Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Cambiamenti del petto dopo la nascita

Una volta che una donna ha dato alla luce, i suoi livelli del progesterone e dell'estrogeno cadono rapido. Entro intorno tre giorni dopo la nascita, il colostro o “il primo latte„ che precedentemente erano stati giallastri a colori, sono diluiti e cambiano ad un colore più bianco.

Intorno a questo tempo, il latte comincia a colare dai petti e quando il bambino alimenta, i nervi nei petti inviano i messaggi al cervello della madre che più latte è richiesto. La madre può trovare che quel latte poi cola dai petti in risposta al bambino che grida o quando i petti sono diventato in pieno.

I cambiamenti del petto che si presentano durante la gravidanza sono necessari prepararli per allattare. È interamente la decisione di una madre indipendentemente da fatto che allattare, ma c'è prova ben fondata per supportare i vantaggi di allattamento al seno per sia la madre che il bambino.

La ricerca ha indicato che allattare durante il tempo può ridurre il rischio di cancro al seno ed il latte materno contiene gli anticorpi che contribuiscono a proteggere il bambino dall'infezione. Il feltro della prossimità durante l'allattamento al seno può anche aiutare la madre ed il bambino a saldare.

Il latte materno contiene tutte sostanze nutrienti e liquido che un bambino richiede per sopravvivere a nella fase iniziale nelle loro vite ed il ministero della sanità consiglia che le donne allattano esclusivamente per i primi sei mesi dopo la nascita. Dopo quel periodo, allattante con l'introduzione degli alimenti solidi è raccomandato per tutto il tempo possibile.

Quando l'organismo della madre comincia produrre il latte piuttosto che il colostro, questo si riferisce a come il latte “che entra.„ Quando questo accade, non è raro per le donne incontra le difficoltà con i loro petti per alcune settimane in seguito.

I problemi possono essere causata da infezione o infiammazione nel petto, sebbene molte donne non incontrino alcune difficoltà affatto. Alcuni dei problemi che possono accadere sono descritti più dettagliatamente qui sotto.

Capezzoli incrinati e irritati

I capezzoli possono essere irritati ed incrinati se la madre incontra difficoltà con il bambino che si aggancia correttamente. Il bambino può provare a succhiare soltanto il capezzolo, piuttosto che l'intera area del areola, che può rendere il capezzolo irritato ed incrinato se la linguetta o il tetto del bambino della loro bocca sfrega sul capezzolo troppo.

Le linee guida raccomandano che se un capezzolo è meno irritato che l'altro, gli usi della madre che capezzolo in primo luogo, di modo che se deve operazione swap all'altro capezzolo, agisce in tal modo soltanto quando lo stimolo del bambino ad allattare è meno forte. Se i capezzoli sono particolarmente irritati, la madre può desiderare utilizzare i carter del capezzolo, che sono guaine capezzole capezzolo protettive che possono essere collocate sopra l'area del areola mentre la madre alimenta il suo bambino.

Il latte attraversa i fori nel suggerimento dei carter per raggiungere il bambino.

Engorgement

Engorgement si riferisce a quando il petto è riempito troppo con latte. Alcuni giorni dopo la nascita, i petti sono pesanti e gonfiati mentre riempiono di latte. Se un bambino non alimenta abbastanza per eliminare tan latte come il petto produce, i petti possono avvi ritenere pesanti e vibrazione.

Ciò può anche accadere se il bambino non riesce a fissare correttamente o se una madre sceglie di non allattare. Gli approcci a risolvere il engorgement comprendono alimentare il bambino a richiesta, regolando il posizionamento durante alimentare e l'espressione del tutto il latte che rimane dopo avere alimentato facendo uso della mano o di una pompa di petto.

A volte, massaggiare il petto in un moto circolare può contribuire ad abbassare il latte verso il capezzolo mentre il bambino alimenta e che contribuisce a assicurarsi che il petto completamente sia svuotato. Inoltre, i pack collocati sul petto dopo avere alimentato possono contribuire a diminuire l'infiammazione.

Condotte bloccate del latte

Le condotte del latte nel petto possono a volte essere bloccate durante o dopo alimentare. Ciò può indurre un piccolo, massello duro a svilupparsi che può essere doloroso o piombo ad una sensibilità battuta. I cambiamenti più frequenti di posizione ed alimentare possono contribuire ad assicurare che i petti siano vuotati più completamente ed a volte massaggiare il massello in direzione del capezzolo può contribuire a sbloccare la condotta. Collocando una flanella calda sul petto può anche essere utile.

Mastite

La mastite si riferisce all'infiammazione del petto, che si presenta come conseguenza dell'infezione. La circostanza è caratterizzata da dolore, il rossore ed il gonfiamento del petto e del possono accadere se il engorgement o una condotta bloccata del latte continua ad essere un problema. Il petto può anche essere infettato come conseguenza di un capezzolo incrinato o pascuto. Le donne possono avvertire la febbre, l'emicrania, i freddi e una temperatura elevata.

Questa circostanza può avere bisogno di di essere trattato con gli anti-infiammatori o gli antibiotici. L'infezione può a volte essere annullata se la donna continua ad allattare, che non è nociva al bambino perché tutti i batteri si distruggono dentro lo stomaco del bambino.

Collocando una flanella calda sull'area commovente, prima del alimentare, può anche contribuire ad aumentare il flusso del latte ed applicare i pack dopo avere alimentato può contribuire ad alleviare tutto il gonfiamento o dolore.

Ascesso

Se la mastite non è trattata, una donna può trovare che un ascesso comincia formarsi, sebbene questo non sia comune. Un ascesso deve solitamente essere vuotato, che è eseguito generalmente all'ospedale facendo uso di un ago di stampa e di una siringa.

Per i grandi ascessi, un'incisione può essere fatta nel petto per permettere al pus di essere vuotato. Dopo che l'ascesso è trattato, le madri dovrebbero continuare ad allattare o esprimere il latte facendo uso di una pompa di petto.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 27, 2019

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2019, February 27). Cambiamenti del petto dopo la nascita. News-Medical. Retrieved on July 16, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Breast-Changes-After-Birth.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Cambiamenti del petto dopo la nascita". News-Medical. 16 July 2020. <https://www.news-medical.net/health/Breast-Changes-After-Birth.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Cambiamenti del petto dopo la nascita". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Breast-Changes-After-Birth.aspx. (accessed July 16, 2020).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2019. Cambiamenti del petto dopo la nascita. News-Medical, viewed 16 July 2020, https://www.news-medical.net/health/Breast-Changes-After-Birth.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.