Diagnosi e trattamento del virus di Ebola

Gli scoppi ricorrenti di febbre emorragica di Ebola in parecchi paesi dell'Africa equatoriale sono stati notati negli ultimi anni. Con lo scoppio sfrenato 2014, si presentano nelle regioni isolate dove i sistemi avanzati del supporto medico scarseggiano ed i servizi diagnostici tempestivi sono estremamente difficili da fornire.

Inoltre, c'è una miriade dei trabocchetti tecnici e logistici riguardo al lancio di supporto diagnostico adeguato, poichè queste regioni sono caricate con le differenze culturali ed il comportamento occasionalmente ostile. Un'offerta dei sistemi diagnostici in loco primari, compreso la confusione della diagnosi differenziale, può aiutare nella gestione di diversi pazienti come pure con lo scoppio in generale.

Algoritmo diagnostico per Ebola

La febbre emorragica di Ebola può essere sospettata in una persona con una febbre e una cronologia del viaggio ad un'area endemica, sebbene sia duro segnare la causa con esattezza esatta basata soltanto sui sintomi iniziali e non specifici. Le malattie febbrili acute e severe sono rappresentate con una vasta gamma di cause nelle aree endemiche per il virus di Ebola, con essere più comune malaria e febbre tifoide (ed anche Chikungunya, febbre gialla, setticemia meningococcica, leptospirosi o febbre recidiva).

Se una persona mostra i sintomi iniziali di Ebola e fosse in contatto con un sangue o i liquidi corporei di un paziente o di un animale infettato, l'isolamento e la notifica dei professionisti di salute pubblica sono obbligatori. I campioni prelevati dal paziente poi sono raccolti per confermare l'infezione dalle prove di laboratorio, effettuate solitamente nei centri di riferimento nazionali ed internazionali.

La diagnosi del laboratorio di Ebola è raggiunta in due modi: rilevazione delle particelle contagiose (o delle componenti della particella) in persone commoventi e misura delle risposte immunitarie specifiche al virus di Ebola. La reazione a catena in tempo reale della polimerasi (RT-PCR) ed analisi di rilevazione dell'antigene di ELISA rappresentano i metodi principali per diagnosticare un'infezione acuta. L'antigene virale e l'acido nucleico possono essere individuati nel sangue a partire dal terzo giorno della malattia.

Per rilevazione dell'anticorpo, ELISA solitamente diretti di IgM e di IgG e ELISA di bloccaggio di IgM sono occupati. Gli anticorpi di IgM possono comparire i due giorni sopra l'inizio dei sintomi e durano parecchi mesi. gli anticorpi IgG-specifici si sviluppano fra i giorni 6 e 18 dopo l'inizio e persistono per molti anni.

Un'individuazione della positività di IgM o di un titolo aumentante di IgG rappresenta una prova presuntiva coercitiva per la diagnosi di Ebola. D'altra parte, IgM diminuente o un aumento quadruplo dei titoli di IgG (ed a volte anche di entrambi) nei campioni accoppiati successivi del siero suggerisce un'infezione recente.

Soltanto i materiali resi non infettivi possono essere usati per provare. Facendo uso di inattivazione termica o di irradiazione gamma da una sorgente del radioisotopo cobalt-60 può inattivare efficientemente il virus per i sistemi di rilevamento dell'anticorpo e dell'antigene. Inoltre, la depurazione del RNA virale per l'amplificazione successiva è fatta solitamente dai materiali trattati con l'isotiocianato di guanidinium (denaturante generale della proteina).

Gestione della malattia

Poichè non c'è stata nessuna medicina specifica efficace provato contro il virus di Ebola, le strategie correnti del trattamento sono principalmente sintomatiche e complementari. In paesi in via di sviluppo con gli standard bassi di sanità, queste strategie comprendono l'isolamento, la sostituzione fluida (preferibilmente per via endovenosa) e l'aggiunta di vasti antibiotici, antipiretici ed analgesici di spettro dove avute bisogno di.

L'isolamento dei pazienti e l'aderenza alle procedure rigorose di professione d'infermiera della barriera (quali vestiario di protezione ed i respiratori) hanno interrotto con successo la trasmissione nelle impostazioni dell'ospedale nelle zone rurali dell'Africa. I vari metodi per assicurare a buon mercato la professione d'infermiera della barriera, lo smaltimento dei rifiuti adeguato ed altre componenti chiave e praticamente in Africa sono stati creati, con i manuali messi a punto presso il cliente disponibili.

In sistemi sanitari messi a punto con le unità adeguate di isolamento, il trattamento appropriato di terapia intensiva si consiglia ed orientato verso il mantenimento un volume di sangue, un bilanciamento di elettrolito e dello stato efficaci dell'ossigeno. Le complicazioni serie quali insufficienza renale, l'edema cerebrale, i disordini di coagulazione, l'infezione batterica secondaria e la scossa devono essere gestite correttamente.

Oltre ad alcuni trattamenti sperimentali in animali, nessuna strategia ha provato riuscito nel trattamento delle infezioni del virus di Ebola in esseri umani. Il sangue convalescente o il siero per immunizzazione passiva è stato usato per curare i pazienti infettati, ma il successo è discutibile. Una strategia potenziale potrebbe essere di rallentare la replicazione virale e la progressione di malattia per permettere sia le risposte immunitarie innate che adattabili per sormontare l'infezione, come il sistema immunitario è centrale nella sopravvivenza del Ebola.

Sorgenti

  1. http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(10)60667-8/fulltext
  2. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3499825/
  3. http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs103/en/
  4. http://www.ecdc.europa.eu/en/healthtopics/ebola_marburg_fevers/pages/index.aspx
  5. http://www.cdc.gov/vhf/ebola/treatment/index.html
  6. Sanchez A, Geisbert TW, Feldmann H. Filoviridae: Marburgo e virus di Ebola. In: Knipe dm, Howley PM, editori. Sistema la virologia. Filadelfia: Lippincott Williams & Wilkins; 2006. pp. 1409-1448.

Further Reading

Last Updated: Aug 23, 2018

Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2018, August 23). Diagnosi e trattamento del virus di Ebola. News-Medical. Retrieved on October 21, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-Diagnosis-and-Treatment.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Diagnosi e trattamento del virus di Ebola". News-Medical. 21 October 2019. <https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-Diagnosis-and-Treatment.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Diagnosi e trattamento del virus di Ebola". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-Diagnosis-and-Treatment.aspx. (accessed October 21, 2019).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2018. Diagnosi e trattamento del virus di Ebola. News-Medical, viewed 21 October 2019, https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-Diagnosis-and-Treatment.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post