Cronologia del virus di Ebola

Il virus di Ebola, insieme al virus di Marburgo, appartiene alla famiglia Filoviridae. La comunità scientifica medica in primo luogo ha incontrato questa famiglia virale quando il virus di Marburgo è comparso nel 1967. Durante quel tempo, i tecnici di laboratorio con una malattia insolita e severa sono stati ammessi ad un ospedale in Marburgo, Germania. La ricerca successiva ha trovato che la sorgente immediata del virus era cercopitechi grigioverdi inclusi dall'Africa che sono stati usati per la ricerca vaccino.

Quelle scimmie egualmente sono state spedite a Francoforte a in Germania e Belgrado in ex Iugoslavia. Immediatamente euthanatized e l'epidemia è stata contenuta, contante complessivamente 31 caso umano ed una generazione di trasmissione secondaria ai lavoratori di sanità ed ai loro membri della famiglia. Tuttavia, un'alta mortalità umana, una morfologia insolita del virus e l'omissione identificare la sua storia naturale hanno lasciato molti nel timore, profondamente responsabile circa le minacce future potenziali.

L'emergenza del virus di Ebola in Africa

L'umanità non ha dovuto aspettare lungamente un'altra minaccia per emergere. Il virus di Ebola (secondo membro della famiglia di filovirus) in primo luogo è stato scoperto nel 1976 quando due scoppi di febbre emorragica si sono presentati in due posizioni vicine: in primo luogo nel Sudan del sud ed altro quello nello Zaire del Nord, più successivamente conosciuto come la repubblica democratica del Congo.

Lo scoppio nello Zaire ha infettato 318 persone con un tasso di mortalità di 88% estremamente alto, mentre lo scoppio nel Sudan ha infettato 284 persone con un tasso di mortalità di 53%. I centri medici erano chiusi a causa di alto numero di vittime fra il personale di sanità, così eliminando la diffusione dell'infezione con l'uso delle siringhe e dei aghi di stampa non sterilizzati. La situazione fuori delle cliniche era controllata via la segregazione dei pazienti nei villaggi commoventi con i metodi provati di quarantena.

Nel 1979 un'altra epidemia si è presentata in Nzara del Sudan del sud. Il numero riferito dei casi umani era 34 ed il tasso di mortalità ha scalato a 65%. Dopo che il virus di Ebola non è stato veduto fino al 1994, quando nel periodo di appena tre anni cinque siti attivi indipendenti della trasmissione del virus sono stati riconosciuti. Quelli erano Costa d'Avorio nel 1994, Repubblica Democratica del Congo nel 1995 ed il Gabon nel 1994, 1995 e 1996.

Accanto al ebolavirus precedentemente conosciuto dello Zaire di due specie e al ebolavirus del Sudan, le terze specie distinte sono state scoperte durante quel periodo in ebolavirus di Costa d'Avorio - dell'Africa (oggi conosciuto come il ebolavirus della foresta di Taï). Una sorgente del virus era un etnologo infettato che ha realizzato un'autopsia su uno scimpanzè mentre lavorava nella riserva della foresta del Tai in Costa d'Avorio.

Virus di Ebola negli Stati Uniti

Nel 1989, Ebola è comparso in scimmie incluse in una funzione del primate in Reston, la Virginia, fuori di Washington, DC. Le epidemie nelle scimmie di cynomolgus incluse dalle Filippine si sono presentate fino al 1992 questa ed in altri impianti (vale a dire il Texas) e sono ricorso nel 1996. Fortunatamente, nessuna morte fra le persone infettate è stata riferita.

Gli studi epidemiologici intrapresi nell'ambito di quegli incidenti hanno rintracciato con successo il virus ad un esportatore filippino, ma non potevano individuare la sorgente reale del virus. L'instabilità politica a quel tempo ha ostacolato i tentativi di lavorare nelle regioni isolate dove le scimmie sono state catturate. Oggi specie di questo virus è conosciuta come ebolavirus di Reston e non rappresenta una minaccia contro gli esseri umani, sebbene sia molto pericoloso ai primati.

Minaccia continua per l'Africa nel XXI secolo

Un altro grande scoppio si è presentato nei distretti di Masindi, di Mbarara e di Gulu dell'Uganda alla fine del secolo (2000-2001), infettanti 425 persone e portanti un tasso di mortalità di 53%. La maggior parte dei rischi importanti connessi con questo scoppio stavano assistendo ai funerali dei pazienti di febbre emorragica di Ebola, fornendo l'assistenza medica ai pazienti di Ebola senza usando i provvedimenti cautelari personali adeguati ed avere contatto i membri della famiglia del malato.

La febbre emorragica di Ebola è rimanere una peste per la popolazione dell'Africa durante il XXI secolo. Quasi tutti i casi umani in quel periodo hanno risultato dovuto l'emergenza o l'ri-emergenza del ebolavirus del Sudan in ebolavirus del Sudan e dell'Uganda e dello Zaire nelle regioni di Gabon, di Repubblica del Congo e del Repubblica Democratica del Congo.

Scoppio in corso attraverso la Guinea, la Nigeria, la Liberia del Nord ed il Sierra Leone orientale che cominciato nel marzo 2014 è quello più grande ancora, spesso definito “il peggio in cronologia„. Il numero dei pazienti sta sviluppandosi costantemente dovuto la ricerca in corso; finora conta più di 2000 feriti con un tasso di mortalità stimato di 50%.

Sorgenti

  1. http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(10)60667-8/fulltext
  2. http://www.cdc.gov/vhf/ebola/resources/outbreak-table.html
  3. http://whqlibdoc.who.int/bulletin/1978/Vol56-No2/bulletin_1978_56(2)_271-293.pdf
  4. http://jid.oxfordjournals.org/content/179/Supplement_1/ix.long
  5. https://web.stanford.edu/group/virus/filo/history.html
  6. Sanchez A, Geisbert TW, Feldmann H. Filoviridae: Marburgo e virus di Ebola. In: Knipe dm, Howley PM, editori. Sistema la virologia. Filadelfia: Lippincott Williams & Wilkins; 2006. pp. 1409-1448.

[Ulteriore lettura: Virus di Ebola]

Last Updated: Aug 23, 2018

Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2018, August 23). Cronologia del virus di Ebola. News-Medical. Retrieved on July 21, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-History.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Cronologia del virus di Ebola". News-Medical. 21 July 2019. <https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-History.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Cronologia del virus di Ebola". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-History.aspx. (accessed July 21, 2019).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2018. Cronologia del virus di Ebola. News-Medical, viewed 21 July 2019, https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-History.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post