Pazienti cronici ed esercizio della malattia renale

Molti pazienti con la malattia renale cronica (CKD) sono meno fisicamente attivi ed hanno diminuito il funzionamento e la prestazione fisici confrontati alla popolazione in genere. Tuttavia, la forte ricerca scientifica suggerisce che gli interventi di esercizio abbiano il potenziale di migliorare parecchi parametri e risultati di salubrità nei pazienti del CKD.

L'esercizio è definito come movimento corporeo previsto, strutturato e ripetitivo per migliorare o mantenere una componente di idoneità fisica. Un esempio di questo è una passeggiata di 30 minuti che migliora col passare del tempo l'idoneità aerobica.

Vantaggi

Per i pazienti con il CKD, la causa della morte principale è malattia cardiovascolare. L'inattività è un forte fattore di rischio per salubrità difficile del cuore e l'esercizio è utile da migliorare la salubrità globale e da diminuire il rischio cardiovascolare.

Alcuni studi scientifici hanno indicato un collegamento fra gli interventi di esercizio ed i miglioramenti in:

  • Tariffa del declino nella funzione del rene
  • Consumo massimo dell'ossigeno
  • Pressione sanguigna
  • Profilo del lipido
  • Salute mentale
  • Abitudini di sonno
  • Controllo del peso
  • Livelli energetici
  • Funzione, flessibilità e prestazione fisiche

La qualità di prova per ciascuno di questi vantaggi è variata e l'impatto dell'esercizio sull'ospedalizzazione e sui tassi di sopravvivenza globali non è stato determinato. Tuttavia, è evidente che l'addestramento di esercizio può essere utile per molti pazienti con il CKD.

Il tipo il più comunemente studiato di intervento di esercizio nei pazienti del CKD è esercizio aerobico. Tuttavia, altri tipi di formazione, quale addestramento di esercizio di resistenza, possono offrire altri vantaggi quali forza muscolare e la funzione aumentate.

Rischi e sicurezza

La capacità di esercizio è diminuita significativamente nei pazienti del CKD. Nel passato, è stato pensato che l'attività fisica vigorosa potrebbe essere nociva a queste persone. È probabile in parte dovuto queste credenze che questi pazienti mostrano una mancanza di partecipazione nelle attività di esercizio.

Ora siamo informati che i pazienti che seguono un programma di esercizio hanno migliori risultati di salubrità che coloro che non fa. Tuttavia, è importante che i pazienti del CKD seguono un programma di esercizio che è destinato per accentuare i vantaggi e per minimizzare i rischi di esercizio.

I pazienti con il CKD dovrebbero essere informati dei loro limiti fisici e smettere di esercitarsi quando si sentono stanchi, senza fiato, malati, o vertiginosi.

Altri segnali di pericolo hanno potuto comprendere il dolore, le grappe del muscolo o un battito cardiaco di corsa. Ulteriormente, la terapia di esercizio dovrebbe essere interrotta se il paziente ha una febbre, il peggioramento di esperienze nei sintomi, o ha altro stato di salute che diventa peggio con l'esercizio.

In pratica

Anche se c'è prova significativa per supportare i vantaggi terapeutici dell'esercizio per i pazienti del CKD, il livello elevato di inattività nei pazienti sottoposti a dialisi rimane. Ancora, la valutazione, consigliante e preparantesi per gli interventi di esercizio non è offerta ordinariamente ai pazienti del CKD, con conseguente spazio nella loro cura.

I pazienti con il CKD dovrebbero essere incoraggiati a partecipare all'attività fisica regolare. Possono trarre giovamento dai vari tipi di interventi di addestramento di esercizio, includenti:

  • Addestramento di esercizio aerobico come la camminata, il nuoto, o riciclaggio
  • Addestramento di resistenza
  • Addestramento di resistenza
  • Addestramento di flessibilità

Un programma su misura di esercizio dovrebbe essere inventato per ogni paziente. Ciò dovrebbe includere:

  • i tipi ed il numero di ripetizioni di ogni esercizio raccomandato per ogni sessione
  • la frequenza delle sessioni
  • la durata di ogni sessione
  • l'intensità di ogni sessione

I programmi di esercizio dovrebbero cominciare ad un'intensità bassa ed aumentare gradualmente di rigore secondo la tolleranza del paziente. Ciò contribuisce a diminuire il rischio di lesione ed aumenterà la probabilità che il paziente continuerà la terapia di esercizio.

Riferimenti

[Ulteriore lettura: Malattia renale cronica]

Last Updated: Feb 26, 2019

Yolanda Smith

Written by

Yolanda Smith

Yolanda graduated with a Bachelor of Pharmacy at the University of South Australia and has experience working in both Australia and Italy. She is passionate about how medicine, diet and lifestyle affect our health and enjoys helping people understand this. In her spare time she loves to explore the world and learn about new cultures and languages.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Smith, Yolanda. (2019, February 26). Pazienti cronici ed esercizio della malattia renale. News-Medical. Retrieved on July 19, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Chronic-Kidney-Disease-Patients-and-Exercise.aspx.

  • MLA

    Smith, Yolanda. "Pazienti cronici ed esercizio della malattia renale". News-Medical. 19 July 2019. <https://www.news-medical.net/health/Chronic-Kidney-Disease-Patients-and-Exercise.aspx>.

  • Chicago

    Smith, Yolanda. "Pazienti cronici ed esercizio della malattia renale". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Chronic-Kidney-Disease-Patients-and-Exercise.aspx. (accessed July 19, 2019).

  • Harvard

    Smith, Yolanda. 2019. Pazienti cronici ed esercizio della malattia renale. News-Medical, viewed 19 July 2019, https://www.news-medical.net/health/Chronic-Kidney-Disease-Patients-and-Exercise.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post