Diagnosi di claustrofobia

La claustrofobia è un timore di piccoli spazi o relegazione. È un tipo di fobia specifica, o un eccessivo timore di un oggetto o di una situazione specifico. È equo prevalente con circa 4% della popolazione che avverte i sintomi significativi di claustrofobia. I grilletti comuni per claustrofobia sono piccole stanze, elevatori, posti ammucchiati e scanner di MRI.

L'efficace trattamento è disponibile per claustrofobia. Non c'è prova di laboratorio diagnostica per le fobie. I criteri diagnostici dell'associazione psichiatrica americana per le fobie specifiche sono:

  1. Eccessivo o timore irrazionale di un oggetto o di una situazione specifico
  2. L'esposizione all'oggetto o alla situazione temuto piombo ad ansia o ad attacco di panico immediata
  3. La persona è informata che il timore è eccessivo ed irrazionale
  4. L'oggetto o la situazione è tollerato con emergenza o è evitato
  5. L'evitare o l'emergenza relativa all'oggetto temuto interferisce con la vita quotidiana della persona.
Credito di immagine: Sergey Nivens/Shutterstock
Credito di immagine: Sergey Nivens/Shutterstock

Diagnosi differenziali

La claustrofobia può essere confusa con altri disordini psichiatrici. Alcune diagnosi differenziali per claustrofobia sono paranoia, la schizofrenia e disordine ossessivo. Altre diagnosi potenziali sono disordini di ansia, disordine di panico, disturbi di personalità, fobia sociale, disordine ossessivo, ipocondria e disordine post - traumatico di sforzo.

La claustrofobia può anche a volte essere confusa con il cleithrophobia, il timore di essere bloccato.

Il disordine di panico con agorafobia è una diagnosi alternativa comune. Una diagnosi della fobia specifica è scelta sopra disordine di panico quando non c'è attacchi di panico spontanei e nessun timore di attacco di panico. Il disordine di panico con agorafobia è diagnosticato se l'inizio degli attacchi di panico è inatteso e la persona successivamente evita le situazioni multiple che possono avviare gli attacchi. Un'altra differenza è che la gente con la fobia specifica non ha resistere all'ansia. Il numero ed il tipo di attacchi di panico, il numero del contesto evitato ed il fuoco del timore sono tutto significativi nella fabbricazione della diagnosi, pure.

Il disgaggio di claustrofobia

Il disgaggio di claustrofobia è uno strumento utilizzato per diagnosticare la claustrofobia. Ha un subscale di 20 punti per ansia di misurazione e di un altro disgaggio di 18 punti per la valutazione dell'evitare. In uno studio su 87 pazienti claustrofobici e su 200 comandi normali, il disgaggio di claustrofobia ha avuto l'alta consistenza interna, l'alta affidabilità del prova-nuovo test e validità concorrente e discriminante. Il disgaggio era egualmente sensibile a cambiamento dopo il trattamento comportamentistico conoscitivo.

Il questionario di claustrofobia

Il questionario di claustrofobia (CLQ) è un altro strumento di diagnosi. Una versione iniziale del CLQ è stata destinata per valutare due separati, ma i timori riferiti: il timore di soffocamento ed il timore della restrizione. Una versione accorciata del CLQ è stata sviluppata che conserva le misure accurate di claustrofobia e dei sui timori della componente.

Altri strumenti

Altre misure psicologiche che possono essere utilizzate nella valutazione della claustrofobia comprendono il compito comportamentistico dell'evitare, il programma di intervista di disordini di ansia per DSM-IV (ADIS-IV) e l'intervista clinica strutturata per i disordini di asse I di DSM-IV (SCID-IV). Queste valutazioni includono spesso i cardiofrequenzimetri. i questionari di Auto-rapporto possono comprendere le misure delle unità soggettive di emergenza (SAPONATA) e del programma di indagine di timore (FSS-III).

Le fobie specifiche cominciano tipicamente nell'infanzia o nell'adolescenza iniziale. Possono accadere congiuntamente ad altri disordini dell'umore e dell'ansia e con abuso di sostanza. In quel caso, la diagnosi connessa con i maggiori livelli di emergenza è designata come la diagnosi primaria.

Sorgenti

  1. Vicino a spazio ed alla sua relazione a timore claustrofobico, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21396630
  2. Diagnosi della fobia, http://www.healthcommunities.com/phobias/diagnosis.shtml
  3. Il disgaggio di claustrofobia: una valutazione psicometrica, http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0005796704002487
  4. Il questionario di claustrofobia, http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0887618501000640?via%3Dihub

[Ulteriore lettura: Claustrofobia]

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Catherine Shaffer

Written by

Dr. Catherine Shaffer

Catherine Shaffer is a freelance science and health writer from Michigan. She has written for a wide variety of trade and consumer publications on life sciences topics, particularly in the area of drug discovery and development. She holds a Ph.D. in Biological Chemistry and began her career as a laboratory researcher before transitioning to science writing. She also writes and publishes fiction, and in her free time enjoys yoga, biking, and taking care of her pets.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Shaffer, Catherine. (2019, February 26). Diagnosi di claustrofobia. News-Medical. Retrieved on July 22, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Claustrophobia-Diagnosis.aspx.

  • MLA

    Shaffer, Catherine. "Diagnosi di claustrofobia". News-Medical. 22 July 2019. <https://www.news-medical.net/health/Claustrophobia-Diagnosis.aspx>.

  • Chicago

    Shaffer, Catherine. "Diagnosi di claustrofobia". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Claustrophobia-Diagnosis.aspx. (accessed July 22, 2019).

  • Harvard

    Shaffer, Catherine. 2019. Diagnosi di claustrofobia. News-Medical, viewed 22 July 2019, https://www.news-medical.net/health/Claustrophobia-Diagnosis.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post