Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Ricerca di idrocefalia

La rottura in idrodinamica di quantità di fluido spinale (CSF), di produzione e di assorbimento cerebrospinali piombo alla idrocefalia. Questa circostanza può essere pericolosa se lasciato non trattato ed ha una distribuzione bimodale nelle sue incidenze di punta.

C'è un picco nell'infanzia, connessa solitamente con le malformazioni congenite e un secondo picco dopo l'età di 60 anni. I sintomi della idrocefalia sono legione. Variano con l'età, variante dal vomito, dall'irritabilità e dall'attività diminuita in infanti alle perturbazioni visive, alla capacità mentale in diminuzione ed al bilanciamento instabile in bambini più anziani ed in adulti più anziani.

La diagnosi può essere fatta con l'uso delle tecniche di rappresentazione quale l'ultrasuono in infanti e nelle scansioni di CT o di MRI in tutti gli altri. Il trattamento è solitamente chirurgico e comprende, dove applicabile, la rimozione delle masse che inducono il bloccaggio, la creazione di uno scambio a ridirigere il flusso di CSF, o la cauterizzazione del plesso coroidico insieme terzo a ventriculostomy per diminuire la produzione di CSF. Mentre la circostanza stessa e la sua terapia associata possono causare le complicazioni, quali i deficit neurologici, metta da parte l'errore e l'infezione, individuazione tempestiva con il trattamento rapido e diligente è premonitrice dei risultati a lungo termine favorevoli.

Indagini cliniche

Molte delle sfide connesse con la idrocefalia sono dovuto le procedure eseguite per trattarla; quindi, parecchi studi stanno facendi per limitare queste complicazioni indesiderate. L'infezione è un problema principale che può accadere dopo che chirurgia e richiede la rimozione dello scambio, il grenaggio chirurgico del CSF, un corso degli antibiotici e l'inserzione di nuovo scambio. Di conseguenza, c'è la ricerca che è fatta per determinare se collocare un nuovo scambio che segue un'infezione altera il rischio di sviluppare le infezioni future.

Oltre all'infezione, l'errore dello scambio è egualmente un altro problema che deve essere superato. È stimato che in una decade fino ad un massimo di 98% degli scambi possa venire a mancare. Prendendo questo in considerazione, parecchi gruppi intorno al mondo stanno studiando perché questo accade e stanno cercando i modi migliorare i modelli attuali.

Un tale gruppo può essere trovato al centro per la ricerca integrante del cervello all'ospedale pediatrico di Seattle. A questo centro, il Dott. William Shain ed il suo gruppo studiano gli scambi che sono stati eliminati dopo che errore e stanno cercando le bugne che possono piombo a parecchi miglioramenti, quali i cambiamenti nella struttura del catetere come pure in un rivestimento possibile per impedire le celle che legano ai cateteri.

Rete clinica di ricerca

La rete clinica della ricerca di idrocefalia consiste di molti ospedali pediatrici che lavorano insieme per effettuare i miglioramenti nel trattamento corrente. Questo gruppo di istituzioni ha parecchi obiettivi per quanto riguarda la loro ricerca. Studiano i modi efficacemente gestire i bambini prematuri sopportati con la idrocefalia e fare diminuire i rischi di infezione connessi con chirurgia. Ancora, studiano i moduli alternativi di chirurgia che non comprendono il collocamento degli scambi, come terzo ventriculostomy endoscopico.

La rete clinica della ricerca assicura che i dati raccolti siano registrati correttamente per tenere la carreggiata ed uso futuro. Inoltre, la ricerca egualmente sta effettuanda per creare i modi che sono non invadenti misurare la pressione intracranica come pure esaminare lo sviluppo delle terapie farmacologiche per la idrocefalia.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Damien Jonas Wilson

Written by

Dr. Damien Jonas Wilson

Dr. Damien Jonas Wilson is a medical doctor from St. Martin in the Carribean. He was awarded his Medical Degree (MD) from the University of Zagreb Teaching Hospital. His training in general medicine and surgery compliments his degree in biomolecular engineering (BASc.Eng.) from Utrecht, the Netherlands. During this degree, he completed a dissertation in the field of oncology at the Harvard Medical School/ Massachusetts General Hospital. Dr. Wilson currently works in the UK as a medical practitioner.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Wilson, Damien Jonas. (2019, February 26). Ricerca di idrocefalia. News-Medical. Retrieved on July 14, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Hydrocephalus-Research.aspx.

  • MLA

    Wilson, Damien Jonas. "Ricerca di idrocefalia". News-Medical. 14 July 2020. <https://www.news-medical.net/health/Hydrocephalus-Research.aspx>.

  • Chicago

    Wilson, Damien Jonas. "Ricerca di idrocefalia". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Hydrocephalus-Research.aspx. (accessed July 14, 2020).

  • Harvard

    Wilson, Damien Jonas. 2019. Ricerca di idrocefalia. News-Medical, viewed 14 July 2020, https://www.news-medical.net/health/Hydrocephalus-Research.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.