Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Biomarcatori della malattia di cuore e prove di selezione

Da Gaea Miranda, SEDERE

Cardiovascolare o malattie di cuore è la causa della morte principale universalmente, con aumentare continuamente aumentante di tassi di mortalità continuamente dovuto la popolazione di invecchiamento. Come tale, è una priorità degli attori chiave nel campo di medicina per individuare i sintomi iniziali di tali circostanze e per fornire un profilo empirico dei biomarcatori della malattia di cuore.

Questi dati poi sarebbero triangolati nei risultati dei test della selezione per ulteriore identificazione dello stato cardiovascolare di un paziente.

Placca del colesterolo in arteria, illustrazione. Credito di immagine: hywards/Shutterstock
Placca del colesterolo in arteria, illustrazione. Credito di immagine: hywards/Shutterstock

Biomarcatori della malattia di cuore

I biomarcatori sono presenti in molti generi di malattie e la loro identificazione è un aspetto importante della gestione di salubrità poichè facilita l'individuazione tempestiva di determinata malattia e la prevenzione di una condizione medica completa.

Fra le condizioni del cuore, i biomarcatori hanno potuto ulteriore essere ripartiti in parecchie categorie dovuto il grande numero di malattie connesse con la circostanza. Tuttavia, i ricercatori hanno trovato che in molte condizioni del cuore, la pressione sanguigna ed i livelli di colesterolo sono fattori di rischio sovente veri. In particolare, i livelli del colesterolo di LDL (LDL-C) sono considerati uno strumento premonitore nell'inizio delle malattie cardiovascolari.

Using Biomarkers In Treatment of Heart Failure

Biomarcatori novelli

A causa del tasso di mortalità aumentante ha determinato da cardiovascolare e le malattie di cuore, molti ricercatori contemporanei hanno messo a fuoco sull'identificazione dei biomarcatori nuovi che potrebbero più ulteriormente individuare il rischio per le condizioni del cuore. Nel 2010, l'istituto universitario americano delle fondamenta della cardiologia ha specificato le varie aree che sono risultate fattori contribuenti allo sviluppo della malattia cardiovascolare. Sono montrati nella tabella qui sotto.

Biomarcatori di circolazione

  • Lipoproteina e apolipoprotein
  • Peptide Natriuretic
  • proteina C-reattiva
  • fosfolipasi Lipoproteina-associata A2
  • Emoglobina A1c
  • Albumina urinaria

Rappresentazione

  • Tariffa di riposo di ECG
  • dilatazione Flusso-mediata
  • indice analitico Caviglia-brachiale
  • Punteggio coronario del calcio
  • Rappresentazione del miocardio di aspersione

Uno studio dei biomarcatori novelli egualmente ha richiesto la valutazione di nuovi fattori nell'identificazione specifica della malattia di cuore. Per esempio, l'allungamento del miocardio connesso con il BNP corrente sta studiando relativamente ad infarto. Altre proteine corrente che sono valutate includono la troponina I, il lipocalin gelatinasi-associato del neutrofilo (NGAL) come pure galectin-3.

Biomarcatori genetici

La storia della famiglia di cardiovascolare e delle malattie di cuore come pure le anomalie genetiche, possono indurre il rischio di progressione di malattia. Come tale, i medici presterebbero specialmente attenzione a tutta la cronologia di tale malattia all'interno della famiglia.

Gli studi recenti hanno associato i luoghi o i geni con le malattie cardiovascolari. In particolare, i cambiamenti nella sequenza del DNA ed il profilo epigenetico sono stati trovati per essere associati con le malattie di cuore. Questi biomarcatori genetici sono già presenti alla nascita, ma stato soltanto attivati una volta esposti a determinate attività relative, quali le malattie co-morbose, i fattori ambientali e le pratiche di stile di vita.

Prove di selezione per le malattie di cuore

Anche con la presenza di tecnologie mediche moderne, il processo di vagliatura per le malattie di cuore rimane essere una sfida. Tuttavia, l'arrivo della ricerca di biomarcatore nelle malattie in relazione con cardiovascolare è stato un grande salto nella caratterizzazione e più ulteriormente nello sviluppare di nuove tecniche della selezione per le malattie di cuore.

Prove di selezione per la diagnosi della malattia di cuore

Sintomi di tasto della nota di medici nella diagnostica di condizioni del cuore determinate; tuttavia, un test di conferma sarebbe raccomandato sempre per assicurare la diagnosi corretta e per appropriarsi le strategie del trattamento. Al giorno d'oggi, parecchie prove di selezione sono disponibili per la diagnosi della malattia di cuore.

  • Elettrocardiogramma (EGC) - un'unità che utilizza i segnali elettrici osservare il ritmo e la struttura cardiaci
  • Ecocardiogramma - tecnica non invadente quella ultrasuoni l'area del torace
  • Prova di sforzo - sollevare la frequenza cardiaca attraverso l'esercizio o la medicina per osservare risposta cardiaca
  • Scansione cardiaca di tomografia (CT) di computer - raccogliere le immagini intorno al cuore per fornire una figura cardiaca completa
  • Imaging a risonanza magnetica cardiaco (MRI) - simile alla scansione di CT, un'immagine del cuore si acquista per la valutazione

Prove di selezione chiave per il video della malattia di cuore

Il trattamento per una determinata malattia di cuore non si ferma dopo l'operazione o il farmaco. Come componente della gestione cardiovascolare, medici vorrebbero sempre riflettere lo stato del cuore dopo trattamento. Questi sono facilitati con una serie di metodi misurando i livelli di pressione sanguigna, il colesterolo, il peso corporeo, i livelli del glucosio di sangue ed introdurre l'attività fisica o la dieta.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.