Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Epidemiologia di sindrome di Cushing

La sindrome di Cushing è considerata come un disordine raro quella risultati dall'esposizione prolungata ai glucocorticoids. Tuttavia, ci sono pochi studi epidemiologici per fornire i dati adeguati per descrivere esattamente l'incidenza e la prevalenza della circostanza. La maggior parte delle casse sono diagnosticate fra le età di 20 e di 50, sebbene affatto la persona possa essere commovente a tutta l'età.

La presentazione dei sintomi della sindrome di Cushing può variare notevolmente. Inoltre, molti dei sintomi si sovrappongono con quelli causati da altri stati di salute, quali la sindrome metabolica e la sindrome policistica dell'ovaia. Ciò può rendere la diagnosi della circostanza difficile. È egualmente difficile da stabilire le tendenze epidemiologiche nella sindrome di Cushing, perché non tutte le casse della malattia sono diagnosticate. Tuttavia, è importante che la diagnosi è fatta appena possibile, perché la diagnosi precoce ed il trattamento della circostanza sono associati con la morbosità ed i tassi di mortalità migliori.

Studi basati sulla popolazione

Ci sono parecchi studi basati sulla popolazione che hanno riferito l'incidenza ed i tassi di mortalità di sindrome di Cushing in popolazioni sicure su un periodo discreto.

Uno studio in Danimarca ha seguito 166 pazienti con la sindrome di Cushing per 11 anno, trovante un'incidenza di 2 casi per milione popolazioni all'anno. Dei 166 pazienti, 139 hanno avuti malattia benigna. C'era un tasso di mortalità di 16,5% del periodo di seguito di 8 anni, con la maggior parte delle morti che accadono durante l'anno dopo la diagnosi iniziale, spesso prima dell'inizio del trattamento. Le cause della morte dei pazienti con la sindrome di Cushing nello studio hanno compreso le infezioni severe, la rottura cardiaca, il colpo ed il suicidio.

Uno studio in Spagna ha trovato 49 casi della sindrome di Cushing durante 18 anni, con un'incidenza di 2,4 casi per milione abitanti all'anno e una prevalenza di 39,1 casi per milione. Il rapporto di mortalità standard in questo studio era 3,8, oltre ad un aumento nelle tariffe di morbosità.

Incidenza

Un'incidenza bassa della sindrome di Cushing endogena è stata stabilita dagli studi basati sulla popolazione descritti sopra, corrispondendo a circa 2 casi per milione. Alcuni studi hanno un'incidenza stimata in basso quanto 0.7 persone per milione.

Tuttavia, l'incidenza della sindrome di Cushing infraclinica può essere sottovalutata nei gruppi sicuri della popolazione, come quelle con osteoporosi, i diabeti melliti incontrollati o l'ipertensione. Per esempio, di 90 pazienti obesi con i diabeti melliti incontrollati in uno studio, tre hanno avuti sindrome di Cushing. Ciò ha reso una prevalenza di 3,3%, che è considerevolmente superiore all'incidenza riferita negli studi basati sulla popolazione. Tuttavia, questi risultati dovrebbero essere supportati dai più grandi studi.

Le femmine sono più probabili essere influenzate dalla sindrome di Cushing che i maschi, con un rapporto di rischio di circa 3: 1. Non sembra essere un collegamento genetico che comprende una predisposizione etnica alla circostanza.

Risultati di trattamento

L'ambulatorio è l'opzione prima linea del trattamento per la maggior parte dei casi della malattia evidente e la remissione è raggiunta nella maggior parte dei pazienti, circa 65-85%. Tuttavia, dato che fino a 1 in 5 pazienti la circostanza ricorre ed il rischio non sembra stabilizzare, anche dopo 20 anni di seguito.  

Il rischio di mortalità per le persone con la sindrome di Cushing è valutato 2-3 volte superiore a quello della popolazione in genere, in base agli studi epidemiologici.

Riferimenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Yolanda Smith

Written by

Yolanda Smith

Yolanda graduated with a Bachelor of Pharmacy at the University of South Australia and has experience working in both Australia and Italy. She is passionate about how medicine, diet and lifestyle affect our health and enjoys helping people understand this. In her spare time she loves to explore the world and learn about new cultures and languages.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Smith, Yolanda. (2019, February 26). Epidemiologia di sindrome di Cushing. News-Medical. Retrieved on March 06, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Cushings-Syndrome-Epidemiology.aspx.

  • MLA

    Smith, Yolanda. "Epidemiologia di sindrome di Cushing". News-Medical. 06 March 2021. <https://www.news-medical.net/health/Cushings-Syndrome-Epidemiology.aspx>.

  • Chicago

    Smith, Yolanda. "Epidemiologia di sindrome di Cushing". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Cushings-Syndrome-Epidemiology.aspx. (accessed March 06, 2021).

  • Harvard

    Smith, Yolanda. 2019. Epidemiologia di sindrome di Cushing. News-Medical, viewed 06 March 2021, https://www.news-medical.net/health/Cushings-Syndrome-Epidemiology.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.