Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Malattia di graffio di capone

La malattia di graffio di capone (CSD), anche conosciuta come la linfadenite o la malattia da graffio di gatto regionale sua-acuto, è un'infezione batterica comune causata da Bartonellahenselae. Poichè si può dedurre, i caponi infettati sono vettori patologici e trasmettono i batteri, che è trovato in loro saliva via i morsi o i graffi. È stimato che fino a 50 per cento dei caponi possano essere portafili del microrganismo responsabile della CDD e questi caponi possono non mostrare segni dell'infezione.

Occasionalmente, le pulci che sono responsabili della diffusione dell'infezione da un capone ad un altro possono anche trasmettere la malattia alla gente. Oltre alle pulci, i morsi dalle tacche infettate possono anche piombo alla trasmissione di malattia.

Cronologia di malattia

La prima descrizione della CDD può essere già del 1889 da Henri Parinaud, che ha osservato l'ingrandimento dei linfonodi preauricular con la congiuntivite. Tuttavia, non ha fatto alcun'associazione dei suoi risultati con i caponi e la sindrome oculoglandular clinica è stata veduta soltanto per essere presente in un piccolo numero di pazienti con la CDD.

Nel 1931, i dottori Debre e Semelaigne observered un giovane ragazzo con i graffi di capone e un adenitis suppurante che hanno verificato la quantità negativa a tubercolosi. Ciò che trova piombo loro per cercare un collegamento possibile ad una malattia trasmessa felina.

Mentre non potevano trovare batteriologicamente un collegamento, hanno osservato parecchi più simili casi all'interno della loro popolazione pediatrica. Hanno fatto di conseguenza le note mentre provavano ad eliminare altre diagnosi di differenziale quale mononucleosi infettiva.

Nel 1951, il primo rapporto della CDD è stato pubblicato in letteratura americana da Greer e da Keefer. Nel loro rapporto, potevano descrivere una vasta gamma di manifestazioni cliniche della malattia, che piombo alle indagini successive nella CDD. Il microrganismo implicato in CDD era prima isolata con successo e coltivato nel 1988.

Infine, la scoperta dell'agente eziologico per la CDD e la sua classificazione sono state considerate un grande successo di microbiologia contemporanea. Ciò permessa la comprensione della sua patogenesi e l'elaborazione dei mezzi efficaci per diagnosticare, la gestisce ed impedisce.

Patofisiologia

L'marchio di garanzia clinico della CDD è la linfadenopatia vicino al sito dell'inoculazione. I piccoli bacilli intracellulari gram-negativi, fastidiosi e pleomorphic che causano la CDD possono piombo ad una risposta immunologica granulomatosa o vasculoproliferative in persone immunocompetent o immunocompromised, rispettivamente. I linfonodi infettati si trasformano in tipicamente in offerta ed ingrandetto in 1 - 2 settimane dell'inoculazione.

La CDD è molto una causa comune di adenopatia cronica in adolescenti ed in bambini. Oltre al sistema linfatico, la CDD può anche pregiudicare il sistema nervoso centrale (CNS). La sua presentazione neurologica più comune è l'encefalopatia, veduta la maggior parte in adulti rispetto ai bambini.

Epidemiologia

Mentre le incidenze della CDD è sconosciute globalmente, è stato osservato per avere un'più alta prevalenza nelle regioni con i climi umidi e caldi. Le regioni nelle zone temperate tendono a vedere un aumento nei casi durante l'autunno ed i periodi invernali, mentre quelle nelle aree tropicali non mostrano tale variazione di stagione nella frequenza di malattia.

Le tariffe dell'infezione fra i maschi alle femmine possono variare, ma i maschi possono avere un'incidenza leggermente maggior, possibilmente dovuto essere a lesione più incline da gioco approssimativo con i caponi e dal rischio aumentato di esposizione. Inoltre, l'incidenza è più alta in bambini ed in adolescenti rispetto agli adulti dovuto la maggior probabilità dell'esposizione.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Damien Jonas Wilson

Written by

Dr. Damien Jonas Wilson

Dr. Damien Jonas Wilson is a medical doctor from St. Martin in the Carribean. He was awarded his Medical Degree (MD) from the University of Zagreb Teaching Hospital. His training in general medicine and surgery compliments his degree in biomolecular engineering (BASc.Eng.) from Utrecht, the Netherlands. During this degree, he completed a dissertation in the field of oncology at the Harvard Medical School/ Massachusetts General Hospital. Dr. Wilson currently works in the UK as a medical practitioner.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Wilson, Damien Jonas. (2019, February 26). Malattia di graffio di capone. News-Medical. Retrieved on July 11, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Cat-Scratch-Disease.aspx.

  • MLA

    Wilson, Damien Jonas. "Malattia di graffio di capone". News-Medical. 11 July 2020. <https://www.news-medical.net/health/Cat-Scratch-Disease.aspx>.

  • Chicago

    Wilson, Damien Jonas. "Malattia di graffio di capone". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Cat-Scratch-Disease.aspx. (accessed July 11, 2020).

  • Harvard

    Wilson, Damien Jonas. 2019. Malattia di graffio di capone. News-Medical, viewed 11 July 2020, https://www.news-medical.net/health/Cat-Scratch-Disease.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.