Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Microbiota della congiuntiva

L'occhio ha tre strutture che funzionano insieme per proteggerla, vale a dire, le palpebre e apparato lacrimale.

La congiuntiva è una mucosa trasparente che riguarda la parte anteriore dell'occhio. Mentre una persona è sveglia, l'occhio è esposto costantemente ai microbi. L'interfaccia è conosciuta per essere domestica a molti dei microbi trovati nel microbiota dell'occhio quali gli streptococchi e i coryneforms. Tuttavia, non tutti i microbi dell'interfaccia egualmente sono trovati nell'occhio, suggerente che soltanto quei determinati siano selezionati per e presente all'interno del microbiota della congiuntiva.

Credito: Vic29/Shutterstock.com

Il microbiota che risiede sulla congiuntiva pricipalmente si compone di quanto segue:

  • Diptheroids
  • bacilli gram-negativi del tipo di Hemophilus
  • Streptococchi non emolitici
  • Stafilococchi
  • Neisseria

Altri microbi trovati sulla congiuntiva che fa parte del microbiota normale includono:

  • Staphylococcus aureus
  • SP di Peptococcus
  • SP del clostridio
  • SP di Peptostreptococcus
  • SP di Cephalosporium
  • SP di Fusarium
  • SP del propionibatterio

La congiuntiva è esposta costantemente all'ambiente esterno e quindi vulnerabile a contaminazione con i microbi. Le dimensioni dell'invasione dai funghi, dai coni retinici gram-negativi e dai batteri patogeni sono gestite dal sistema immunitario e dall'apparato lacrimale. L'apparato lacrimale dell'occhio elimina la maggior parte di questi microbi, significante che il microbiota che rimane è di una densità comparativamente bassa e soltanto si compone di una quantità limitata di specie.

Gli esseri umani tendono a lampeggiare circa 12 volte al minuto, in media, che protegge l'occhio da contaminazione microbica fornendo “una pellicola dello strappo„ sopra la superficie dell'occhio. Gli strappi contengono i lysozymes, la beta-lisina, l'immunoglobulina G (IgG) e la lattoferrina ed i batteri sono uccisi tramite gli effetti sinergici di queste sostanze.

I beni antimicrobici degli strappi sono riflessi nel fatto che i pazienti con paralisi di Bell, per esempio, che hanno perso la capacità di lampeggiare ed eliminare i microrganismi dalla cornea, sviluppano spesso la congiuntivite batterica. Gli strappi egualmente agiscono meccanicamente, eliminando la maggior parte dei microbi d'invasione dalla congiuntiva attraverso i dotti lacrimali.

La congiuntiva egualmente è allineata con i linfociti, le celle dentritiche, i neutrofili e le celle di plasma che rispondono rapido all'infezione generando gli anticorpi, che fornisce una barriera altamente efficace all'invasione microbica. È molto difficile affinchè i microbi penetri il tessuto più profondo all'interno dell'occhio, a meno che questo sistema di difesa sia stato interrotto in qualche modo.

Se il trauma accade e questa barriera è penetrata, il tessuto oculare più profondo diventa suscettibile delle infezioni sangue-sopportate quali la tubercolosi ed il herpes, che causa l'infiammazione del livello medio dell'occhio o coroidico.

Come il microbiota dell'occhio potrebbe confer la protezione contro gli agenti patogeni rimane poco chiara, ma è conosciuto che gli streptococchi e i coryneforms residenti, per esempio, producono le tossine chiamate batteriocine che inibiscono la crescita di simili ceppi batterici, quindi rendenti l'ambiente inadatto per i microbi potenzialmente patogeni.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2019, February 26). Microbiota della congiuntiva. News-Medical. Retrieved on July 04, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Conjunctiva-microbiota.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Microbiota della congiuntiva". News-Medical. 04 July 2020. <https://www.news-medical.net/health/Conjunctiva-microbiota.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Microbiota della congiuntiva". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Conjunctiva-microbiota.aspx. (accessed July 04, 2020).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2019. Microbiota della congiuntiva. News-Medical, viewed 04 July 2020, https://www.news-medical.net/health/Conjunctiva-microbiota.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.