Causa fondamentale puntuale dei ricercatori di Penn di Migliore malattia

Nominato per il Meglio di Friedrich, che ha caratterizzato la malattia nel 1905, la Migliore malattia, anche conosciuta come la distrofia maculare del vitelliform, bambini di influenze e giovani adulti e può causare i declini severi nella visione centrale mentre i pazienti invecchiano. La malattia è una in un gruppo di circostanze conosciute come i bestrophinopathies, interamente collegati alle mutazioni nel gene BEST1. Questo gene è espresso nell'epitelio retinico del pigmento, o in RPE, un livello di celle che undergirds e nutrisce le celle del fotoricettore, i coni retinici ed i coni responsabili della visione.

Malgrado il secolo di lavoro sui bestrophinopathies e dell'identificazione delle mutazioni genetiche responsabili delle circostanze, nessuno aveva identificato il meccanismo che di fondo quello piombo alla visione la perdita veduta nella Migliore malattia finora.

Facendo Uso di un modello animale di Migliore malattia congiuntamente alle analisi biochimiche ed ottiche, un gruppo dei ricercatori all'Università Della Pennsylvania ha segnato una serie di anomalie con esattezza che provocano i danni veduti nella malattia.

“La causa genetica della malattia è stata conosciuta per 20 anni, ma nessuno ha avuta campioni dei pazienti nella fase quando la malattia comincia,„ ha detto Karina E. Guziewicz, assistente universitario della ricerca dell'oftalmologia a Scuola di Penn di Medicina Veterinaria E dell'autore principale sullo studio. Ma “ora potevamo segnare questa fase iniziale con esattezza e scoprire che fattori avviano lo sviluppo delle lesioni.„

I nuovi insiemi di informazioni il collaborare per verificare una terapia genica per trattare la malattia, come i ricercatori potranno osservare indipendentemente da fatto che queste anomalie strutturali e biochimiche sono state corrette.

“Ora che capiamo che cosa stiamo vedendo, permette che noi giudichiamo il successo di una terapia particolare,„ ha detto Gustavo D. Aguirre, il professor della genetica medica e dell'oftalmologia al Veterinario di Penn.

Kathleen Boesze-Battaglia, il professor nel Dipartimento di Biochimica a Scuola di Penn di Odontoiatria, anche contribuita la sua competenza in biochimica del lipido ed analisi spettrale dei detriti allo studio, che del lipido è stato pubblicato nel Progresso del giornale in Retinico ed Eye la Ricerca, il giornale allineato superiore nel campo di occhio-ricerca.

“Interessante, la capitalizzazione dei detriti del lipido è simile alla formazione di placche ricca del colesterolo, composta da una complessità del metabolismo della vitamina A,„ ha detto Boesze-Battaglia. “Le Alterazioni nel metabolismo dei lipidi probabilmente contribuiscono alla patologia secondaria di malattia in questo modello.„

Malattia circostante di puzzle principale la Migliore era perché, malgrado il gene BEST1 che è subito una mutazione nel RPE in tutto la retina, la perdita della visione direzione la macula e la fovea, le zone centrali della retina responsabile della lettura e mansioni che richiedono la visione ad alta definizione, mentre sembrando risparmiare il resto. I Ricercatori avevano osservato le lesioni in questa area, ma era sconosciuta perché si sono sviluppate.

In questo studio, dal il gruppo Guidato Penn ha scoperto che questa predilezione della macula per sviluppare le lesioni riguarda le differenze nelle strutture portanti dei coni retinici contro i coni.

Rohi, che compongono più di 90 per cento delle celle del fotoricettore nella retina e sono responsabili della visione dell'tenue-indicatore luminoso, hanno un cluster delle strutture portanti conosciute come i microvilli di RPE che foggiano a coppa la cella come i pali che sostiene un impianto. Al contrario, i coni, i fotoricettori dipercezione che compongono 3 - 5 per cento di tutti i fotoricettori ma sono sovrarappresentati nella macula, sono inghiottiti in una guaina dei microvilli. Inoltre, i coni sono supportati da una matrice insolubile.

Le sezioni trasversali d'Esame della regione del tipo di fovea nella macula canina dei cani influenzati con l'equivalente canino di Migliore malattia, i ricercatori hanno trovato che i microvilli non si formano e che la matrice è spezzettata. La predisposizione della macula è dovuto il fatto che i coni sono il tipo predominante delle cellule là e contano sulla matrice per supporto e lo scambio nutriente.

“Non stavamo pensando trovare tali anomalie strutturali drammatiche,„ Guziewicz ha detto. “Per cento anni, questo ha avuta luogo probabilmente una malattia del RPE, ma ora abbiamo identificato questo come malattia dell'interfaccia del RPE-fotoricettore.„

“Il RPE fornisce il trasporto delle sostanze nutrienti ai coni e inghiotte la parte eliminata dei coni e coni retinici,„ ha detto Aguirre. “Quando perdete la matrice, perdete la connessione fra quelle celle e il RPE e quello piombo alla malattia.„

Per determinare se gli stessi fossero veri in esseri umani, il gambo pluripotent indotto essere umano guardato ricercatori cella-ha derivato RPE dai Migliori pazienti di malattia ed ha trovato le simili impronte: i numeri dei microvilli sono stati diminuiti nella lunghezza e nella densità. Questi esperimenti sono stati eseguiti in collaborazione con il laboratorio di David Gamm dall'Istituto Di Ricerca Dell'Occhio di McPherson all'Università di Wisconsin-Madison.

Guardando avanti, il gruppo di ricerca vorrebbe continuare a sondare i segnali biochimici che piombo allo sviluppo improprio dei microvilli e della matrice e spingono avanti con mettere a punto e sperimentare un approccio di terapia genica a trattare i bestrophinopathies.

“Sapere dove le rotture accadono permetterà che noi sviluppiamo le misure adeguate di risultato per una terapia genica, che è negli impianti,„ ha detto Guziewicz.

Sorgente: https://news.upenn.edu/news/penn-team-characterizes-underlying-cause-form-macular-degeneration

Advertisement