fumo prima che la gravidanza e l'uso dell'alcool durante la gravidanza sia stata osservata nella ricerca più iniziale. Una spiegazione plausibile per questa associazione è il comportamento di fondo di salubrità di comportamento imprudente fra queste donne.

Sembra come un paradosso che le donne più anziane e più molto colte siano state più probabili bere durante la gravidanza, che egualmente conferma la ricerca priore sull'argomento.

Questo studio non ha esaminato la relazione fra formazione e la quantità o la frequenza di bere durante la gravidanza.

Gli autori di studio speculano se le donne più anziane e più istruite potrebbero essere più critiche verso le linee guida che raccomandano l'astinenza completa dall'alcool durante la gravidanza. Gli autori si domandano se le donne più anziane più di meno sono esposte che le più giovani donne alle campagne di salubrità che mettono in guardia contro uso dell'alcool durante la gravidanza, particolarmente se bevessero poco durante le gravidanze precedenti ed avessero bambini in buona salute.

Gli autori di studio ritengono che per le campagne nazionali sia importante mirare a tutte le donne dell'età di gravidanza:

“Non c'è quantità minima sicura definita di alcool da bere durante la gravidanza. Quindi raccomandiamo che tutte le donne incinte dovrebbero aderire alle linee guida per astinenza dell'alcool totale durante la gravidanza,„ diciamo Nordeng.

Dati
Lo studio ha consistito di 7905 donne, 53% erano incinti e 46% erano nuove madri (con un bambino fino a di un anno).

I paesi inclusi erano la Croazia, la Finlandia, la Francia, l'Italia, la Norvegia, la Polonia, la Russia, la Serbia, la Svezia, la Svizzera ed il REGNO UNITO.

Le donne hanno compilato un questionario online anonimo, che era disponibile sui siti Web selezionati destinati alle donne incinte nei rispettivi paesi. Poiché il questionario era anonimo, gli autori ritengono che le notifiche in difetto siano state minime.

Sorgente: https://www.fhi.no/en/news/2017/pregnant-women-drink-least/

Advertisement