I Ricercatori scoprono come la tau interrompe il funzionamento delle cellule nervose anche prima della formazione dei grovigli

I Proteina tau sono compresi in più di venti malattie neurodegenerative, compreso i vari moduli di demenza. Queste proteine si agglutinano insieme nei cervelli dei pazienti per formare i grovigli di un neurone: aggregazione della proteina che finalmente coincide con la morte delle cellule cerebrali. Il gruppo di ricerca di Prof. Patrik Verstreken (VIB-KU Lovanio) ora ha scoperto come la tau interrompe il funzionamento delle cellule nervose, anche prima che cominciasse formare i grovigli. Immediatamente suggeriscono un modo intervenire in questo trattamento.

I Proteina tau sono più noti come le proteine che sono impilate per formare “i grovigli„ di un neurone nei cervelli dei pazienti di Alzheimer, ma egualmente svolgono un ruolo in molti altri disordini del cervello quale la malattia di Huntington e di Parkinson. In circostanze sane, i proteina tau sono connessi al citoscheletro delle cellule nervose, in cui supportano la stabilità strutturale delle cellule. Nelle cellule nervose dei pazienti, tuttavia, la tau è spostata dal citoscheletro ed infine aggroviglia insieme per formare le capitalizzazioni della proteina che interrompono il funzionamento delle cellule nervose.

Guastafeste In Anticipo
Ma anche prima che queste capitalizzazioni della proteina siano formate, la tau spostata impedisce la comunicazione fra le cellule nervose. Il gruppo di ricerca di VIB ha descritto un nuovo meccanismo per questo nelle Comunicazioni della Natura del giornale.

Il Professor Patrik Verstreken (VIB-KU Lovanio) spiega: “Abbiamo dimostrato quello quando la tau del mutante sposta dal citoscheletro, pricipalmente ci sistemiamo alle sinapsi delle cellule nervose. Ciò era non solo il caso nelle mosche e nei ratti di frutta ma anche nelle cellule cerebrali dei pazienti umani. Le Vescicole che contengono i prodotti chimici sono rilasciate a queste sinapsi, che serviscono da mezzi di comunicazione fra due cellule nervose differenti. Quando la tau si sistema alla sinapsi, chiude sulle vescicole, inibenti la trasmissione sinaptica.„

Ricerca Fondamentale con le prospettive per le applicazioni terapeutiche
Queste nuove comprensioni sono il risultato di una collaborazione vicina fra i laboratori differenti a VIB, le università di Lovanio, Lovanio-La-Neuve (sia nel Belgio) che di Edimburgo (REGNO UNITO) e con i ricercatori da Janssen Pharmaceutica. Aprono la strada per un trattamento possibile.

“Ora che sappiamo la tau inibisce la trasmissione sinaptica, possiamo cercare i modi impedirla.„ Prova già fornita di Patrik Verstreken del principio: “Se fermiamo la tau dalla chiusura sulle vescicole nelle cellule nervose dei ratti e delle mosche di frutta, possiamo impedire l'inibizione di trasmissione sinaptica ed anche la morte delle cellule nervose.„ Ulteriore ricerca dovrebbe rivelare se questa strategia egualmente sarà utile per i pazienti.

Sorgente: http://www.vib.be/en/news/Pages/Tau-prevents-synaptic-transmission-at-early-stage-of-neurodegeneration.aspx

Advertisement