Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Effetti di una dieta senza glutine sull'intestino Microbiota

Salto a:

Il glutine libera. Credito di immagine: Baibaz/Shutterstock
Il glutine libera. Credito di immagine: Baibaz/Shutterstock

Perché un glutine libera la dieta?

Il glutine è una proteina trovata in granuli quali grano, orzo e segale ed è compreso le gliadine. Per qualche gente, mangiando gli alimenti che contengono il glutine può causare i problemi digestivi dovuto i disordini in relazione con il glutine.

i disordini in relazione con il glutine possono variare da delicato a severo nei sintomi e comprendono la malattia celiaca e la sensibilità di glutine non celiaca.

Per i pazienti che soffrono con i disordini in relazione con il glutine, è necessario da attaccare ad una dieta senza glutine. Più recentemente, la gente che non soffre dai disordini in relazione con il glutine ha cominciato adottare una dieta senza glutine come componente di una scelta di stile di vita.

La popolarità aumentante delle diete senza glutine come scelta di stile di vita significa che oltrepassa la gente di numero che deve mangiare una dieta senza glutine per il loro disordine in relazione con il glutine.

Come una dieta senza glutine pregiudica il Microbiota?

Il microbiota dell'intestino consiste di numerosi microrganismi che vivono nel nostro intestino. È stato indicato che il microbiota dell'intestino è chiave a proteggere il nostro intestino contro gli agenti patogeni e che ha la capacità di trasformare e regolamentare le molecole che vanno il sangue.

Microbiome intestinale, illustrazione 3D mostranti anatomia dell
Microbiome intestinale, illustrazione 3D mostranti anatomia dell'apparato digerente umano e dei batteri enterici Escherichia coli, Escherichia coli, digiuno di colonizzazione, ileo, altre parti dell'intestino. Flora normale dell'intestino - credito dell'illustrazione: Kateryna Kon/Shutterstock

Inoltre, il microbiota ha la capacità di elaborare le molecole che il host non ha la capacità di elaborare. Per esempio, il microbiota può metabolizzare i carboidrati che il host non può digerire e produce le vitamine che il host non può.

È influenzato molto dalla dieta, quindi ci sono stati vari studi fatti per studiare come una dieta senza glutine pregiudica il microbiota dell'intestino.

Bonder e co. ha studiato l'effetto di una dieta senza glutine a breve termine sul microbiota. Per questo studio, gli autori hanno reclutato 21 volontario adulto che non hanno sofferto dai disordini in relazione con il glutine sintomatici e seguito loro con 4 settimane su una dieta senza glutine, 5 settimane “su un'interruzione„ dieta e le 4 settimane più ancora dieta abituale sulle persone'.

I campioni fecali sono stati raccolti dai volontari prima che la dieta senza glutine, quindi settimanalmente durante la dieta senza glutine e la dieta abituale. Il DNA poi è stato estratto dai campioni di feci e la sequenza del rRNA 16S è stata determinata per vedere la composizione batterica nel microbiome.

Gli autori hanno trovato che mentre non c'era differenza nella diversità globale del microbiome di diversi volontari, determinate specie sono cambiato in abbondanza su una dieta senza glutine. Ciò ha compreso le riduzioni della famiglia di Veillonellaceae, bromii di Ruminococcus e faecis di Roseburia ed aumenti nelle famiglie di Victivallaceae, di Clostridiaceae e di Coriobacteriaceae. La maggior parte di queste specie sono conosciute per svolgere un ruolo nel metabolismo dell'amido.

In un altro studio, dal de Palma e dal co., 10 volontari senza disordini in relazione con il glutine sintomatici sono stati reclutati ed oltre un mese la loro dieta è stata cambiata a senza glutine. Quando il microbiota fecale è stato analizzato tramite una combinazione di tecniche, ha indicato che il numero dei batteri utili (Bifidobacterium, lattobacillo) è diminuito mentre i numeri dei batteri potenzialmente patogeni (Enterobaceriaceae, Escherichia coli) sono aumentato.

Nel caso dei pazienti con la malattia celiaca, è stato indicato che il loro microbiota è alterato: c'è una diminuzione in specie protettive ed in un aumento in specie che potrebbero diventare patogene.

Gli studi di iniziale hanno indicato che lo squilibrio nel microbiota dei pazienti celiaci era ancora in qualche modo squilibrato dopo 2 anni su una dieta senza glutine. Ciò è stata notata nel numero diminuito dei batteri potenzialmente patogeni, quali le specie dello stafilococco e di Escherichia coli, mentre il numero delle specie protettive quali Bifidobacterium e lattobacillo ancora è stato diminuito.

Ciò è stata supportata tramite altri studi, che hanno mostrato una riduzione di altre specie protettive quale l'enterococco e un aumento in altre specie potenzialmente patogene quale la famiglia del batterioide, della salmonella, della shigella, della klebsiella e delle enterobatteriacee. Questi cambiamenti hanno potuto anche influenzare l'infiammazione nell'intestino.

In generale, questi studi indicano che il dysbiosis del microbiota dell'intestino veduto nei pazienti di malattia celiaca completamente non è invertito dall'approvazione di una dieta senza glutine.

In conclusione, questi studi indicano che una dieta senza glutine può causare i cambiamenti nel microbiota dell'intestino e che questa potrebbe potenzialmente essere nociva.

Che cosa sono le difficoltà nello studio del Microbiota?

Mentre ci sono risultati coerenti da questi studi, ci sono alcune limitazioni. Una limitazione è che ci sono molti modi di studio del microbiota, varianti ai dai metodi basati a cultura ai metodi basati ordinare del DNA.

Ogni tecnica presenta i sui propri vantaggi e svantaggi ed è difficile da sapere se le differenze fra queste tecniche possono essere rappresentate.

Un'altra limitazione è la classificazione delle specie nel microbiota: è pensato tradizionalmente che i batteri che appartengono alle stesse specie abbiano sequenze altamente simili del DNA, ma questo non è sempre il caso.

Inoltre, sequenze del rRNA 16S del gruppo di alcuni studi le simili “nelle unità tassonomiche operative„ (OTUs) hanno basato su similarità, ma su questi OUTs possono comporrsi delle specie che non sono relative affatto.

Dovrebbe anche essere notato che i geni possono passare facilmente fra i batteri, quindi questo potrebbe creare le specie che sono difficili da classificare dovuto la presenza di geni che provengono da altre specie.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Sep 25, 2019

Dr. Maho Yokoyama

Written by

Dr. Maho Yokoyama

Dr. Maho Yokoyama is a researcher and science writer. She was awarded her Ph.D. from the University of Bath, UK, following a thesis in the field of Microbiology, where she applied functional genomics to Staphylococcus aureus . During her doctoral studies, Maho collaborated with other academics on several papers and even published some of her own work in peer-reviewed scientific journals. She also presented her work at academic conferences around the world.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Yokoyama, Maho. (2019, September 25). Effetti di una dieta senza glutine sull'intestino Microbiota. News-Medical. Retrieved on February 25, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Effects-of-a-Gluten-Free-Diet-on-the-Gut-Microbiota.aspx.

  • MLA

    Yokoyama, Maho. "Effetti di una dieta senza glutine sull'intestino Microbiota". News-Medical. 25 February 2021. <https://www.news-medical.net/health/Effects-of-a-Gluten-Free-Diet-on-the-Gut-Microbiota.aspx>.

  • Chicago

    Yokoyama, Maho. "Effetti di una dieta senza glutine sull'intestino Microbiota". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Effects-of-a-Gluten-Free-Diet-on-the-Gut-Microbiota.aspx. (accessed February 25, 2021).

  • Harvard

    Yokoyama, Maho. 2019. Effetti di una dieta senza glutine sull'intestino Microbiota. News-Medical, viewed 25 February 2021, https://www.news-medical.net/health/Effects-of-a-Gluten-Free-Diet-on-the-Gut-Microbiota.aspx.

Comments

  1. Yvonne Weeks Yvonne Weeks United States says:

    The studies cited prove more that gluten free diet foods cause dysbiosis then they prove gluten free diets do. Not to mention the small sample sizes are hardly conclusive.
    How about some studies where the participants eat real food and not processed GF junk food, which by the way isn't even wholly GF as per the FDA allowing 9PPM and Spain allows 20PPM of gluten in GF foods.
    How about a study that looks at replacing the PREbiotic fiber that is given up when patients go GF since gluten containing foods are the primary source of prebiotics in the Standard American Diet.  Or gluten free diets that focus on nutrient density instead of replacing processed junk with processed junk.
    The right kinds of studies matter, and these are not focusing on the right questions if you want to prove that gluten free is the actually problem versus the Gluten free diet choices most people adopt. I propose that a study that compares GF diets that have a focus on healthy, nutrient dense,  and foods with proper prebiotics against a diet of GF substitution foods would come up with vastly different results to the microbiome. I don't think the same species would be lacking in a healthy diet that focuses on replacing the prebiotics that gluten containing foods provide.

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.