La dieta pregiudica l'assorbimento di CBD?

Salto a:

Cannabidiol (CBD) è il secondo principio attivo comune trovato nell'impianto della cannabis (marijuana). CBD può ora essere ottenuto prontamente nella maggior parte dei stati di Stati Uniti. Tuttavia, la posizione del governo su è confusionaria poichè tutti gli stati che la legalizzano, ma con i vari livelli di restrizione.

Nel dicembre 2015, i requisiti normativi rilassati (FDA) degli Stati Uniti Food and Drug Administration renderla più facile affinchè ricercatori conducano le prove della sostanza.

Credito di immagine: ElRoi/Shutterstock
Credito di immagine: ElRoi/Shutterstock

Prova delle indennità-malattia di CBD

CBD è stato promosso come utile nel trattamento dell'intervallo delle emissioni di salubrità compreso ansia, insonnia e dolore cronico causati dai termini quale l'artrite.

Tuttavia, la prova più robusta eppure è per la sua efficacia nel trattamento dei moduli severi e rari dell'epilessia, compreso la sindrome di Dravet e la sindrome di Lennox-Gastaut.

Questi tipi di epilessie sono solitamente refrattari, significando essi sono notoriamente difficili da trattare e solitamente non rispondono ai farmaci. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato che l'uso di CBD è associato con frequenza in diminuzione di attacco.

CBD diminuisce “la frequenza di attacco di goccia„ nella sindrome di Lennox-Gastaut

La sindrome di Lennox-Gastaut si sviluppa durante la prima infanzia ed è caratterizzata dalle difficoltà di apprendimento, lo sviluppo in ritardo e cosiddetti “attacchi di goccia,„ dove una persona cade al pavimento. Un intervallo dei farmaci antiepilettici è usato per trattare la circostanza, ma la risposta paziente è spesso povera.

Recentemente, il primo cannabis-ha derivato la formulazione liquida, Epidiolex, che contiene CBD, è stato approvato da FDA per il trattamento sia della sindrome di Lennox-Gastaut che della sindrome di Dravet.

In uno studio 2018 pubblicato in New England Journal di medicina, i ricercatori hanno definito a caso più di 225 partecipanti (età 2 - 55 anni) con la sindrome di Lennox-Gastaut per ricevere le dosi differenti (10 mg o 20 mg per peso corporeo di chilogrammo) della cannabis lubrificano o un placebo di corrispondenza.

I partecipanti, che già stavano catturando i farmaci antiepilettici standard, stavano avvertendo almeno 2 attacchi della goccia un la settimana.

Il petrolio della cannabis ha diminuito la frequenza degli attacchi di goccia in tutti i gruppi di dosaggio durante il periodo di studio dei 28 giorni. La tariffa di goccia è caduto vicino intorno 40% fra coloro che ha ricevuto il petrolio (41,9% nei 20 gruppi di mg e 37,2% nei 10 gruppi di mg), rispetto ad una riduzione 17,2% fra coloro che ha ricevuto il placebo.

La biodisponibilità di CBD pregiudica l'assorbimento

CBD ha un profilo complesso di farmacocinesi. Ha una biodisponibilità bassa che è attribuita alla sui alta liposolubilità, solubilità difficile e metabolismo di primo passaggio.

La biodisponibilità si riferisce alla tariffa a cui una sostanza è assorbita dalla circolazione sanguigna. La cattura del CBD può urtare oralmente la biodisponibilità dei principi attivi perché l'apparato digerente li assorbe prima che raggiungano la circolazione sanguigna.

Il primo effetto del passo o il primo metabolismo del passo si riferisce a quando gli enzimi digestivi agiscono su CBD, alterante la sua struttura e diminuente la sua concentrazione prima che raggiunga l'apparato circolatorio.

Determinati alimenti possono pregiudicare la biodisponibilità di CBD

In uno studio 2013 pubblicato nel giornale europeo di farmacologia clinica, i ricercatori hanno valutato l'alimento di effetto hanno avuti sulla biodisponibilità d'una sola dose di un delta-9-tetrahydrocannabinol (THC) e di uno spruzzo oromucosal di CBD fra dodici uomini in buona salute.

Lo studio ha trovato che la biodisponibilità era intorno quattro volte più su quando lo spruzzo è stato usato dopo un pasto, rispetto sopra ad uno stomaco vuoto.  

Un simile effetto dell'alimento egualmente è stato riferito in uno studio 2018 pubblicato in droghe dello SNC per il Epidiolex corrente-approvato.

Credito di immagine: Tinnakorn Jorruang/Shutterstock
Petrolio di CBD. Credito di immagine: Tinnakorn Jorruang/Shutterstock

Come riportato nel giornale Epilepsia all'inizio di quest'anno, tali risultati hanno spinto l'università di ricercatori di Minnesota a studiare l'effetto di alimento sul profilo farmacocinetico delle capsule depurative di CBD in pazienti adulti con l'epilessia refrattaria.

I pazienti alla clinica di cura dell'epilessia di MINCEP hanno ricevuto un d'una sola dose delle capsule pure di 99% CBD nelle circostanze di digiuno (nessuna prima colazione) ed hanno alimentato le circostanze (prima colazione grassa standardizzata che contenente 840-860 calorie). I campioni di sangue sono stati prelevati in ogni circostanza fra 0 e 72 ore dopo amministrazione di CBD. Le concentrazioni nel plasma di CBD sono state misurate facendo uso di un'analisi convalidata di spettrometria di massa del ‐ di cromatografia a fase mobile liquida.

Lo studio ha mostrato quello, ha paragonato al digiuno, catturare CBD con la prima colazione grassa ha aumentato la concentrazione di CBD nell'organismo quadruplo ed ha aumentato la concentrazione nel sangue massima di CBD entro 14 volte.

Gli autori dicono che uno stato alimentato può piombo a tempo gastrico maggiore di transito ed alla dissoluzione aumentata per le droghe altamente lipofiliche. Ciò, a sua volta, aumenta l'assorbimento e la biodisponibilità di tali composti.

Ancora, secrezione aumentata della bile dopo che un pasto ad alta percentuale di grassi può anche aumentare la solubilità e migliorare l'assorbimento delle droghe altamente lipofiliche.

Gli autori concludono che CBD dovrebbe essere catturato con alimento per assicurare l'assorbimento massimo e che gli studi futuri che studiano l'efficacia di CBD dovrebbero considerare gli effetti dell'alimento.

Il gruppo riconosce che le diete della gente variano in termini di consumo di grassi e che catturare CBD mentre su una dieta a bassa percentuale di grassi può diminuire il grado a cui CBD è bioavailable. Al contrario, la gente che segue una dieta ketogenic per esempio, che è una dieta a basso contenuto di carboidrati e ad alta percentuale di grassi, può trarre giovamento da un più alto ed aumento più coerente nella biodisponibilità di CBD.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Oct 7, 2019

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2019, October 07). La dieta pregiudica l'assorbimento di CBD?. News-Medical. Retrieved on April 02, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Does-Diet-Affect-CBD-Absorption.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "La dieta pregiudica l'assorbimento di CBD?". News-Medical. 02 April 2020. <https://www.news-medical.net/health/Does-Diet-Affect-CBD-Absorption.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "La dieta pregiudica l'assorbimento di CBD?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Does-Diet-Affect-CBD-Absorption.aspx. (accessed April 02, 2020).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2019. La dieta pregiudica l'assorbimento di CBD?. News-Medical, viewed 02 April 2020, https://www.news-medical.net/health/Does-Diet-Affect-CBD-Absorption.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.