Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Prevenzione del virus di Ebola

Poiché non è sempre possibile identificare presto i pazienti con febbre emorragica di Ebola nel corso della malattia (soprattutto dovuto i sintomi non specifici), è vitale applicare le misure standard di precauzione su una base coerente. Questi comprendono l'igiene adeguata della mano, uso dei guanti prima del contatto con tutti i liquidi corporei come pure usano un abito e una protezione degli occhi adeguata. La manipolazione della cassaforte e la disposizione degli strumenti e della disinfezione dell'ambiente sono egualmente un prioritario.

I pazienti sospettati o confermati di Ebola dovrebbero essere isolati nelle camere singole, o almeno nelle aree limitate specifiche. Tutti i contatti devono essere identificati ed il loro quotidiano riflesso di temperatura corporea per il 21 giorno dopo l'esposizione. Lo sviluppo finale di una febbre egualmente richiede l'isolamento e la prova. Lo smobilizzo sociale e gli sforzi adatti di educazione sanitaria sono critici per tenere la carreggiata i contatti e la riuscita identificazione di caso.

Interventi preventivi chiave

Nel viaggiare o restando in un'area influenzata dallo scoppio di Ebola, è importante da aderire a tre interventi preventivi chiave per minimizzare il rischio di infezione. Un singolo intervallo nel controllo adeguato di infezione può collocare nel moto un'altra catena di trasmissione e peggiorare lo scoppio.

In primo luogo, il controllo meticoloso di infezione dovrebbe essere applicato ove possibile. Il più grande rischio di trasmissione virale non risulta dai pazienti diagnosticati, ma dalla rilevazione e dall'isolamento in ritardo delle persone infettate. Poiché i sintomi iniziali della malattia sono non specifici, i membri della famiglia, i lavoratori di sanità ed altri possono essere esposti al virus prima che l'infezione sia diagnosticata.

In secondo luogo, la carne dagli animali selvatici cercati dovrebbe essere evitata (cosiddetta “carne della boccola "). Nei posti in cui il consumo di tale carne continua, è necessario da incoraggiare il macello più sicuro e le procedure di trattamento. Inoltre, il contatto con i pipistrelli dovrebbe essere evitato, poiché possono essere il bacino idrico primario del virus. Il disboscamento ed altri cambiamenti nell'ambiente creano le nuove opportunità per il contatto degli esseri umani con i pipistrelli; quindi la cura speciale è necessaria nell'affrontare questo problema.

In terzo luogo, c'è una necessità estrema per modifica delle pratiche funeree tradizionali, che rappresentano spesso le sorgenti dell'infezione dovuto il contatto con i liquidi corporei delle persone decedute. Poichè questo è un aspetto culturalmente sensibile, appropri l'esagerare, formazione ed il supporto è cruciale.

Sviluppo del vaccino

Dal momento che non ci sono vaccini approvati per febbre emorragica di Ebola. Un efficace vaccino sarebbe estremamente prezioso - non solo per i lavoratori a rischio di sanità, i primi radar-risponditore, militari e ricercatori, ma anche per la vaccinazione prevista nelle popolazioni commoventi (particolarmente durante gli scoppi).

Finora, i vaccini dell'sottounità e del DNA come pure parecchi approcci virali di vettore (sia ripiegando che non ripiegando) sono stati provati come candidati potenziali. La loro efficacia nell'induzione dell'immunità protettiva è stata valutata nei modelli del primate non umano per le infezioni del virus di Ebola, perché la progressione di malattia somiglia alle casse umane.

Sebbene queste piattaforme vaccino usino i meccanismi differenti confer alla protezione, vari di loro possono affrontare la malattia letale in primati non umani, garantire che la vaccinazione contro il virus di Ebola non è difficile. Eppure, i vettori vaccino attenuati in tensione del virus di Ebola recombinante hanno parecchi problemi di sicurezza, malgrado avere una registrazione pulita in animali da esperimento (animali immune-carenti compresi).

I candidati vaccino dovrebbero dimostrare l'efficacia in almeno due modelli animali se devono essere considerati - compreso i primati non umani (corrente il modello animale di sistema monetario aureo). Soltanto alcune piattaforme vaccino hanno passato tali requisiti rigorosi, che ora sono considerati per i test clinici sulla gente. Questi candidati vaccino di promessa sono basati sulle tecnologie di ricombinazione che usano replica-competente attenuato o sui sistemi replica-carenti generati.

Il settembre 2014, la prova umana di un vaccino d'investigazione per impedire Ebola corrente è condotta dall'istituto nazionale americano dell'allergia e delle malattie infettive (NIAID), parte degli istituti della sanità nazionali americani (NIH). Le prove sono effettuate in adulti in buona salute che non sono infettati con il virus di Ebola, in modo da può essere risoluto se il vaccino è sicuro e se induce una risposta immunitaria sufficiente.

Sorgenti

  1. http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(10)60667-8/fulltext
  2. http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMp1409903
  3. http://www.cdc.gov/vhf/ebola/prevention/index.html
  4. http://www.cdc.gov/vhf/ebola/outbreaks/guinea/qa-experimental-treatments.html
  5. http://apps.who.int/iris/bitstream/10665/131828/1/WHO_EVD_Guidance_IPC_14.1_eng.pdf?ua=1
  6. Sanchez A, Geisbert TW, Feldmann H. Filoviridae: Marburgo e virus di Ebola. In: Knipe dm, Howley PM, editori. Sistema la virologia. Filadelfia: Lippincott Williams & Wilkins; 2006. pp. 1409-1448.

Further Reading

Last Updated: Aug 23, 2018

Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2018, August 23). Prevenzione del virus di Ebola. News-Medical. Retrieved on January 24, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-Prevention.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Prevenzione del virus di Ebola". News-Medical. 24 January 2021. <https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-Prevention.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Prevenzione del virus di Ebola". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-Prevention.aspx. (accessed January 24, 2021).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2018. Prevenzione del virus di Ebola. News-Medical, viewed 24 January 2021, https://www.news-medical.net/health/Ebola-Virus-Prevention.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.