Può la meditazione aiutare le emicranie?

Un'emicrania è uno stato neurovascular che è descritto come emicrania di debilitazione e di ricorso. È accompagnata spesso dal vomito e da alcune sensibilità sensitive.

Meditazione

Credito di immagine: Yuganov Konstantin/Shutterstock.com

È stato riferito che 20% della gente che ha emicranie si girano verso il farmaco di prescrizione per sollievo che non è sempre efficace in tutti i casi. Tenendo conto questo e di più ampie preoccupazioni che circondano l'esagerare del farmaco, c'è un'esigenza di ricerca sui trattamenti alternativi per questa circostanza.

La meditazione è stata utilizzata in altre circostanze come modo di gestione del dolore. Sebbene la ricerca sistematica in questa area ancora sia limitata alcuni studi hanno indicato che la meditazione può avere il potenziale di essere usato come trattamento complementare per le emicranie.

Che cosa è meditazione?

La meditazione è la pratica di concentrare la sua attenzione sul momento attuale. Lo scopo è di considerare lo stato corrente della sua mente ed organismo e fuoco sulle sensazioni che quell'sperimenta invece di pensare.

Lungo una vasta gamma di trattamenti non farmacologici la meditazione ha parte diventata del ripristino degli stati cronici di dolore. Il successo della meditazione nel trattamento degli stati di dolore ha stimolato interesse dei ricercatori' nel campo dell'emicrania cronica come metodo alternativo a cura paziente. Questo approccio mira ad aumentare la consapevolezza del paziente del loro dolore ed ad aiutarli a gestire la loro emicrania prima del ricorso al farmaco convenzionale.

Meditazione di consapevolezza e riduzione di intensità di dolore

Gli studi intrapresi da Bakhshani e dai colleghi hanno mirato a determinare l'efficacia adi riduzione di sforzo basata a consapevolezza (MBSR) sull'intensità di dolore e sulla qualità di vita percepite dei pazienti che soffrono dalle emicranie croniche. Quaranta pazienti diagnosticati con l'emicrania o l'emicrania cronica hanno partecipato allo studio ed a caso sono stati definiti ad un controllo e ad un gruppo di intervento. L'intervento ha compreso un programma di otto settimane di MBSR formato da una sessione di pratica domestica quotidiana di 90 minuti.  I risultati da questo studio hanno mostrato un miglioramento nella qualità di vita dei pazienti misurati con il questionario di qualità di vita e di dolore. Oltre a quello, pazienti nel gruppo di intervento riferito le classificazioni percepite diminuite di dolore. I risultati da questa ricerca dimostrano l'efficacia di MBSR come un intervento e strategia non farmacologici per fare fronte a dolore in pazienti che soffrono dalle emicranie e dalle emicranie croniche.

Come l'emicrania pregiudica il cervello?

Nella maggior parte dello sforzo di casi, la tensione e l'ansia avviano le frequenti emicranie. gli studi della Cervello-rappresentazione hanno indicato che le emicranie sono associate con la materia grigia in diminuzione nel cervello. Questa riduzione era più prominente nelle aree del cervello in questione nell'emozione, nella percezione, nella memoria e nelle funzioni del dirigente quali la memoria di lavoro e l'autoregolazione. Uno studio recente ha rivelato che i cambiamenti nel volume della materia grigia nel tronco encefalico sono stati correlati con frequenza e la durata di emicrania.

I ricercatori dell'università del Michigan hanno indicato, facendo uso delle scansioni dell'ANIMALE DOMESTICO che i livelli della dopamina diminuiscono significativamente ed oscillano durante l'attacco di emicrania.

I ricercatori dall'università del Michigan hanno intrapreso i piccoli studi in cui hanno catturato le misure dei livelli di attività e della dopamina di cervello di otto vittime di emicrania durante gli attacchi di emicrania ed hanno confrontato questi ai campioni di otto partecipanti in buona salute. I risultati dallo studio hanno indicato che quello durante i livelli della dopamina di emicranie delle vittime di emicrania non ha differito da quello dei partecipanti in buona salute.

Tuttavia, durante gli attacchi di emicrania, i livelli della dopamina sono diminuito significativamente. dovuto il ruolo della dopamina nel controllo della sensibilità sensitiva, un calo nei livelli globali della dopamina ha potuto piombo alla sensibilità sensitiva aumentata. Ciò significa che i segnali sensoriali normalmente impercettibili che vengono dall'interfaccia o dai muscoli possono causare molto dolore. Questi risultati hanno confermato ipotesi dei ricercatori' che le emicranie sono una circostanza connessa con ipersensibilità sensitiva durante cui i suoni, gli odori e l'indicatore luminoso possono essere anormalmente intensi e causare così il disagio ed il dolore.

Meccanismi di atto

La ricerca ha indicato che la meditazione può regolamentare i livelli della dopamina. Gli studi intrapresi da Kjaer e dai colleghi hanno utilizzato uno scanner dell'ANIMALE DOMESTICO ed hanno dimostrato l'associazione fra la versione endogena della dopamina e l'esperienza cosciente. Lo studio ha indicato che la versione della dopamina in una parte del cervello ha chiamato lo striatum ventrale aumentato durante la meditazione di Nidra di yoga. Quindi, aumentando i livelli di dopamina, questo tipo di meditazione fornisce un modo potenzialmente terapeutico di gestione delle emicranie.

Inoltre, le emicranie sono caratterizzate dal volume in diminuzione della materia grigia nei settori del cervello che sono interessati nell'emozione, nella percezione e nell'autoregolazione. La ricerca ha suggerito che la meditazione di pratica potesse piombo ad un aumento nella materia grigia. Uno studio recente ha identificato una correlazione fra pratica di meditazione di zen e un volume aumentato di materia grigia. Il volume di materia grigia era proporzionato al lasso di tempo che stanno praticando la meditazione.

Conclusione

Le tecniche di meditazione che comprendono la consapevolezza del contenuto della sua mente rappresentano un modo conoscitivo-comportamentistico di cambiamento del modo che la gente risponde ai curriculum personali ed alla loro percezione di loro. Avendo un impatto del cervello nei modi multipli, la meditazione rappresenta un approccio alternativo futuro potenziale del trattamento per le vittime di emicrania, offrente un trattamento potenziale per l'alleviamento di dolore e di uno strumento possibile per cambiare la loro percezione di dolore.

Riferimenti

Astin, J.A (1997). Riduzione di sforzo con la meditazione di consapevolezza. Psychother Psychosom. 1997; 66(2): 97-106. DOI: 10.1159/000289116

Bakhshani, nanometro et al. (2015). L'efficacia adi riduzione di sforzo Basata a consapevolezza su intensità e su qualità di vita percepite di dolore di pazienti con l'emicrania cronica. Salubrità Sci del Glob J. 2015; 8(4): 142-151. Pubblicato nel 2015. DOI: 10.5539/gjhs.v8n4p142

Kim JH, SI di Suh, Seol HY, oh K, settimana di Seo, interruttore di Yu, chilowatt della sosta, cambiamenti regionali della materia grigia dello SB del KOH 2008) (in pazienti con l'emicrania: ad uno studio basato voxel di morfometria. Cefalalgia. 2008 giugno; 28(6): 598-604. DOI: 10.1111/j.1468-2982.2008.01550.x.

Luders E, toga aw, Lepore N, Gaser C (2009) le componenti anatomiche di fondo della meditazione a lungo termine: più grandi volumi hippocampal e frontali di materia grigia. Neuroimage. 15 aprile 2009; 45(3): 672-8. DOI: 10.1016/j.neuroimage.2008.12.061

Miller, J. et al. (1995). Seguito triennale ed implicazioni cliniche ad un di un intervento basato a meditazione di riduzione di sforzo di consapevolezza nel trattamento dei disordini di ansia. Psichiatria di GEN Hosp. 1995 maggio; 17(3): 192-200. DOI: 10.1016/0163- 8343(95) 00025-m

Last Updated: Jan 23, 2020

Mihaela Dimitrova

Written by

Mihaela Dimitrova

Mihaela's curiosity has pushed her to explore the human mind and the intricate inner workings in the brain. She has a B.Sc. in Psychology from the University of Birmingham and an M.Sc. in Human-Computer Interaction from University College London.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Dimitrova, Mihaela. (2020, January 23). Può la meditazione aiutare le emicranie?. News-Medical. Retrieved on May 28, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Can-Meditation-Help-Migraines.aspx.

  • MLA

    Dimitrova, Mihaela. "Può la meditazione aiutare le emicranie?". News-Medical. 28 May 2020. <https://www.news-medical.net/health/Can-Meditation-Help-Migraines.aspx>.

  • Chicago

    Dimitrova, Mihaela. "Può la meditazione aiutare le emicranie?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Can-Meditation-Help-Migraines.aspx. (accessed May 28, 2020).

  • Harvard

    Dimitrova, Mihaela. 2020. Può la meditazione aiutare le emicranie?. News-Medical, viewed 28 May 2020, https://www.news-medical.net/health/Can-Meditation-Help-Migraines.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.