Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Petrolio di CBD: Indennità-malattia e rischi

C'è un interesse crescente in CBD come droga potenziale nel trattamento di ampia gamma di disordini neurologici e neuropsichiatrici, compreso ansia e l'epilessia. Tuttavia, gli effetti psicoattivi e terapeutici ed i meccanismi di atto di CBD ancora completamente non sono capiti.

Petrolio di CBD accanto all

ElRoi | Shutterstock

Cannabidiol (CBD) è un componente della cannabis sativa. È uno almeno di 85 cannabinoidi attivi identificati in seno all'impianto della cannabis e può essere catturato nell'organismo via inalazione, come spruzzo di aerosol nella maschetta, o oralmente.

Petrolio di CBD: Indennità-malattia

Il petrolio di CBD è pensato per avere vantaggi potenziali per il trattamento e la gestione di un'ampia varietà di disordini dovuto i sui effetti di rilassamento antiossidanti, antinfiammatori, neuroprotective, antipsicotici, analgesici e del muscolo, tra l'altro. Così vasta varietà di effetti è possibile dovuto la capacità di CBD di interagire con una grande selezione dei ricevitori di cannabinoido che sono usati dal sistema del endocannabinoid dell'organismo.

In risposta a CBD, il sistema del endocannabinoid modula le vie metaboliche attraverso la versione del neurotrasmettitore per pregiudicare la cognizione, la sensazione di dolore, l'appetito, la memoria ed il sonno.

Fin qui, la maggior parte provano complementare di uso di CBD si riferiscono alla sua efficacia nel trattamento dell'epilessia, compreso la sindrome di Dravet. Questo disordine epilettico raro e genetico comincia nel primo anno di vita e pregiudica gli infanti altrimenti in buona salute. La sindrome di Dravet è il primo disordine per cui il cannabadiol (soluzione orale) è stato approvato da FDA. Un altro disordine per cui a droghe basate CBD possono essere usate è la sindrome di Lennox-Gastaut.

Un secondo campo della ricerca di promessa nell'uso terapeutico di CBD è per i sui effetti antinfiammatori. Tuttavia, l'uso di CBD nella pratica medica sistematica è un'emissione caldo dibattuta.

I beni di Cannabidiol come un antipsicotico, umore-migliorando la droga, o l'aiuto di sonno rimangono in gran parte infondati. CBD sembra essere un antiossidante più efficace che le vitamine C o E ed ha dimostrato i beni neuroprotective superiori. Può anche aiutare nella gestione di determinati termini di interfaccia quali acne e le malattie croniche quale il diabete.

La cura dovrebbe essere esercitata nella considerazione dell'uso di CBD in pazienti con cancro, la schizofrenia, l'artrite reumatoide, o la sclerosi a placche. La complessità di queste malattie, accoppiata con le incertezze che circondano i meccanismi di CBD di atto richiede l'indagine successiva.

Petrolio di CBD: Rischi sanitari

Secondo l'organizzazione mondiale della sanità, CBD non è stato associato con potenziale di dipendenza o di abuso in esseri umani. Non ci sono stati casi riferiti dei problemi correlati con la salute pubblici connessi con uso di CBD fin qui.

Il petrolio di CBD non contiene THC o terpeni aggiunti; quindi, CBD non produce gli effetti d'ebbrezza connessi con uso di THC. Infatti, gli effetti secondari sono spesso opposti dell'ansia e del pensiero disordinato connessi solitamente con uso di THC.

CBD ben-è tollerato generalmente, ma alcuni effetti contrari possono accadere. La sonnolenza, fatica, malessere, la debolezza, diarrea, ha fatto diminuire l'appetito ed i problemi di sonno (quale insonnia) possono essere causati o peggiorati tramite uso di CBD.

È importante notare attualmente quello, petrolio di CBD è soprattutto disponibile come supplemento dietetico. Come tale, la sue dose e purezza non è regolamentata. Fin qui, soltanto 2 studi sono stati svolti sugli esseri umani per esaminare gli effetti secondari di potenziale CBD e nessuni studio hanno compreso un gruppo di controllo.

La ricerca più clinica è necessaria esplorare gli effetti possibili di CBD sugli enzimi del fegato e sui trasportatori della droga e studiare le interazioni possibili con altre droghe. CBD dovrebbe essere esaminato affinchè la sua capacità migliori o di inibire gli effetti terapeutici di altri farmaci.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Dec 19, 2018

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.