Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Come ADHD pregiudica il cervello?

Il disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) è una circostanza caratterizzata da un'incapacità di gestire la sua curva dell'attenzione in modo da efficacemente realizzare un'attività o il processo conoscitivo prima della prosecuzione ad un altro. Ciò piombo a processo decisionale e ad atti impulsivi e tipicamente ad un modo hyperkinetic di vita.

Credito di immagine: Pathdoc/Shutterstock
Credito di immagine: Pathdoc/Shutterstock

ADHD è un disordine che soprattutto proviene e pregiudica il cervello nei modi diversi. Il cervello gestisce e regolamenta tutte le attività fisiologiche, definenti incarica alle varie aree all'interno di se stesso. Così può eseguire le seguenti funzioni; vale a dire, ricevendo le informazioni sensitive, l'inizio, la prestazione ed il coordinamento dei movimenti volontari ed involontari, regolamentano gli atteggiamenti e le emozioni ed il controllo comportamentistico, tra l'altro. L'elaborazione delle informazioni e dividere attraverso le vaste reti neurali è così una parte essenziale di funzionamento normale del cervello. Ciò è raggiunta dai neurotrasmettitori che trasmettono gli stimoli nervosi attraverso le sinapsi ad altri neuroni.

ADHD è associato con i livelli anormalmente bassi dei neurotrasmettitori che trasmettono fra l'area corticale prefrontale ed i gangli basali cioè, dopamina e la noradrenalina. La dopamina è associata molto attentamente con i centri della ricompensa nel cervello ed egualmente interagisce con altri neurotrasmettitori potenti per regolamentare l'umore. I bassi livelli della dopamina guidano così la persona per cercare la sensibilità della ricompensa attraverso altri mezzi.

I polimorfismi del gene del trasportatore della serotonina egualmente sono conosciuti per essere associati con differenti modi di risposta al trattamento. Inoltre, i livelli del glutammato possono essere più bassi in adulti con ADHD, in grado di essere responsabile delle anomalie del neurotrasmettitore. Ciò causa la rete neurale disfunzionale nelle parti di cui sopra del cervello.

La corteccia prefrontale gestisce le risposte emozionali, comportamento e che cosa è chiamato giudizio, che decide della convenienza degli atti differenti e naturalmente, attenzione al compito attuale che permette alle persone senza ADHD di eseguire le mansioni sistematiche senza attenzione intenzionale e concentrata ad ogni punto del compito. È la parte che pianificazione, inizia e perfeziona gli atti come pure esegue le correzioni, evita i blocchi stradali tramite gli atti alternativi e permette alla concentrazione sul compito attuale. I gangli basali regolamentano il comportamento impulsivo in modo da impedire le risposte automatiche ingiustificate agli stimoli.

La disfunzione della corteccia prefrontale provoca una mancanza di vigilanza, di curva dell'attenzione accorciata e di risparmio di temi in diminuzione di lavoro o di memoria a breve termine, la difficoltà nelle attività d'inizio e sostenenti e non potere distinguere ed evitare inutile o distrarre le attività. Ecco perché le persone di ADHD hanno diminuito il fuoco. Di nuovo, c'è una difficoltà significativa nell'organizzazione del cervello per la prestazione di tutta l'attività di cui richiede la progettazione più di un punto, a causa di comportamento che è guidato forte dal impulsivity e dalla difficoltà con esperienza in essere ancora o in un posto.

Bugne di rappresentazione

Le anomalie strutturali sono state trovate nei cervelli dei pazienti di ADHD, come:

  • Densità bassa della materia grigia
  • Anomalie nella struttura della materia bianca
  • Inferiore al volume totale normale del cervello
  • Dimensione diminuita di alcune parti del cervello
  • maturazione corticale Lento-che-normale fino a vita adulta
  • Spessore corticale diminuito in adulti particolarmente della rete corticale responsabile di attenzione concentrata

Risultati funzionali di Neuroimaging

Il frontale Underactive e le reti parietali che regolamentano l'esecuzione degli atti e dell'attenzione, piombo all'attenzione difficile ed all'iperattività sono stati veduti. Ulteriormente, c'è le reti visive e dorsali iperattive dell'attenzione come pure la rete del modo di standard.

Riferimenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2019, February 26). Come ADHD pregiudica il cervello?. News-Medical. Retrieved on December 02, 2020 from https://www.news-medical.net/health/How-does-ADHD-Affect-the-Brain.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Come ADHD pregiudica il cervello?". News-Medical. 02 December 2020. <https://www.news-medical.net/health/How-does-ADHD-Affect-the-Brain.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Come ADHD pregiudica il cervello?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/How-does-ADHD-Affect-the-Brain.aspx. (accessed December 02, 2020).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2019. Come ADHD pregiudica il cervello?. News-Medical, viewed 02 December 2020, https://www.news-medical.net/health/How-does-ADHD-Affect-the-Brain.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.