Ricevitori di cannabinoido

I cannabinoidi esercitano i loro effetti interagendo con i ricevitori di cannabinoido presenti sulla superficie delle celle in parti differenti del sistema nervoso centrale.

Fin qui, soltanto due tipi di ricevitori di cannabinoido sono stati identificati, il ricevitore CB1 che è stato clonato nel 1990 ed il ricevitore CB2 che è stato clonato nel 1993. Questi due ricevitori dividono soltanto l'identità di sequenza aminoacidica di 48%, si distribuiscono in tessuti differenti ed egualmente hanno meccanismi di segnalazione differenti. Egualmente differiscono nella loro sensibilità agli agonisti ed agli antagonisti. Gli studi indicano che l'attivazione dei ricevitori di cannabinoido piombo ad inibizione di ciclasi dell'adenilato, che ferma la conversione del trifosfato di adenosina all'ampère ciclico (campo).

Una sostanza naturale all'interno del cervello ha chiamato il anandamide che le legature a CB1 sono state individuate nel 1992. Questo prodotto chimico del tipo di cannabinoido ed altri che più successivamente sono stati scoperti, si riferiscono a come endocannabinoids.

Posizione dei ricevitori

Ricevitori CB1

I ricevitori CB1 soprattutto sono posizionati sulle cellule nervose nel cervello, midollo spinale, ma egualmente sono trovati in alcuni organi e tessuti periferici quali la milza, i globuli bianchi, la ghiandola endocrina e le parti degli apparati urinari riproduttivi, gastrointestinali e.

Nel cervello, i ricevitori CB1 sono abbondanti nel cervelletto, nei gangli basali, nell'ippocampo e nelle regioni afferenti primarie dorsali del midollo spinale, che è perché funzioni di influenza di cannabinoidi quali trattamento di memoria, il regolamento di dolore ed il controllo di motore. Nel tronco encefalico, la concentrazione di cannabinoidi è bassa, che possono essere collegati con perché l'uso della cannabis non è associato con morte improvvisa dovuto respirazione depressa, per esempio.

Ricevitori CB2

I ricevitori CB2 pricipalmente sono trovati sui globuli bianchi, nelle tonsille e nella milza. Le celle immuni egualmente esprimono CB1, sebbene ci siano meno di loro che CB2. Nel sistema immunitario, una funzione importante dei ricevitori di cannabinoido è il regolamento della versione di citochina. Lo stimolo del ricevitore CB1 produce gli effetti del tipo di marijuana sulla psiche e sulla circolazione, mentre nessun tale effetto è veduto quando il ricevitore CB2 è attivato. Di conseguenza, gli agonisti selettivi del ricevitore CB2 hanno argomenti sempre più popolari diventati di ricerca per i loro effetti antinfiammatori ed anticancro potenziali.

Sorgenti

  1. http://www.rollersports.org/public/pagein/File/FACT%20SHEET%20-%20Cannabinoids.pdf
  2. http://adai.uw.edu/marijuana/factsheets/cannabinoids.pdf
  3. http://www.currentpsychiatry.com/pdf/1009/1009CP_Pierre.pdf
  4. http://www.i-gap.info/app/dokumente/Pharmacology%20of%20Cannabinoids.pdf
  5. http://www.aerzteblatt.de/pdf/DI/109/29/m495.pdf

[Ulteriore lettura: Cannabinoido]

Last Updated: Aug 23, 2018

Advertisement

Comments

  1. NotJames Cunningham NotJames Cunningham United States says:

    What psychological behaviors and effects are these cannabinoid receptors responsible for? And what natural functions and behaviors we may experience everyday effected by them?

    • Little Cutting Little Cutting Sweden says:

      It feels like my brain speeding up in activity in the beginning of the high.

      My thinking is flying and gives me lot of ideas in a high tempo.
      After some time I just get calm.

      Most of the times is the thoughts that is flying great feeling thoughts.

      So I think the cannabinoid receptors somehow regulates the frequency of some parts of the brain.

      • Miriam English Miriam English Australia says:

        Because the brain is the organ trying to measure itself, subjective impressions of the speed of thinking can be very wrong. For example if the sense of time is conveyed by the length of time something is kept in short-term memory then impairing short-term memory can make it feel like your thoughts are moving faster when they are really having more difficulty keeping track of previous items in the time stream.

        Time sense is notoriously unreliable. Time yourself counting, trying judge ten seconds when you're excited, and again when you're bored, and again a couple of minutes after you've woken up from sleep. You'll be surprised at how differently time moves, yet in each of those it subjectively feels like it moves the same.

        Watch a wheel spinning, and turn the light illuminating the scene down -- the wheel will seem to speed up.

        Listen to a song while it plays loudly, then turn the volume way down -- the song will seem to speed up.

        Time sense in the brain is very unreliable, and often doesn't mean what you think it does.

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post