Epidemiologia del morbo di Alzheimer

Il morbo di Alzheimer è un disturbo neuropsicologico caratterizzato da degenerazione progressiva dei neuroni, che provoca la demenza ed il danno mentale.

La circostanza comprende i sintomi di danno conoscitivo delicato che finalmente provoca la perdita di memoria completa, lo stato mentale confuso, il processo decisionale alterato e la dipendenza aumentata. I pazienti influenzati dalla malattia dimenticano anche le attività più sistematiche nelle loro vite.

La difficoltà nell'assolvimento delle tutte le mansioni aumenta mentre la malattia progredisce. I pazienti di Alzheimer egualmente sviluppano i sintomi comportamentistici di apatia e di ritiro del sociale. Egualmente soffrono dalla depressione e dai basculaggi asse verticali di umore bipolari.

Il morbo di Alzheimer è classificato in parecchi tipi - basati su tempo di inizio (manifestazione tardiva, inizio iniziale), sulla severità (severi, moderati, delicati) e sulla risposta infiammatoria (infiammatorio, non infiammatorio, corticale).

Gli marchi di garanzia del morbo di Alzheimer comprendono la formazione di grovigli neurofibrillary di una proteina chiamata tau del `' che è utilizzata nel funzionamento normale del cervello e nella generazione di placche delle proteine dell'beta-amiloide nel cervello. Questi cambiamenti provocano la perdita di comunicazione della cella--cella ed infine di morte delle cellule. Il morbo di Alzheimer principalmente pregiudica la regione dell'ippocampo del cervello.

Credito di immagine: Pathdoc/Shutterstock
Credito di immagine: Pathdoc/Shutterstock

Incidenza e distribuzione

Nel 2016, circa 47 milione di persone vivono con demenza attraverso il globo. Alzheimer è il singolo la maggior parte della causa comune di demenza, comprendente 70% tutti i casi. La maggior parte dei pazienti con Alzheimer ha manifestazione tardiva (intorno 65 anni o più successivamente) e poche hanno presto-inizio durante gli anni 40 o gli anni 50.

La distribuzione geografica di Alzheimer leggermente è distorta. I paesi e l'America settentrionale d'Europa occidentale fa il più alta seguire prevalenza di Alzheimer, dalla Cina, da America Latina e da paesi Occidentale-Pacifici. Le tariffe di incidenza egualmente descrivono la simile maschera, eccezione fatta per il fatto che America Latina ha un'incidenza relativamente più alta di Alzheimer confrontata ai paesi d'Europa occidentale.

Negli Stati Uniti, circa 5,7 milione di persone stanno vivendo con Alzheimer. È la sesta causa della morte principale negli Stati Uniti ed il numero delle morti è salito alle stelle entro 123% fra 2000 e 2015.

Fattori epidemiologici

Alzheimer è creduto di essere il punto di vari tipi di fattori di rischio:

Fattori di rischio genetici

La maggior parte dei casi dell'presto-inizio Alzheimer descrivono le mutazioni in tre geni distinti - PSEN1, PSEN2 ed APP. La manifestazione tardiva Alzheimer in gran parte è associata con una mutazione nel gene di Apolipoprotein E4 (ApoE4), particolarmente nelle persone di bianco del non Latino-americano. La correlazione diretta fra ApoE4 ed Alzheimer era contradditoria nella gente di altre origini etniche. L'associazione potenziale di molti altri geni con Alzheimer ha entrato ultimamente in indicatore luminoso, anche se mancando di una conclusione generalizzabile.

Fattori non genetici

L'età è un fattore di rischio importante per Alzheimer. Infatti, il morbo di Alzheimer è principalmente una malattia di invecchiamento. Le femmine sono più probabili sviluppare Alzheimer confrontato ai maschi, parzialmente perché vivono più lungamente.

L'ipertensione è stata trovata per essere concorrente con Alzheimer in alcuni degli studi. La comprensione del terreno comunale è che la pressione sanguigna aumentata può danneggiare l'integrità della barriera ematomeningea e quindi il trasferimento dei substrati tossici nel cervello che causa il danno di un neurone ed il danno conoscitivo.

La malattia cerebrovascolare è egualmente un fattore di rischio per Alzheimer. Infarti e vasculopathy ischemici nella posa del cervello un grande rischio. Questi sono stati associati con le probabilità aumentate di Alzheimer. Tuttavia, il meccanismo rimane unestablished.

Il diabete di tipo 2 aumenta il rischio del Alzheimer da duplice. Il meccanismo non è chiaro, ma è creduto per essere dovuto il hypometabolism del glucosio e l'infiammazione risultante nel cervello. Inoltre, i livelli aumentati di lipidi del plasma sono associati con ad alto rischio di Alzheimer. Questo rischio più ulteriormente è confermato da un collegamento genetico con la mutazione dei geni responsabili del metabolismo dei lipidi.

Il peso corporeo di una persona può anche essere un fattore di rischio. Un livello come pure un peso corporeo basso, sono considerati di intensificare il rischio di sviluppare Alzheimer nella vita più tarda. L'attività fisica può influenzare lo sviluppo del morbo di Alzheimer. È un fatto ben noto che l'esercizio fisico può upregulate parecchi neurotrasmettitori nel cervello e può migliorare le funzioni conoscitive come pure logiche di ragionamento. Quindi, essere fisicamente attivo può diminuire il rischio dello sviluppo e della progressione della malattia.

Alcuni studi hanno collegato la sindrome metabolica con i sintomi di perdita di memoria. D'altra parte, i dati storici indicano che la a dopo il trauma cranico (trauma cranico traumatico) può aumentare le probabilità di Alzheimer e di demenza in generale.

La sua dieta può anche contribuire allo sviluppo della malattia. L'intervento del Mediterraneo-UN POCO per la dieta di mora di Neurodegenerative (MENTE) è raccomandato per minimizzare sostanzialmente il rischio di sviluppare Alzheimer come pure per impedire ulteriore danno neurale in pazienti con la circostanza. Ciò include i legumi verdi di consumo, interi carboidrati del granulo, vino, noci, i fagioli e bacche, tra l'altro. D'altra parte, la dieta raccomanda di evitare gli alimenti, gli elementi del formaggio ed i dessert trasformati.

L'esposizione ad inquinamento può anche aumentare il rischio di sviluppare Alzheimer. Particolato, quali magnetite e nichel, posa un grande rischio di Alzheimer. Anche se il ruolo di inquinamento atmosferico come agente causativo diretto non è provato, definitivamente aumenta il rischio di Alzheimer nella coniugazione con altri fattori di rischio.

La prova del collegamento fra il fumo e lo sviluppo di Alzheimer è discutibile, anche se fumando in gran parte è considerato nocivo e quindi dovrebbe essere evitato. Infine, gli studi comportamentistici e d'osservazione indicano un vantaggio significativo contro demenza nelle persone che ottengono implicate nell'apprendimento le cose, la lettura e giocare nuovi, per nominare alcuni.

Biomarcatori

I livelli di plasma come pure i biomarcatori del liquido cerebrospinale, sono influenzati dal morbo di Alzheimer. Questo fatto rende loro uno strumento utile nella diagnosi accurata di Alzheimer nella fase iniziale.

Il biomarcatore principale del plasma che è compreso in patofisiologia di Alzheimer è ` Abeta' (Aβ). Altre sono interleuchina beta (IL-1β), proteina di 1, interleuchina 6 (IL-6) e fattore di necrosi tumorale C-reattivi (TNF).

I biomarcatori di CSF esaminatori per Alzheimer e demenza includono, ma non sono limitati a, angiotensinogen, 24S-hydroxycholesterol, apolipoprotein E, componenti C3a e C4a del complemento, thioredoxin, fattore di crescita vascolare, N-acetyllactosamine, cystatin la C ecc.

Le tecniche di risonanza magnetica funzionale e strutturali con le valutazioni di biomarcatore sono utilizzate per capire i cambiamenti anatomici e fisiologici nel cervello per la valutazione di Alzheimer.

Moltissime informazioni sono diventato disponibili con l'estesa ricerca su Alzheimer durante le decadi ultime. Ulteriore ricerca è necessaria capire la causa esatta e sviluppare la gestione precisa si avvicina a per Alzheimer.

Sorgenti:

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Patel, HH. (2019, February 26). Epidemiologia del morbo di Alzheimer. News-Medical. Retrieved on May 27, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Alzheimers-Disease-Epidemiology.aspx.

  • MLA

    Patel, HH. "Epidemiologia del morbo di Alzheimer". News-Medical. 27 May 2020. <https://www.news-medical.net/health/Alzheimers-Disease-Epidemiology.aspx>.

  • Chicago

    Patel, HH. "Epidemiologia del morbo di Alzheimer". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Alzheimers-Disease-Epidemiology.aspx. (accessed May 27, 2020).

  • Harvard

    Patel, HH. 2019. Epidemiologia del morbo di Alzheimer. News-Medical, viewed 27 May 2020, https://www.news-medical.net/health/Alzheimers-Disease-Epidemiology.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.