Asma e l'ipotesi dell'igiene

L'ipotesi dell'igiene propone che una mancanza di esposizione agli organismi microbici (microbi, o “ai germi ") durante i primi anni di un bambino contribuisca allo sviluppo di asma e delle malattie allergiche.

Credito: Robert Kneschke/Shutterstock.com

L'esposizione ripetuta ai microbi è pensata per aiutare il sistema immunitario ad imparare distinguere gli organismi non Xeros inoffensivi dal nocivo. Senza, il sistema immunitario non sviluppa la capacità di difendersi dai microbi che malattie di grilletto o di causa, quale asma.

Questa idea è specialmente oggi pertinente, con la nostra fissazione crescente sui germi e sul risanamento (autorizzati o non). Potrebbe sforzi aumentati per proteggere la nostra salubrità realmente ostacolare l'organismo dall'instaurazione delle sue proprie difese naturali?

L'asma è una diversa malattia che risulta da una combinazione di fattori ambientali e genetici. Con le presentazioni di malattia e le tariffe di incidenza varianti nel mondo intero, è dubbioso che l'ipotesi dell'igiene può completamente spiegare tutte le manifestazioni della malattia.

Tuttavia, la considerevole prova suggerisce che possa essere un fattore di contributo all'avvenimento ed alla severità di asma, specialmente in paesi sviluppati.

Meccanismi biologici che supportano l'ipotesi dell'igiene

Il supporto prestatore all'ipotesi dell'igiene è il fatto che un aumento nell'incidenza di asma è stato osservato comunemente nelle case con i bassi livelli di lipopolysaccharide (LPS), una proteina batterica. Questa proteina attiva il ricevitore TLR4 sulle celle immuni e le aiuta per riconoscere gli agenti patogeni non Xeros.

Le infezioni dell'elminto, contratte comunemente nella prima infanzia, sono egualmente protettive contro la sensibilità respiratoria. I meccanismi da cui questa esposizione migliora la risposta immunitaria agli agenti patogeni è probabilmente dovuto la produzione di un intervallo di piccole molecole (per esempio, proteine, polisaccaridi e lipidi) dai microbi che insegnano al sistema immunitario per regolamentare determinate risposte immunitarie allergiche con le vie innato-adattabili.

Nella contraddizione a questo, tuttavia, è la ricerca sul virus respiratorio sinciziale (RSV). Ciò è spesso il primo virus patogeno incontrato dagli infanti ed è stato indicato che la polmonite di contratto di RSV mette un bambino al rischio aumentato di sviluppare l'asma di infanzia.

La proteina di F ha trovato sui grilletti di RSV la stessa risposta dei LPS batterici. A differenza dei LPS, tuttavia, RSV non spinge il sistema immunitario per difendersi. Invece, stimola la versione degli interferoni, che sopprime la risposta immunitaria a cellula T. In questo senso, l'esposizione a RSV può realmente causare l'asma, piuttosto.

Effetto del microbiome su asma

Prima della nascita, il sistema immunitario fetale è soppresso (per impedirlo il rifiuto del materiale materno) ma rimane protetto dagli anticorpi della madre. Dopo la nascita, deve sviluppare i sui propri meccanismi protettivi.

Sta coltivando l'interesse su come organismi che risiedono naturalmente nelle sanità di influenza dell'organismo, specialmente all'interno dell'intestino. Durante gli anni primissimi di vita, lo sviluppo di questo microbiome è influenzato dai numerosi fattori nutrizionali ed ambientali, compreso il consumo del latte, l'assunzione della fibra e la sensibilità agli antibiotici.

Una volta che stabilito, tuttavia, la varietà di organismi che compongono il microbiome è pensato per influenzare la salubrità del host, estendente molto al di là dell'intestino: dalla mente al sistema immunitario.

La rottura al bilanciamento dei microbi può piombo a parecchie malattie immuni e metaboliche, includenti: malattia di viscere infiammatoria, allergie, cancro, disordini di cuore ed alcuni disordini neurologici. I collegamenti sono stati trovati fra il rischio di asma e lo squilibrio microbico sia nei microbiomes del polmone che dell'intestino.

Un rischio aumentato di asma egualmente è stato osservato quando un bambino riceve gli antibiotici durante i loro primi anni. Ciò fornisce il sostegno alla visualizzazione emergente che gli antibiotici interrompono il bilanciamento ed ai vantaggi naturali, del microbiome di un paziente.

L'igiene, batteri ed asma

All'interno della casa, nessun'associazione è stata trovata fra l'igiene/la pulizia e l'asma generali. Di conseguenza, l'ipotesi dell'igiene non può disputare il fatto che la pulizia continua ad essere un metodo provato di impedire la trasmissione delle infezioni fra la gente, gli oggetti e gli animali.

Tuttavia, l'esposizione aumentata alle endotossine batteriche, specialmente durante il primo anno di vita, fa diminuire la sensibilità e l'asma allergiche in bambini in età scolare. L'esposizione alla blatta, il mouse e gli allergeni del capone come pure un diverso microbiome della di casa polvere (specialmente compreso i fili di Bacteroidetes e di Firmicutes) durante il primo anno di un bambino hanno effetti protettivi fino a 3 anni.

Di meno contro le pratiche più igieniche che possono proteggere da asma e dalle allergie:

  • Impostazioni azienda agricola/rurali contro gli ambienti urbani
  • Lavatura dei piatti della mano contro lavatura dei piatti a macchina
  • Pulendo una tettarella nella bocca di un genitore prima del darla di nuovo all'infante

Mentre fornivano il sostegno all'ipotesi dell'igiene, una serie di fattori hanno potuto spiegare i vantaggi di ogni situazione oltre l'aumento nell'esposizione microbica. Un ambiente del tipo di azienda e l'abbondanza di microbi ivi possono aiutare un sistema immunitario di sviluppo per sviluppare la tolleranza agli organismi non Xeros.

Tuttavia, un'incidenza aumentata di asma negli ambienti urbani può anche essere spiegata dall'influenza di un gran numero di altri grilletti ambientali, per esempio inquinamento, trasmissione da uomo a uomo di malattia, consumo alimentare veloce aumentato e un'assunzione diminuita di frutta e delle verdure. Senza la capacità di gestire per le influenze di confusione, è difficile da formare le conclusioni complete da questi studi d'osservazione

Ricerca futura

La prova dell'ipotesi dell'igiene è inequivocabilmente ancora un lavoro in corso.  I paesi sviluppati hanno avvertito un aumento rapido nelle malattie allergeni quali raffreddore da fieno, eczema e le allergie alimentari, oltre ad asma. Con asma essere una delle malattie croniche più comuni nel mondo sviluppato, capendo come si sviluppa e come può essere impedito, è preminente.

Sorgenti:

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Written by

Rebecca Woolley

Rebecca has spent her working life in medical communications. With a career that has spanned three continents, she has a breadth of experience in a variety of roles covering numerous therapeutic areas. She enjoys the variety that writing brings, with areas of research including type 2 diabetes, anticoagulation therapy, and chronic obstructive pulmonary disease.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Woolley, Rebecca. (2019, February 26). Asma e l'ipotesi dell'igiene. News-Medical. Retrieved on October 21, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Asthma-and-the-Hygiene-Hypothesis.aspx.

  • MLA

    Woolley, Rebecca. "Asma e l'ipotesi dell'igiene". News-Medical. 21 October 2019. <https://www.news-medical.net/health/Asthma-and-the-Hygiene-Hypothesis.aspx>.

  • Chicago

    Woolley, Rebecca. "Asma e l'ipotesi dell'igiene". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Asthma-and-the-Hygiene-Hypothesis.aspx. (accessed October 21, 2019).

  • Harvard

    Woolley, Rebecca. 2019. Asma e l'ipotesi dell'igiene. News-Medical, viewed 21 October 2019, https://www.news-medical.net/health/Asthma-and-the-Hygiene-Hypothesis.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post