Lo Studio mostra il collegamento fra il consumo i dolcificanti artificiali e dei rischi di emissioni di salubrità e di obesità

I dolcificanti Artificiali possono essere associati con obesità a lungo termine ed il rischio aumentato di obesità, di diabete, di ipertensione e di malattia di cuore, secondo un nuovo studio pubblicato in CMAJ (Giornale Medico Canadese di Associazione)

Il Consumo di dolcificanti artificiali, quale aspartame, sucralosio e stevia, è diffuso ed aumentare. I dati Emergenti indicano che artificiali, o non nutritivi, i dolcificanti possono avere effetti negativi su metabolismo, sui batteri dell'intestino e sull'appetito, sebbene la prova sia contrastante.

Per capire meglio se consumando i dolcificanti artificiali fosse associato con gli effetti a lungo termine negativi su peso e sulla malattia di cuore, i ricercatori dall'Università di George di Manitoba & il Centro di Yee del Fay per l'Innovazione di Sanità hanno effettuato un esame sistematico di 37 studi che hanno seguito oltre 400 000 persone per una media di 10 anni. Soltanto 7 di questi studi erano prove controllate ripartite con scelta casuale (il sistema monetario aureo nella ricerca clinica), comprendenti 1003 persone seguite in media per 6 mesi.

Le prove non hanno mostrato un risultato costante dei dolcificanti artificiali su perdita di peso e gli studi d'osservazione più lunghi hanno mostrato un collegamento fra consumo di dolcificanti artificiali ed elevati rischi relativamente di obesità e l'obesità, ipertensione, il diabete, malattia di cuore ed altre emissioni di salubrità.

“Malgrado il fatto che milioni di persone consumino ordinariamente i dolcificanti artificiali, relativamente pochi pazienti sono stati inclusi nei test clinici di questi prodotti,„ ha detto il Dott. Ryan Zarychanski, l'Assistente Universitario, la Facoltà delle Scienze di Salubrità, Università dell'autore di Rady di Manitoba. “Abbiamo trovato che i dati dai test clinici non supportano chiaramente i vantaggi progettati dei dolcificanti artificiali per la gestione del peso.„

“L'Avvertenza è autorizzata fino a caratterizzare gli effetti sulla salute a lungo termine dei dolcificanti artificiali completamente,„ ha detto il Dott. Meghan Azad, l'Assistente Universitario, la Facoltà delle Scienze di Salubrità, Università dell'autore principale di Rady di Manitoba. Il Suo gruppo all'Istituto Di Ricerca Dell'Ospedale Pediatrico di Manitoba sta intraprendendo un nuovo studio per capire come il consumo del dolcificante artificiale dalle donne incinte può influenzare i batteri di obesità, del metabolismo e dell'intestino nei loro infanti.

“Dato l'uso molto diffuso ed aumentante dei dolcificanti artificiali e l'epidemia corrente dell'obesità e delle malattie relative, la più ricerca è necessario determinare i rischi a lungo termine e vantaggi di questi prodotti,„ ha detto Azad.

Sorgente: Giornale Medico Canadese di Associazione

Advertisement