Interazioni della Alimento-Droga dell'anticoagulante

Salto a

Un'interazione della alimento-droga è quando un alimento o una bevanda particolare pregiudica il modo in cui un determinato farmaco funziona. I rischi di interazioni della alimento-droga comprendono impedire il lavoro adeguato di un farmaco, causando gli effetti secondari indesiderati e cambiando il modo l'organismo usa l'alimento o le bevande ingerito mentre sul farmaco.

I farmaci possono anche lavorare diversamente se sono catturati su uno stomaco vuoto. Per esempio, possono lavorare più veloce o più lento, più o meno efficacemente, o causi i problemi digestivi.

È importante discutere le interazioni potenziali fra i farmaci attuali e nuovi per impedire o riconoscere tutti gli effetti secondari. Questa avvertenza egualmente estendere alle interazioni dell'droga alimento.

Che cosa sono anticoagulanti?

Gli anticoagulanti, comunemente chiamati diluenti di sangue, sono un gruppo di farmaci che impediscono il trattamento di coagulazione di sangue. Sono prescritti per evitare lo sviluppo dei coaguli di sangue nocivi. Gli anticoagulanti sono comunemente usati nel trattamento delle malattie in cui c'è un rischio aumentato di formazione del coagulo di sangue. Questi comprendono la trombosi venosa profonda, il fattore V Leida, l'infarto miocardico e la policitemia vera, fra molti altre.

Quando gli anticoagulanti sono prescritti, una prova (PT) di tempo di protrombina è usata per valutare la sua efficacia. Questa prova esamina quanto rapidamente i coaguli di sangue.

Thrombophilia della protrombina. (a volte credito di immagine di uno stato prothrombotic o di hypercoagulability): Sakurra/Shutterstock
Thrombophilia della protrombina. (a volte credito di immagine di uno stato prothrombotic o di hypercoagulability): Sakurra/Shutterstock

I risultati dalla prova della pinta sono espressi come un rapporto ha chiamato il rapporto normalizzato internazionale (INR).

Un valore dell'INR di 1,1 o sotto è considerato normale in pazienti in buona salute, con i valori più bassi che indicano più velocemente la coagulazione, mentre i valori più alti mostrano la tariffa di coagulazione più lenta. I valori dell'INR tra compreso 2,0 e 3,0 sono considerati gli efficaci valori terapeutici mentre sulla terapia dell'anticoagulante.

Antagonisti di vitamina K

Gli antagonisti di vitamina K (VKAs) sono gli anticoagulanti orali universalmente il più comunemente prescritti. Sono usati per trattare i termini quali il colpo ischemico embolic, la trombosi venosa profonda e l'embolia polmonare. Le interazioni che pregiudicano l'efficacia di VKAs possono derivare nello spurgo da sovra-anticoagulazione, o nella trombosi dovuto sotto-anticoagulazione.

Un cucchiaio con le compresse del sodio del warfarin. Il warfarin è un antagonista di vitamina K che è usato per impedire il sangue coagularsi. Credito di immagine: Dajra/Shutterstock
Un cucchiaio con le compresse del sodio del warfarin. Il warfarin è un antagonista di vitamina K che è usato per impedire il sangue coagularsi. Credito di immagine: Dajra/Shutterstock

Anticoagulanti orali diretti (DOACs)

Gli anticoagulanti orali diretti (DOACs) si pensano che sostituiscano VKAs a causa del loro margine di sicurezza aumentato. Tuttavia, le interazioni con alimento, le bevande, le erbe ed altri farmaci possono ancora accadere.

Anticoagulanti ed interazioni di vitamina K

La vitamina K è un elemento necessario nel trattamento di coagulazione di sangue. Gli adulti hanno bisogno di circa 1 peso corporeo di microgram/kg della vitamina K un il giorno. Se la vitamina K in eccesso è catturata, è memorizzata per uso futuro nel fegato. Come tale, l'assunzione quotidiana o il completamento extra con la vitamina K è in genere inutile da tenere le memorie dell'organismo ai livelli sani.

La vitamina K è trovata nei seguenti alimenti:

  • Carne del fegato
  • Broccoli
  • Cavoletti di Bruxelles
  • Cavolo
  • Formaggio
  • Verdi del cavolo riccio
  • Cavolo
  • Lenticchie
  • Seme di lino
  • Lattuga
  • Spinaci
  • Olio di soia
  • Cime di rape
  • Camomilla
  • Tè verde

Il seme di lino può inibire l'assorbimento adeguato degli anticoagulanti.

L'olio di soia o il latte di soia come pure il fegato, ha contenuto elevato di vitamina K, che può interferire con l'atto di VKAs.

I prodotti del mirtillo rosso non sono significativi a meno che quantità elevate contenute, per quanto riguarda le infezioni urinarie.

Il tè verde nelle quantità elevate ha potuto diminuire i valori di PT-INR.

La camomilla in grande quantità, una terapia di erbe che è applicata per trattare l'ansia, il catarro ed i problemi gastrici, egualmente è stata implicata in un caso di spurgo severo in una donna di 70 anni.

Il mosto di malto di St John e del mango è clinicamente egualmente inibitori pertinenti di VKAs.

Anticoagulanti ed interazioni dell'alcool

L'alcool interagisce con tantissimi farmaci.

È importante notare che l'alcool egualmente ha certo atto dell'anticoagulante e può proteggere gli adulti dai coaguli di sangue, sebbene non sia raccomandato come misura preventiva a questo fine.

Il fegato è responsabile della suddivisione l'alcool e degli alcuni farmaci e questo può causare metabolismo un più lento del normale dell'anticoagulante, aumentante la concentrazione nella droga nel sangue e quindi il rischio di spurgo.

Una volta catturato con gli anticoagulanti, l'alcool baldoria-bevente può aumentare i valori dell'INR. D'altra parte, il consumo cronico dell'alcool diminuisce l'INR. È raccomandato che i pazienti sugli anticoagulanti bevano due o meno bevande alcoliche al giorno.

Anticoagulanti ed interazioni di erbe della vitamina e di supplemento

Varie erbe e vitamine possono interagire con gli anticoagulanti.

Il succo di mirtillo rosso ed altri prodotti del mirtillo rosso possono alterare gli effetti degli anticoagulanti. Un gran numero di aglio, di zenzero, di glucosammina (uno zucchero amminico), di ginseng e di ginkgo dovrebbero essere evitati mentre sui farmaci dell'anticoagulante mentre possono aumentare il rischio di spurgo.

I seguenti supplementi sono teoricamente capaci di inibizione del VKAs, ma il loro effetto clinico è irrilevante:

  • Feverfew
  • Olio di pesce
  • Acidi grassi Omega-3
  • Aglio
  • Zenzero
  • Ginkgo
  • Curcuma
  • Curcumina

Gli studi hanno indicato che ci sono una probabilità più alta 58% di raggiungimento dei valori di PT-INR nell'intervallo terapeutico ottimale di 2,0 - 3,0 se i pazienti sul farmaco di VKA evitano i supplementi di erbe o richiedono loro tre o meno tempi un la settimana.

Gli oli di pesce possono aumentare il livello dell'INR di un paziente e mentre tali livelli dell'INR dovrebbero essere controllati se un paziente sugli anticoagulanti comincia a catturare le quantità elevate significativamente dell'olio di pesce.

Riassunto

Si consiglia generalmente che i pazienti che catturano gli anticoagulanti si attengono ad una dieta equilibrata e coerente saldata in tutto il loro corso del trattamento per evitare le fluttuazioni nell'efficacia del trattamento. Si consiglia che l'assunzione di vitamina K con la dieta (principalmente attraverso le carni del fegato, le quantità elevate dei legumi verdi ed il succo di mirtillo rosso) egualmente è riflessa molto attentamente in tali pazienti per la stessa ragione.

Further Reading

Last Updated: May 20, 2019

Lois Zoppi

Written by

Lois Zoppi

Lois is a freelance copywriter based in the UK. She graduated from the University of Sussex with a BA in Media Practice, having specialized in screenwriting. She maintains a focus on anxiety disorders and depression and aims to explore other areas of mental health including dissociative disorders such as maladaptive daydreaming.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Zoppi, Lois. (2019, May 20). Interazioni della Alimento-Droga dell'anticoagulante. News-Medical. Retrieved on May 25, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Anticoagulant-Food-Drug-Interactions.aspx.

  • MLA

    Zoppi, Lois. "Interazioni della Alimento-Droga dell'anticoagulante". News-Medical. 25 May 2020. <https://www.news-medical.net/health/Anticoagulant-Food-Drug-Interactions.aspx>.

  • Chicago

    Zoppi, Lois. "Interazioni della Alimento-Droga dell'anticoagulante". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Anticoagulant-Food-Drug-Interactions.aspx. (accessed May 25, 2020).

  • Harvard

    Zoppi, Lois. 2019. Interazioni della Alimento-Droga dell'anticoagulante. News-Medical, viewed 25 May 2020, https://www.news-medical.net/health/Anticoagulant-Food-Drug-Interactions.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.