Frequenza di morte in culla

Le morti in culla o la morte in culla (SIDS) è una causa rara della morte non spiegata improvvisa in infanti.

Sebbene nessuna causa esatta sia conosciuta, ci sono fattori di rischio conosciuti che possono aumentare la probabilità delle morti di catasta di puntellamento. (1-5)

Il rischio di morti di catasta di puntellamento include:

  • dormendo sullo stomaco
  • dormendo su una superficie molle
  • fumo materno o parentale
  • surriscaldamento
  • mancanza di cura di gravidanza
  • giovane età materna
  • bambino del basso peso alla nascita o prematuro
  • bambini maschii

Le più alte tariffe delle morti di catasta di puntellamento sono riferite in indiano/nei bambini neri ed americani nativo dell'Alaska. Ciò è due volte tre volte alla media nazionale. (2)

Frequenza delle morti in culla alle età differenti

Il rischio di SIDS nel primo mese di vita è basso.

La probabilità aumenta fra 2 e 4 mesi dopo la nascita. Oltre un anno i declini di rischio.

Frequenza delle morti in culla negli Stati Uniti

Nel 1992, la tariffa di SIDS per gli Stati Uniti era 1,20 morti per 1000 nati vivi.

Nel 2001, la tariffa di SIDS è stata riferita a 0,56 morti per 1000 nati vivi. Ciò ha suggerito una diminuzione di 53% in 10 anni. Nel 2002 la tariffa è rimanere costante a 0,57. (2)

Ragioni per diminuzione nell'incidenza di morte in culla

È suggerito che la consapevolezza del pubblico e la riduzione del sonno sullo stomaco potrebbero essere la ragione per la diminuzione nell'incidenza di SIDS.

In un'indagine nazionale è stato trovato che dormire sullo stomaco ha diminuito nel 2002 da 70% nel 1992 a 11,3% ed è aumentato leggermente a 13,0% nel 2004.

La tariffa di SIDS fra gli infanti neri era 2,5 volte che degli infanti bianchi nel 2001. Ciò correlata con le figure di stomaco-sonno.

Fra gli infanti bianchi il sonno dello stomaco è stato veduto in 11%, rispetto a 21% fra gli infanti neri.

SIDS più iniziale era più comunemente - veduto nei periodi invernali. Questa tendenza stagionale egualmente sta cambiando. (1-5)

Frequenza di morte in culla universalmente

C'erano circa 4.600 morti non spiegate improvvise in infanti un l'anno come stimato nel 2006.

Durante quell'anno c'erano 2.323 morti di SIDS.

Una volta analizzato oltre 15 paesi differenti è stato notato che le morti di SIDS sono diminuito a partire dagli anni 90 a 2008.

Queste diminuzioni variano da 40% in Argentina a 86% in Francia.

Nel 1990, le più alte tariffe di SIDS sono state vedute in Irlanda, in Nuova Zelanda ed in Scozia oltre a 2 per 1000 nati vivi.

Attualmente le più alte tariffe sono vedute in Nuova Zelanda e negli Stati Uniti oltre a 0,5 per 1000 nati vivi.

Le tariffe più basse delle morti in culla sono vedute nel Giappone e nei Paesi Bassi (meno di 0,2 per 1000 nati vivi). (2, 3)

Le tendenze rivelano che le più grandi diminuzioni nelle tariffe di SIDS erano fra 1990 e 2000 pricipalmente dovuto consapevolezza del pubblico.

Le tariffe di SIDS differiscono considerevolmente attraverso i paesi mondiali, variando da 0.10/1000 nati vivi a 0.80/1000 nel 2005. Questa differenza ha potuto essere dovuto alcune disparità di base.

Questi comprendono l'età dell'inclusione e della definizione di SIDS utilizzato in paesi differenti.

Per esempio, nel Canada, l'Inghilterra e Galles, la Germania e la Scozia SIDS è definita come morti che accadono a partire da una settimana ad un anno di vita.

L'Argentina, l'Australia, l'Austria, la Francia, l'Irlanda, il Giappone, la Svezia e gli Stati Uniti comprendono le morti dalla nascita ad un anno mentre i Paesi Bassi e la Nuova Zelanda comprendono le morti in un anno pure.

Inoltre, i fattori di rischio sono differenti in paesi differenti. Per esempio, il maori in Nuova Zelanda ed indiani americani hanno le più alte tariffe di fumo e conseguentemente hanno un tasso alto di SIDS. (2, 3)

Sorgenti

  1. http://www.sids.org/nannualrates.htm
  2. http://www.ispid.org/fileadmin/user_upload/textfiles/articles/CPR17_Hauck_SIDS_Trends.pdf
  3. http://www.pediatricsdigest.mobi/content/122/3/660.full
  4. http://www.cdc.gov/sids/CaseRegistry.htm
  5. http://emedicine.medscape.com/article/1004238-overview#a0199

[Ulteriore lettura: Morte in culla]

Last Updated: Jun 25, 2019

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2019, June 25). Frequenza di morte in culla. News-Medical. Retrieved on July 17, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Frequency-of-cot-death.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Frequenza di morte in culla". News-Medical. 17 July 2019. <https://www.news-medical.net/health/Frequency-of-cot-death.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Frequenza di morte in culla". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Frequency-of-cot-death.aspx. (accessed July 17, 2019).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2019. Frequenza di morte in culla. News-Medical, viewed 17 July 2019, https://www.news-medical.net/health/Frequency-of-cot-death.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post