Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La dieta e la colica della madre di allattamento al seno

La colica in infanti è caratterizzata dalle misure regolari di gridare violento, a volte accoppiate con altre funzionalità fisiche come l'aratura della fronte, il serraggio dei pugni o tirare su dei cosciotti verso la pancia. Il bambino è solitamente resistente alla consolazione attraverso i mezzi ordinari, ma può rispondere rapidamente alla cattura per un giro in una carrozzina o in un'automobile.

Non ci sono altri segni della malattia fisica ed il bambino continua a mettere sù pesoe normalmente. Sconosciuto, il bambino sembra felice e pacifico a meno che quando i sintomi colicky cominciano. Tuttavia, è una delle ragioni per le quali più comuni i genitori chiedono il parere medico professionale durante i primi tre mesi del   della vita del loro bambino.

Ruolo della dieta della madre

Sia gli infanti allattati che formula-alimentati soffrono ugualmente da colica, che pregiudica dovunque da un terzo ad un quinto di tutti i bambini. Inoltre, non c'è nessuna prova categorica ancora disponibile implicare tutto il fattore particolare nella causa della circostanza. Tuttavia, alcuni studi hanno suggerito che modificare la dieta della madre potesse impedire o attenuare la colica in alcuni infanti.

Esclusione dei prodotti lattier-caseario derivati dagli allergeni del latte e del potenziale della mucca

Alcuni studi hanno indicato che quando le madri degli infanti che stavano allattandi astenuti da latte e da altri prodotti lattier-caseario, l'incidenza di colica nei loro bambini caduti marcato. Ciò è stata confermata da un altro studio, che egualmente ha dimostrato la ricomparsa di colica in una maggioranza di tali bambini, dopo che i latticini sono stati rintrodotti nella dieta della madre. Molti di questi bambini hanno sviluppato la colica quando le loro madri sono state date il siero di latte dal latte della mucca. Altri studi hanno messo a fuoco sull'eliminazione degli allergeni potenziali dall'alimento della madre. Questi hanno incluso la soia, arachidi, grano, latte e prodotti lattiero-caseari, frutta a guscio, uova e pesce. Una riduzione assoluta di 37% del rischio di colica è stata osservata di questi infanti allattati confrontati ai comandi.

Raccomandazioni

Quando l'intolleranza del latte della mucca è sospettata per essere la causa della colica di un bambino, può essere saggio permettere che la madre smetta di ingerire il latte ed i prodotti lattiero-caseari per un periodo di una - due settimane. Durante questo periodo, una riduzione significativa della tariffa degli episodi di colica confermerà la convenienza di ritiro dei prodotti lattier-caseario dalla dieta della madre per un certo tempo. Tali madri di allattamento al seno dovrebbero ricevere il supporto adeguato. L'allattamento al seno dovrebbe essere continuato. Il calcio ed il completamento di vitamina D (come appropriato per lo stato della salubrità della donna) dovrebbero essere iniziati immediatamente, assicurandosi che l'esclusione dei prodotti lattier-caseario non non piombo a malnutrizione in termini di calorie o minerali.

Suggerimenti generali

Nei termini più generali, è raccomandato che le donne mangino regolarmente e frequentemente, almeno tre pasti un il giorno con gli spuntini sani occasionale e l'abbondanza dell'acqua. La caffeina in caffè, tè, bibite e particolarmente nelle bevande di energia, può aumentare l'irritabilità dell'infante e le madri con i bambini colicky possono volere ridurre questi.

Se una donna che allatta è sui dolcificanti artificiali, dovrebbe controllare con un professionista quanto a cui può catturare ad ogni giorno senza rischio di suo passaggio al bambino. Ancora, le diete rigorose durante il periodo e la perdita di peso drastica di lattazione dovrebbero essere evitate.

Alcune donne trovano che quello evitare le verdure crocifere quali i broccoli, il cavolo ed i legumi diminuisce l'incidenza di colica nei loro bambini. Poiché queste sono sorgenti delle vitamine essenziali, della fibra e della proteina magra, è importante che queste madri le sostituiscono con altri alimenti appropriati.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2019, February 26). La dieta e la colica della madre di allattamento al seno. News-Medical. Retrieved on July 12, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Breastfeeding-Mothers-Diet-and-Colic.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "La dieta e la colica della madre di allattamento al seno". News-Medical. 12 July 2020. <https://www.news-medical.net/health/Breastfeeding-Mothers-Diet-and-Colic.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "La dieta e la colica della madre di allattamento al seno". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Breastfeeding-Mothers-Diet-and-Colic.aspx. (accessed July 12, 2020).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2019. La dieta e la colica della madre di allattamento al seno. News-Medical, viewed 12 July 2020, https://www.news-medical.net/health/Breastfeeding-Mothers-Diet-and-Colic.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.